Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Atti

Home >

Evoluzione dei mercati al dettaglio

Il percorso per la fine della tutela di prezzo nei settori elettrico e gas
(1° luglio 2019)

La legge 4 agosto 2017, n. 124, "Legge annuale per il mercato e la concorrenza" stabilisce, dal 1° luglio 2019, la fine della tutela di prezzo fornita dall'Autorità per i settori dell'energia elettrica (per i clienti domestici e le piccole imprese connesse in bassa tensione) e del gas naturale (per i clienti domestici) , individuando a tal fine un percorso a beneficio dei clienti finali di piccole dimensioni.
Da tale data l'Autorità cesserà di definire e aggiornare ogni 3 mesi le condizioni economiche (i prezzi) per la fornitura di energia elettrica e di gas naturale dei servizi di tutela per i clienti di piccole dimensioni.

Si ricorda che, già oggi, le famiglie e le piccole imprese  hanno la facoltà di passare al "mercato libero", dove è il cliente a decidere quale venditore e quale tipo di contratto scegliere, selezionando l'offerta ritenuta più adatta alle proprie esigenze.

A decorrere dal 1° gennaio 2018, i clienti finali interessati dalla modifica normativa riceveranno, secondo le modalità definite dall'Autorità, un'adeguata informativa da parte del proprio venditore in relazione al superamento delle tutele di prezzo.
Inoltre, l'Autorità garantirà la pubblicizzazione e la diffusione delle informazioni in merito alla piena apertura del mercato e alle modalità di svolgimento dei servizi.
Per ulteriori informazioni è attivo lo Sportello del consumatore (numero verde 800166654).

Con lo scopo di accompagnare questo passaggio e migliorare la comprensione e la partecipazione dei clienti finali al mercato libero, sono stati introdotti alcuni importanti obblighi per i venditori di energia elettrica e gas, per il Ministero dello sviluppo economico e per l'Autorità, tra cui :

Tali previsioni si inseriscono in un percorso già intrapreso dall'Autorità, per migliorare la consapevolezza dei clienti di piccole dimensioni e la trasparenza delle condizioni contrattuali, quali  l'istituzione, per il settore dell'energia elettrica, della Tutela SIMILE, ossia un'offerta 'simile' a una fornitura del mercato libero,  con cui  l'Autorità intende offrire ai clienti di minori dimensioni, attualmente in regime di maggiore tutela, l'opportunità di 'sperimentare' una forma di offerta più vicina a quelle del mercato, in condizioni di trasparenza e semplicità, facilmente comparabili tra loro e rispetto al servizio di maggior tutela, e in un contesto di fornitura sorvegliata dall'Autorità stessa.

Successivamente al'1° luglio 2019, per i clienti di piccola dimensione che non avranno un venditore nel mercato libero la continuità della fornitura sarà comunque garantita attraverso dei servizi "di ultima istanza" (denominato dalla legge n. 124/2017, per il settore elettrico, "servizio di salvaguardia"), per i quali non sarà prevista la tutela di prezzo oggi garantita dai servizi di tutela, affinché il cliente non subisca alcuna interruzione della fornitura di elettricità o gas durante il periodo necessario a trovare un venditore sul mercato libero.

 

Offerte standard per i clienti finali (offerte PLACET)

La legge n. 124/2017 stabilisce per tutti i venditori l'obbligo di offrire alle famiglie e alle piccole imprese almeno una proposta "standard" di fornitura a prezzo fisso (in cui il prezzo dell'energia è mantenuto fisso per un certo periodo di tempo) e almeno una proposta a prezzo variabile (in cui il prezzo varia automaticamente in base alle variazioni di un indice di riferimento).

L'Autorità, in coerenza con quanto previsto dalla legge n. 124/2017 , ha già introdotto la disciplina dell'offerta PLACET (a Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela - PLACET), che obbliga, dal 1° gennaio 2018, tutti i venditori a inserire nel proprio pacchetto di proposte commerciali, un'offerta rivolta alle famiglie e alle piccole imprese chiara e comprensibile, a prezzi determinati liberamente ma con condizioni contrattuali definite dall'Autorità.

Proprio l'uniformità delle condizioni contrattuali (definite, escludendo ogni altro servizio aggiuntivo) e l'uniformità della struttura di prezzo permetteranno agevoli confronti diretti tra i prezzi delle diverse offerte PLACET proposte dai venditori.

In altre parole, le offerte PLACET facilitano scelte consapevoli ed informate da parte dei clienti, in particolare, attraverso il miglioramento della loro capacità di valutazione delle offerte commerciali presenti sul mercato libero.

Più nel dettaglio, per quanto riguarda i prezzi, per ogni servizio (elettricità oppure gas), ciascun venditore deve offrire due tipi di offerta PLACET:

  • una a prezzo fisso .
  • l'altra a prezzo variabile (indicizzato all'andamento dei mercati all'ingrosso).

