Cerca |  Contatti |  English   

Non sono presenti documenti collegati.

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 23 settembre 2009

Delibera ARG/gas 129/09

Disposizioni urgenti e transitorie per la gestione del sistema nazionale del gas in relazione alle attività di verifica tecnica funzionali all’avviamento del terminale di rigassificazione della società Adriatic LNG

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 21 settembre 2009

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di seguito: decreto legislativo n. 164/00), ed in particolare l'articolo 24, comma 5;
  • la legge 23 agosto 2004, n. 239/04;
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) 17 luglio 2002, n. 137/02, come successivamente modificata e integrata (di seguito: deliberazione n. 137/02);
  • la deliberazione dell'Autorità 21 giugno 2005, n. 119/05, come successivamente modificata e integrata (di seguito: deliberazione n. 119/05;
  • la deliberazione dell'Autorità 1 agosto 2005, n. 167/05 (di seguito: deliberazione n. 167/05);
  • la deliberazione dell'Autorità 3 marzo 2006, n. 50/06 (di seguito: deliberazione n. 50/06);
  • la deliberazione dell'Autorità 15 settembre 2009, ARG/gas 122/09, (di seguito: deliberazione ARG/gas 122/09);
  • il codice di rete per l'attività di trasporto della società Snam Rete Gas Spa (di seguito: Snam Rete Gas) approvato con deliberazione dell'Autorità 1 luglio 2003, n. 75/03, come successivamente aggiornato;
  • le comunicazioni della società Terminale gnl adriatico srl (di seguito: ALNG) in data 12 giugno 2006 (prot. 33822 del 16 giugno 2006) e in data 24 giugno 2009 (prot. 44517 del 31 luglio 2009), e della società Snam Rete Gas S.p.A. (di seguito Snam Rete Gas) in data 31 luglio 2009 (prot. 45263 del 5 agosto 2009).
  • il documento "Sendout Profile and performance testing of Alng facility" presentato da ALNG durante l'incontro con gli uffici dell'Autorità del 10 settembre 2009.

Considerato che:

  • l'articolo 14, comma 1, della deliberazione n. 167/05 e l'articolo 16, comma 2, della deliberazione n. 119/05 prevedono rispettivamente che le imprese di trasporto con le imprese di rigassificazione e le imprese di trasporto con le imprese di stoccaggio assicurino il necessario coordinamento delle proprie attività;
  • ALNG ha pianificato per i mesi a partire dal mese di settembre 2009 un periodo di verifiche tecniche, necessarie per provare l'impianto nelle diverse condizioni operative prima dell'avviamento delle attività commerciali del terminale, durante il quale il quantitativo di gas immesso in rete presenterà un'elevata variabilità, anche infragiornaliera; e che, conseguentemente, nel predetto periodo non può essere data esecuzione da parte di ALNG alle disposizioni di cui all'articolo 10, comma 4, della deliberazione n. 167/05 che prevedono che il gas naturale sia riconsegnato all'utente secondo un profilo giornaliero il più possibile costante su base mensile;
  • durante il predetto periodo le portate programmate del gas da immettere nel punto di entrata interconnesso con il terminale potranno altresì subire modifiche, anche non prevedibili, in funzione dell'esito delle prove condotte sulle diverse apparecchiature dell'impianto;
  • ai fini di un efficiente e sicura gestione del sistema del gas durante il periodo di cui al precedente alinea, tenuto anche conto della sua concomitanza con il passaggio dalle fase iniezione alla fase di erogazione degli stoccaggi, è necessario uno specifico coordinamento fra le imprese del sistema che gestiscono le infrastrutture direttamente o indirettamente interessate, ed in particolare ALNG, l'impresa maggiore di trasporto, l'impresa maggiore di stoccaggio e Edison stoccaggio S.p.A. che gestisce il tratto di rete nazionale di gasdotti interconnesso con il punto di entrata dal terminale;
  • durante un incontro con gli uffici dell'Autorità, la società Edison S.p.A., utente del terminale, ha rilevato di poter disporre di capacità adeguate per compensare la variabilità delle portate previste nel programma di immissione predisposto per il periodo delle verifiche tecniche da ALNG, il quale prevede quantitativi massimi immessi nell'arco di un giorno gas pari a 15 MSmc;
  • il medesimo utente ha rilevato di non poter assicurare la gestione di eventuali variazioni del programma o scostamenti dallo stesso che non siano definiti con anticipo utile per consentirgli un corrispondente adeguamento delle proprie immissioni in rete e capacità.

