Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 06 ottobre 2009

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera PAS 16/09

Proposta al Ministro dello Sviluppo Economico per la definizione dei valori di acconto, per il quarto trimestre 2009, del costo evitato di combustibile di cui al Titolo II, punto 2, del provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi 29 aprile 1992, n. 6/92

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 24 settembre 2009

Visti:

  • la legge 9 gennaio 1991, n. 9;
  • la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
  • la legge 24 dicembre 2007, n. 244 (di seguito: legge n. 244/07);
  • la legge 23 luglio 2009, n. 99 (di seguito: legge n. 99/09);
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
  • il decreto del Presidente della Repubblica 20 aprile 1994, n. 373;
  • il decreto del Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato 25 settembre 1992;
  • il decreto del Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato 4 agosto 1994 (di seguito: decreto ministeriale 4 agosto 1994);
  • il decreto del Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato 24 gennaio 1997;
  • il decreto del Ministro delle Attività Produttive 24 giugno 2002;
  • il decreto del Ministro delle Attività Produttive 23 marzo 2005;
  • il provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi 29 aprile 1992, n. 6, come modificato e integrato dal decreto ministeriale 4 agosto 1994 (di seguito: provvedimento Cip n. 6/92) e la relativa relazione di accompagnamento;
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) 22 aprile 1999, n. 52/99, come modificata e integrata e la relativa relazione tecnica;
  • la deliberazione dell'Autorità 8 giugno 1999, n. 81/99 (di seguito: deliberazione n. 81/99) e la relativa relazione tecnica;
  • la deliberazione dell'Autorità 17 luglio 2002, n. 137/02, come modificata ed integrata;
  • la deliberazione dell'Autorità 29 novembre 2002, n. 195/02, come modificata ed integrata;
  • la deliberazione dell'Autorità 4 dicembre 2003, n. 138/03, come modificata ed integrata;
  • la deliberazione dell'Autorità 29 dicembre 2005, n. 297/05;
  • la deliberazione dell'Autorità 3 luglio 2006, n. 137/06;
  • la deliberazione dell'Autorità 31 luglio 2006 n. 171/06;
  • la deliberazione dell'Autorità 15 novembre 2006, n. 249/06;
  • la deliberazione dell'Autorità 2 agosto 2007, n. 205/07;
  • la deliberazione dell'Autorità 27 settembre 2007, n. 241/07;
  • la deliberazione dell'Autorità 15 ottobre 2007, n. 260/07;
  • la deliberazione dell'Autorità 22 aprile 2008, ARG/elt 49/08;
  • la deliberazione dell'Autorità 30 luglio 2008, ARG/gas 102/08;
  • la deliberazione dell'Autorità 21 ottobre 2008, ARG/elt 154/08 (di seguito: deliberazione ARG/elt 154/08);
  • la deliberazione dell'Autorità 10 dicembre 2008, ARG/elt 175/08;
  • la deliberazione dell'Autorità 27 aprile 2009, AGI 13/09 (di seguito: deliberazione AGI 13/09);
  • la deliberazione dell'Autorità 28 aprile 2009, ARG/elt 50/09 (di seguito: deliberazione ARG/elt 50/09);
  • la deliberazione dell'Autorità 28 maggio 2009, ARG/gas 64/09;
  • le decisioni della Sezione Sesta del Consiglio di Stato in sede giurisdizionale n. 1275/08 e seguenti;
  • le sentenze del Tar Lombardia n. 3356/09 e seguenti;
  • il documento per la consultazione 19 dicembre 2008, n. 37/08 e le osservazioni pervenute;
  • il parere 9 dicembre 1999 della Sezione prima del Consiglio di Stato, n. 996/99.

Considerato che:

