Cerca |  Contatti |  English   

Teleriscaldamento e teleraffrescamento

Il decreto legislativo 4 luglio 2014 n. 102, con il quale è stata recepita nell'ordinamento nazionale la Direttiva europea 2012/27/UE di promozione dell'efficienza energetica, ha attribuito all'Autorità specifiche funzioni in materia di teleriscaldamento e teleraffrescamento.

In particolare, i poteri di regolazione conferiti all'Autorità attengono (cf. articolo 10, commi 17 e 18 e articolo 9, vari commi):

  • alla continuità, qualità e sicurezza del servizio, nonché degli impianti e dei sistemi di contabilizzazione;
  • ai criteri per la determinazione delle tariffe di allacciamento delle utenze alla rete;
  • alle modalità per l'esercizio del diritto di scollegamento;
  • alle modalità con cui i gestori delle reti rendono pubblici i prezzi per la fornitura del calore, per l'allacciamento, per la disconnessione e per le attrezzature accessorie;
  • alle condizioni di riferimento per la connessione alle reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento, al fine di favorire l'integrazione di nuove unità di generazione del calore e il recupero del calore utile disponibile in ambito locale;
  • alle tariffe di cessione del calore, esclusivamente qualora sussista l'obbligo di allacciamento alle reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento imposto da Regioni o Comuni;
  • ai criteri e alle modalità per la fornitura ai clienti finali di contatori individuali dei consumi di calore/freddo/acqua calda per uso domestico, nonché alle modalità con le quali il cliente finale può affidare il servizio di termoregolazione e contabilizzazione del calore ad operatori diversi dal proprio fornitore;
  • alla disciplina relativa ai documenti di fatturazione, nonchè all'accesso alle informazioni sulla fatturazione e ai dati di consumo.

Ai sensi del decreto legislativo n. 102/2014, l'Autorità esercita altresì i poteri di controllo, ispezione e sanzione previsti dalla legge 14 novembre 1995 n. 481, nonché i poteri sanzionatori di cui all'articolo 16 del decreto legislativo n. 102/2014.

Il procedimento per l'adozione dei provvedimenti in materia è stato avviato dall'Autorità con la deliberazione 7 agosto 2014, 411/2014/R/com, così come successivamente integrata dalla deliberazione 29 gennaio 2015, 19/2015/R/tlr.

Gli obiettivi e i principi generali che informeranno l'azione dell'Autorità nel settore sono stati preliminarmente individuati nel Quadro strategico per il quadriennio 2015-2018, approvato dall'Autorità a valle della consultazione degli stakeholder (deliberazione 15 gennaio 2015, 3/2015/A).