Ritenuto che:

  • sia necessario ed urgente adottare disposizioni transitorie che prevedano un particolare coordinamento tra ALNG, le imprese di trasporto interessate, e l'impresa maggiore di stoccaggio ai fini della gestione operativa del sistema nazionale del gas durante il periodo delle verifiche tecniche del terminale;
  • sia opportuno, in ragione di quanto sopra considerato, definire una disciplina transitoria di accesso al servizio di stoccaggio funzionale alla gestione di possibili scostamenti fra il gas riconsegnato e il programma di riconsegna del terminale in vigore al momento della definizione delle proprie immissioni nella rete di trasporto

DELIBERA

  1. le disposizioni di cui ai punti successivi sono valide per il periodo di verifiche tecniche previste presso il terminale posto al largo di Rovigo sino al 31 dicembre 2009;
  2. le società Terminale Gnl Adriatic S.r.l. (di seguito: ALNG), Snam Rete Gas S.p.A., Stogit S.p.A. e Edison Stoccaggio S.p.A. si coordinano, per quanto di competenza, per la gestione tecnica dei flussi di gas naturale nel sistema nazionale del gas durante il periodo di verifiche tecniche del terminale di rigassificazione e per la gestione del sistema del gas nel medesimo periodo;
  3. il coordinamento di cui al punto precedente prevede fra l'altro che:
    1. ALNG predispone un piano nel quale con dettaglio orario sono indicate le portate che si prevede di immettere in rete durante il periodo delle verifiche tecniche; il piano è aggiornato con cadenza giornaliera;
    2. ALNG trasmette il piano ed i suoi aggiornamenti al proprio utente e alle altre imprese individuate al punto 2 che, tenuto conto dello scenario atteso di immissioni e prelievi nella rete, ne verificano la fattibilità anche sulla base dell'ottimizzazione dell'utilizzo delle risorse nelle proprie disponibilità;
    3. ove dalla predetta verifica emergano criticità nella gestione dei flussi di gas previsti e non sia possibile individuare soluzioni idonee o modifiche del piano che permettano la soluzione di dette criticità senza comprometterne le finalità e l'esecuzione, le imprese ne danno tempestiva informazione al Ministero dello sviluppo economico e all'Autorità; ove necessario l'impresa maggiore di trasporto avvia le procedure previste nei casi di emergenza per eccesso di gas al capitolo 9, paragrafo 2.1 del codice di rete della società Snam Rete Gas S.p.A.;
  4. l'utente del terminale ritira, ogni giorno gas, presso il punto di scambio virtuale il volume di gas definito nel predetto piano in vigore alle ore 6:00 del terzo giorno gas precedente, fatta salva la possibilità di comune accordo di definire il volume riconsegnato sulla base del gas effettivamente immesso in rete dal terminale secondo le condizioni per la cessione e lo scambio di gas naturale al punto di scambio virtuale approvate dall'Autorità con la deliberazione ARG/Gas 122/09;
  5. eventuali scostamenti fra il gas oggetto, ai sensi del punto precedente, di transazione presso il Punto di scambio virtuale ed il gas effettivamente immesso da ALNG sono allocati secondo le attuali disposizioni contenute nel codice di rete di trasporto dell'impresa maggiore di trasporto in materia di bilancio dell'utente;
  6. in relazione ai volumi allocati ad ALNG in prelievo o in immissione da stoccaggio, nel periodo dall'1 ottobre 2009 al 31 dicembre 2009:
    1. ALNG versa all'impresa di stoccaggio il corrispettivo per la reintegrazione di cui al comma 15.10 lettera a della deliberazione n. 119/05 applicato alla massima quantità di gas prelevato;
    2. l'impresa di stoccaggio riconosce un corrispettivo per il gas reintegrato pari al corrispettivo di cui alla precedente lettera a decurtato di un ulteriore corrispettivo pari a 0,06 €/GJ;
    3. non trovano applicazione gli ulteriori corrispettivi, anche di bilanciamento, per il servizio di trasporto e per i servizi di stoccaggio previsti dalle deliberazioni vigenti;
  7. di trasmettere il presente provvedimento alle società:
    1. Terminale Gnl Adriatico S.r.l., con sede legale in Piazza della Repubblica n. 14/16, 210124 Milano;
    2. Snam Rete Gas S.p.A., con sede legale in Piazza Santa Barbara n. 7, 20097 San Donato Milanese (Milano);
    3. Stogit S.p.A., con sede legale in via dell'Unione Europea n. 4, 20097 San Donato Milanese (Milano);
    4. Edison Stoccaggio S.p.A., con sede legale in Foro Buonaparte n. 31, 20121 Milano;
  8. di pubblicare sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it) il presente provvedimento.

 21 settembre 2009 Il Presidente: Alessandro Ortis