  • l'Autorità, con la deliberazione n. 249/06 ha definito le modalità di aggiornamento, per l'anno 2007, del costo evitato di combustibile di cui al Titolo II, punto 2, del provvedimento Cip n. 6/92 (di seguito: CEC):
    • utilizzando il prezzo medio del combustibile convenzionale, espresso in c€/mc, che risulti coerente con la struttura dei costi del mercato del gas naturale;
    • mantenendo inalterati i valori del consumo specifico (espresso in mc/kWh) definiti dal provvedimento Cip n. 6/92 e dalla deliberazione n. 81/99;
  • il Consiglio di Stato, con le decisioni n. 1275/08 e seguenti, ha confermato la validità della deliberazione n. 249/06;
  • l'articolo 2, comma 141, della legge n. 244/07, stabilisce che, "ai sensi dell'articolo 3, comma 7, della legge 14 novembre 1995, n. 481, a far data dal 1º gennaio 2007, il valore medio del prezzo del metano ai fini dell'aggiornamento del costo evitato di combustibile di cui al titolo II, punto 7, lettera b), del provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi 29 aprile 1992, n. 6, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 109 del 12 maggio 1992, e successive modificazioni, è determinato dall'Autorità, tenendo conto dell'effettiva struttura dei costi nel mercato del gas naturale";
  • l'Autorità, con la deliberazione ARG/elt 154/08, ha previsto di aggiornare il CEC, a partire dall'anno 2008, confermando la metodologia della deliberazione n. 249/06 con alcune modificazioni, al fine di introdurre elementi di flessibilità correlati alle dinamiche del mercato all'ingrosso del gas naturale;
  • la deliberazione ARG/elt 154/08 è stata annullata dal Tar Lombardia con le sentenze n. 3356/09 e seguenti;
  • l'Autorità, con la deliberazione AGI 13/09, ha deciso di proporre ricorso dinanzi al Consiglio di Stato avverso le sentenze del Tar Lombardia n. 3356/09 e seguenti;
  • l'Autorità, con la deliberazione ARG/elt 50/09, ha determinato transitoriamente il valore di conguaglio, per l'anno 2008, del prezzo medio del combustibile convenzionale nel CEC, secondo la formula prevista dalla deliberazione n. 249/06, con salvezza di ogni provvedimento che dovrà essere adottato all'esito del contenzioso sulla delibera ARG/elt 154/08;
  • l'articolo 30, comma 15, della legge n. 99/09 ha previsto che "in conformità a quanto previsto dall'articolo 2, comma 141, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, a decorrere dall'anno 2009, con decreto del Ministro dello sviluppo economico, su proposta dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, è aggiornato trimestralmente il valore della componente del costo evitato di combustibile di cui al provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi n. 6/92 del 29 aprile 1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 109 del 12 marzo 1992, da riconoscere in acconto fino alla fissazione del valore annuale di conguaglio. Tali aggiornamenti sono effettuati sulla base di periodi trimestrali di registrazione delle quotazioni dei prodotti del paniere di riferimento della componente convenzionale relativa al valore del gas naturale di cui al punto 3 della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 154/08 del 21 ottobre 2008 per tener conto delle dinamiche di prezzo dei prodotti petroliferi, tenendo altresì conto dell'evoluzione dell'efficienza di conversione e fermi restando i criteri di calcolo del costo evitato di combustibile di cui alla deliberazione della medesima Autorità n. 249/06 del 15 novembre 2006";
  • ai sensi dell'articolo 30, comma 15, della legge n. 99/09, l'Autorità deve, pertanto, presentare una proposta al Ministro dello Sviluppo Economico per la definizione, a decorrere dal 2009, delle modalità di aggiornamento del CEC:
    • utilizzando il prezzo medio del combustibile convenzionale, espresso in c€/mc, che risulti coerente con la struttura dei costi del mercato del gas naturale, sulla base di quanto già previsto con le deliberazioni ARG/elt 154/08 e n. 249/06;
    • modificando il valore del consumo specifico, espresso in mc/kWh, inizialmente definito dal provvedimento Cip n. 6/92, al fine di tenere conto dell'evoluzione dell'efficienza di conversione;
  • ai sensi dell'articolo 30, comma 15, della legge n. 99/09, la proposta di cui al precedente alinea dovrà riguardare le modalità di aggiornamento del CEC a conguaglio e in acconto a decorrere dall'anno 2009;
  • la formulazione della proposta per la definizione delle modalità di aggiornamento del CEC a conguaglio e in acconto a partire dal conguaglio dell'anno 2009 richiede approfondimenti tuttora in corso di elaborazione.


Ritenuto opportuno:

  • formulare, ai sensi dell'articolo 30, comma 15, della legge n. 99/09, la proposta al Ministro dello Sviluppo Economico limitatamente all'acconto del CEC per il quarto trimestre 2009, rimandando ad un successivo provvedimento la formulazione della proposta per la definizione delle modalità di aggiornamento del CEC a conguaglio e in acconto a partire dal conguaglio dell'anno 2009, in esito agli approfondimenti sopraccitati.


Ritenuto opportuno proporre al Ministro dello Sviluppo Economico, per quanto riguarda la determinazione del valore di acconto del CEC per il quarto trimestre 2009, di:

  • calcolare il valore del CEC in acconto per il quarto trimestre 2009 secondo modalità analoghe a quelle previste dalla deliberazione ARG/elt 50/09;
  • calcolare il valore del CEC, espresso in c€/kWh, pari al prodotto tra:
    1. il prezzo medio del combustibile convenzionale, espresso in c€/mc, calcolato secondo le modalità riportate nei successivi alinea e
    2. i valori del consumo specifico, espressi in mc/kWh, attualmente vigenti, rimandando ad un successivo provvedimento la proposta di nuovi valori che tengano conto dell'evoluzione dell'efficienza di conversione;
  • calcolare il prezzo medio del combustibile convenzionale di cui alla lettera a) del precedente alinea, espresso in c€/mc, pari alla somma delle seguenti tre componenti:
    1. componente relativa al trasporto, pari al valore definito a conguaglio per l'anno 2008 (1,78 c€/mc);
    2. componente relativa al margine di commercializzazione all'ingrosso, pari al valore definito a conguaglio per l'anno 2008 (3,84 c€/mc);
    3. componente convenzionale relativa al valore del gas naturale calcolata aggiornando, al mese di ottobre 2009, il valore di 12,76 c€/mc inizialmente definito dalla deliberazione n. 249/06 (18,64 c€/mc)

DELIBERA

  1. di formulare, ai sensi dell'articolo 30, comma 15, della legge n. 99/09, la proposta al Ministro dello Sviluppo Economico, limitatamente al valore di acconto del CEC per il quarto trimestre 2009, riportata nell'Allegato A al presente provvedimento, rimandando ad un successivo provvedimento la formulazione della proposta per la definizione delle modalità di aggiornamento del CEC a conguaglio e in acconto a partire dal conguaglio per l'anno 2009;
  2. di trasmettere il presente provvedimento al Ministro dello Sviluppo Economico;
  3. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it) decorsi 60 giorni dalla trasmissione di cui al punto 4 ovvero a seguito dell'emanazione del corrispondente decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, qualora abbia luogo entro i predetti 60 giorni.

24 settembre 2009

Il Presidente: Alessandro Ortis