Cerca |  Contatti |  English   

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 22 ottobre 2009

Delibera VIS 92/09

Avvio di cinque istruttorie formali per l’irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti delle società Acegas-Aps S.p.A., Asec S.p.A., Hera S.p.A., Reti D.E.A. S.r.l., Società Italiana per il gas S.p.A. per violazioni in materia di qualità del servizio di distribuzione del gas

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 18 settembre 2009

Visti:

  • l’articolo 2, comma 20, lettera c), della legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • la legge 24 novembre 1981, n. 689;
  • l’articolo 11 bis del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, introdotto dalla legge 14 maggio 2005, n. 80;
  • il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2001, n. 244;
  • il Testo integrato delle disposizioni dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (di seguito: l’Autorità) in materia di qualità dei servizi di distribuzione, misura e vendita del gas (di seguito: Testo integrato) approvato con deliberazione dell’Autorità 29 settembre 2004, n. 168/04, come successivamente modificata ed integrata;
  • la deliberazione dell’Autorità 28 dicembre 2006, 328/06;
  • la deliberazione dell’Autorità 7 agosto 2008, ARG/gas 120/08;
  • la deliberazione dell’Autorità 2 ottobre 2008, ARG/com 144/08;
  • la deliberazione dell’Autorità 11 dicembre 2008, GOP 57/08.

Considerato che:

  • l’art. 11, comma 7 del Testo integrato prevede che il distributore che gestisce reti con condotte in ghisa con giunti canapa e piombo non ancora risanate provveda alla loro sostituzione o risanamento entro il 31 dicembre 2008 nella misura minima del 30% con riferimento alla lunghezza di tali condotte in esercizio al 31 dicembre 2003 (previsione ora contenuta nell’art. 12, comma 7 dell’Allegato alla deliberazione ARG/gas 120/08);
  • ai sensi dell’art. 2, comma 1 del Testo integrato l’obbligo di cui all’art. 11, comma 7 è riferito ad ogni impianto di distribuzione;
  • ai sensi dell’art. 32, commi 1 e 2 del Testo integrato (ora art. 31, commi 1 e 2 della deliberazione ARG/gas 120/08) entro il 31 marzo di ogni anno l’impresa distributrice è tenuta a comunicare all’Autorità, tra gli altri, i dati relativi ai metri di rete in ghisa con giunto canapa e piombo in esercizio al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di riferimento (art. 32, comma 2, lett. d), nonché ai metri di rete in ghisa con giunti canapa e piombo risanata o sostituita con altro materiale nell’anno di riferimento (art. 32, comma 2, lett. f);
  • sulla base delle predette comunicazioni gli Uffici dell’Autorità hanno avviato una puntuale attività di controllo sul rispetto dell’obbligo di sostituzione in discussione nell’ambito della quale sono state inviate dieci note in data 11 maggio 2009 (prot. da 25006 a 25015) contenenti richieste di informazioni e documentazione integrativa ai distributori che gestivano alcuni impianti;
  • la complessa documentazione pervenuta nel periodo compreso tra il 10 e il 16 giugno 2009 in risposta alle suddette richieste di informazioni – tra le altre, lettera Acegas-Aps S.p.A. 16 giugno 2009 (prot. Autorità 34041/A); lettera Hera S.p.A. 12 giugno 2009 (prot. Autorità 33288); lettera Reti D.E.A. S.r.l. in liquidazione 10 giugno 2009 (prot. Autorità 32880); lettera Società Italiana per il Gas S.p.A. 12 giugno 2009 (prot. Autorità 33311/A) – ha reso necessaria un’approfondita indagine, culminata nella relazione tecnica prodotta da un consulente dell’Autorità in data 15 luglio 2009;
  • in seguito alle verifiche effettuate sulla scorta della suddetta relazione tecnica del 15 luglio 2009, risulta che le società Acegas-Aps, Asec, Hera, Reti D.E.A. in liquidazione, Società Italiana per il Gas non hanno osservato - con riferimento rispettivamente agli impianti di Trieste, Catania, Ferrara, Alessandria e Venezia - l’obbligo di risanare o sostituire almeno il 30% delle condotte in ghisa con giunti canapa e piombo in esercizio al 31 dicembre 2003 previsto dall’art. 2, comma 1 e 11, comma 7, del Testo integrato approvato con deliberazione n. 168/04;
  • sussistono pertanto i presupposti per l’avvio, nei confronti delle suddette società di istruttorie formali per l’irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie ai sensi dell’art. 2, comma 20, lettera c), della legge n. 481/95