I contratti delle offerte PLACET hanno durata indeterminata con condizioni economiche rinnovabili ogni 12 mesi. Resta sempre valida la facoltà del cliente di effettuare il recesso in qualunque momento nel rispetto della normativa (cambio fornitore in tre settimane circa). Prima della scadenza delle condizioni economiche, con adeguato anticipo, il venditore deve informare il cliente delle condizioni economiche che applicherà dopo il termine annuale; il cliente resterà comunque libero di accettarle o meno, esprimendosi eventualmente anche in forma tacita.

In entrambi i casi, il prezzo dell'energia sarà articolato in una quota fissa espressa in €/cliente/anno e una quota energia espressa in €/kWh o €/Smc (quindi proporzionale ai volumi consumati).

Le condizioni contrattuali delle offerte PLACET sono definite dall'Autorità e sono inderogabili, a differenza delle condizioni contrattuali di altre offerte nel mercato libero, che sono invece proposte dal venditore e in parte modificabili.


Elenco dei venditori di energia elettrica

Tutti i venditori di energia elettrica,  per lo svolgimento della propria attività, dovranno necessariamente essere iscritti all'Elenco dei venditori di energia elettrica, che sarà istituito con decreto dal Ministero dello sviluppo economico e pubblicato e aggiornato mensilmente sul sito internet dello stesso Ministero.

In merito, l'Autorità ha già avviato un procedimento - che potrà prevedere anche uno o più documenti di consultazione per coinvolgere tutti i soggetti interessati -  per la definizione dei criteri, delle modalità e dei requisiti tecnici, finanziari e di onorabilità richiesti a ogni venditore di energia elettrica, da proporre al Ministro dello sviluppo economico e che saranno oggetto del decreto di istituzione dell'Elenco.

L'Elenco sarà pubblicato sul sito web del Ministero dello sviluppo economico

 

Portale web di confronto delle offerte di vendita

L'Autorità ha avviato un procedimento per la realizzazione, da parte del gestore del Sistema Informativo Integrato (SII) , del nuovo Portale web per la raccolta e la pubblicazione in modalità open data di tutte le offerte presenti sul mercato di vendita al dettaglio elettrico e gas. Il Portale intende facilitare alle famiglie e alle piccole imprese il confronto e la scelta dell'offerta di energia elettrica o di  gas più adeguata alle proprie esigenze.

Come previsto dalla legge n. 124/2017 l'Autorità ha costituito il Comitato Tecnico Consultivo composto da un rappresentate dell'Autorità, uno del Ministero dello sviluppo economico, uno dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, uno delle associazioni dei consumatori non domestici, uno del CNCU ed uno degli operatori di mercato.  Inoltre, è prevista la presenza di un rappresentante dell'Acquirente Unico, in qualità di uditore.

 

Offerte commerciali a favore dei gruppi di acquisto

Per migliorare la trasparenza e la confrontabilità delle offerte, la Legge n. 124/2017 demanda all'Autorità di predisporre delle Linee guida per la promozione delle offerte commerciali di energia elettrica e gas a favore dei Gruppi di acquisto e la realizzazione di piattaforme informatiche che possano facilitare l'aggregazione dei piccoli consumatori. A tal proposito l'Autorità ha già avviato un procedimento per l'adozione di provvedimenti diretti all'attuazione della richiamata legge.

 

Monitoraggio dei mercati al dettaglio

La legge n. 124/2017 prevede che entro il 1° marzo 2018 l'Autorità trasmetta al Ministro dello sviluppo economico un rapporto relativo al monitoraggio dei mercati al dettaglio, volto a evidenziare alcuni elementi, fra cui:

  • l'operatività del portale informatico;
  • il completamento del quadro normativo e regolatorio e l'efficacia degli strumenti previsti relativamente, fra l'altro alle tempistiche di switching e di fatturazione e conguaglio;
  • l'operatività del Sistema Informativo Integrato (SII);
  • la tutela delle famiglie in condizioni di disagio economico;
  • l'accrescimento del sistema di vigilanza e di informazione a tutela dei consumatori.

Sulla base dei risultati contenuti nel rapporto di monitoraggio, il Ministro dello sviluppo economico darà conto del raggiungimento degli obiettivi richiesti e, nel caso in cui almeno uno degli obiettivi non sia stato raggiunto per il mercato di vendita al dettaglio del gas naturale ovvero per quello dell'energia elettrica, il Ministero e l'Autorità, provvederanno ciascuno nell'ambito delle rispettive competenze, ad assumere i provvedimenti necessari per il suo raggiungimento.

Inoltre, il Ministero definirà tutte le eventuali ulteriori misure necessarie a garantire la cessazione, dal 1° luglio 2019, della disciplina transitoria dei prezzi e l'ingresso consapevole nel mercato dei clienti finali, secondo meccanismi che assicurino la concorrenza e la pluralità di fornitori e offerte sul mercato libero.