Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Documento di consultazione

DCO 6 / 08

Determinazione della dimensione minima per i progetti di risparmio energetico realizzati dai nuovi distributori obbligati e dai soggetti con obbligo di nomina dell'Energy manager

Attuazione dell'articolo 1 e dell'articolo 7, comma 1, del decreto ministeriale 21 dicembre 2007 mediante aggiornamento della deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03
29 febbraio 2008

Premessa

Il presente documento per la consultazione presenta proposte finalizzate all'attuazione di quanto previsto dall'articolo 1 e dall'articolo 7, comma 1 del decreto ministeriale 21 dicembre 2007 recante "Revisione e aggiornamento dei decreti 20 luglio 2004, concernenti l'incremento dell'efficienza energetica negli usi finali di energia, il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili" .
L'articolo 1 del decreto ministeriale 21 dicembre 2007 ha esteso gli obblighi di risparmio energetico di cui ai decreti ministeriali 20 luglio 2004 ai distributori di energia elettrica e di gas naturale che avevano almeno 50.000 clienti connessi alla propria rete di distribuzione al 31 dicembre di due anni antecedenti a ciascun anno d'obbligo.
L'articolo 7, comma 1, del decreto ministeriale 21 dicembre 2007 ha integrato il disposto dell'articolo 8, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 prevedendo che i progetti predisposti ai fini del conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico di cui ai medesimi decreti possano essere eseguiti anche "tramite i soggetti di cui all'articolo 19, comma 1, della legge 9 gennaio 1991, n. 10, che hanno effettivamente provveduto alla nomina del responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia di cui al medesimo articolo 19, i quali realizzano misure o interventi che comportano una riduzione dei consumi di energia primaria maggiore di una soglia minima, espressa in tonnellate equivalenti di petrolio, determinata dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas". Tali soggetti (di seguito: soggetti con obbligo di nomina dell'energy manager) si vanno dunque ad aggiungere a quelli già precedentemente individuati dall'articolo 8, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 (distributori di energia elettrica e gas, società controllate dai medesimi distributori e società di servizi energetici) tra quelli ammessi al rilascio di titoli di efficienza energetica.

Nel documento si formulano proposte finalizzate a:

  1. determinare la soglia minima di ammissibilità dei progetti presentati:
    1. dai nuovi distributori obbligati;
    2. dai soggetti con obbligo di nomina dell'energy manager;
  2. definire modalità di accreditamento dei soggetti con obbligo di nomina dell'energy manager ai fini della presentazione di richieste di verifica e certificazione dei risparmi o proposte di progetto e di programma di misura a consuntivo e, più specificatamente, criteri di validità temporale di tale accreditamento.

Le proposte di cui al punto 1 costituiscono un aggiornamento dell'Allegato A alla deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03 come successivamente modificata dalle deliberazioni 11 novembre 2004, n. 200/04 e 31 maggio 2007, n. 123/07 (di seguito: Linee guida).
Il documento viene diffuso per offrire l'opportunità a tutti i soggetti interessati di presentare osservazioni e proposte alternative prima che l'Autorità proceda all'emanazione del provvedimento finale. I soggetti che intendono salvaguardare la riservatezza o la segretezza, in tutto o in parte, della documentazione inviata sono tenuti ad indicare quali parti della propria documentazione sono da considerare riservate e, pertanto, non pubblicabili.
I soggetti interessati sono invitati a far pervenire all'Autorità le proprie osservazioni e proposte, per iscritto, entro e non oltre il 14 aprile 2008.
Con riferimento alle proposte che costituiscono aggiornamento delle Linee guida, il documento verrà inviato alle Regioni e alle Province autonome ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto dell'articolo 5, comma 6, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 e dell'articolo 16, comma 1 della legge 7 agosto 1990, n. 241/90.

Osservazioni e proposte dovranno pervenire al seguente indirizzo tramite uno solo di questi mezzi:
e-mail con allegato il file contenente le osservazioni (preferibile), fax o posta.
Autorità per l'energia elettrica e il gas
Direzione consumatori e qualità del servizio
piazza Cavour 5 - 20121 Milano
e-mail: consumatori@autorita.energia.it
fax: 02-65565.230