DELIBERA

  1. sono avviate cinque istruttorie formali nei confronti delle società Acegas-Aps S.p.a., Asec S.p.A., Hera S.p.A., Reti D.E.A. Srl in liquidazione, Società Italiana per il gas S.p.A. per accertare la violazione degli artt. 2, comma 1 e 11 comma 7 della deliberazione n. 168/04 ed irrogare a ciascuna di esse la relativa sanzione amministrativa pecuniaria;
  2. il responsabile dei procedimenti è il Direttore della Direzione Legislativo e Legale, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 12, comma 1, lettera c), dell’Allegato A alla deliberazione GOP 57/08 e del punto 8.2 della deliberazione n. 328/06;
  3. il termine di durata di ciascuna istruttoria è di 150 (centocinquanta giorni), decorrenti dalla data di ricevimento del presente provvedimento da parte dell’impresa interessata;
  4. i provvedimenti finali saranno adottati entro 60 (sessanta) giorni dal termine delle istruttorie, fissato ai sensi del precedente punto 3;
  5. i soggetti che hanno titolo per partecipare al procedimento, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del d.P.R. n. 244/01, possono accedere agli atti del procedimento presso i locali della Direzione legislativo e legale;
  6. coloro che partecipano al procedimento producendo documenti o memorie, qualora intendano salvaguardare la riservatezza o la segretezza delle informazioni ivi contenute, devono presentare, a pena di decadenza, la richiesta di cui all’articolo 14, comma 7, del d.P.R. n. 244/01, contestualmente alla produzione di tali documenti o memorie o, nel caso di dichiarazioni rese in sede di audizione, non oltre la chiusura della audizione stessa;
  7. chi ne ha titolo può chiedere di essere sentito in sede di audizione finale, ai sensi dell’articolo 10, comma 5, del d.P.R. n. 244/01, qualora ne faccia domanda all’Autorità entro il termine di 30 (trenta) giorni; tale termine decorre dalla data di comunicazione del presente provvedimento, per i soggetti destinatari, ai sensi dell’articolo 4, comma 3, del d.P.R. n. 244/01, e dalla data di pubblicazione del presente provvedimento per gli altri soggetti legittimati ad intervenire al procedimento, ai sensi dell’articolo 4, comma 4, del medesimo d.P.R. n. 244/01;
  8. il presente provvedimento sarà comunicato, mediante plico raccomandato con avviso di ricevimento, alle società
    • Acegas-Aps S.p.a., via del Teatro 5, 34121 Trieste;
    • Asec S.p.A., via Cristoforo Colombo 150, 95121 Catania;
    • Hera S.p.A., via Carlo Berti Pichat 2/4, 40127 Bologna;
    • alla società Reti D.E.A. S.r.l. in liquidazione, via Damiano Chiesa 18, 15100 Alessandria, e ai suoi liquidatori, dott. Lorenzo Repetto, Località Brovetto Superiore, 15060  Castelletto D’Orba (AL); dott. Vincenzo Ottone, via Fratelli Caire 2, 15033 Casale Monferrato (AL); dott. Angelo Gatti, via San Salvatore 31, 15048 Valenza (AL);
    • Società Italiana per il gas S.p.A., Largo Regio Parco 9, 10153 Torino
    e sarà pubblicato sul sito internet dell’Autorità (www.autorita.energia.it).

18 settembre 2009
Il Presidente: Alessandro Ortis