Cerca |  Contatti |  English   

Allegati

Documenti collegati

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 10 febbraio 2009

Delibera ARG/gas 13/09

Approvazione di una proposta di modifica del codice di stoccaggio predisposto dalla società Edison Stoccaggio S.p.A. ai sensi della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 6 settembre 2005, n. 185/05

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 3 febbraio 2009

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, in particolare l'articolo 12, comma 7 (di seguito: decreto legislativo n. 164/00);
  • il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2001, n. 244;
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) 21 giugno 2005, n. 119/05, come successivamente integrata e modificata (di seguito: deliberazione n. 119/05);
  • la deliberazione dell'Autorità 6 settembre 2005, n. 185/05 (di seguito: deliberazione n. 185/05);
  • la deliberazione dell'Autorità 16 ottobre 2006, n. 116/07 (di seguito: deliberazione n. 116/07) di approvazione del codice di stoccaggio di Edison Stoccaggio S.p.A. (di seguito: Edison Stoccaggio).

Considerato che:

  • l'articolo 12, comma 7, del decreto legislativo n. 164/00 attribuisce all'Autorità il potere di verificare la conformità dei codici di stoccaggio predisposti dalle imprese di stoccaggio con la disciplina di accesso e di erogazione del servizio medesimo dalla stessa definita; e che tale disciplina è contenuta nella deliberazione n. 119/05;
  • l'articolo 19, comma 6, della deliberazione n. 119/05 prevede che il codice di stoccaggio approvato ovvero modificato viene pubblicato dall'Autorità sul proprio sito internet e acquista efficacia dal giorno della sua pubblicazione;
  • con la deliberazione n. 185/05 l'Autorità ha definito le disposizioni generali in tema di qualità del gas naturale;
  • Edison Stoccaggio ha trasmesso all'Autorità, con comunicazione del 27 settembre 2007 (prot. Autorità n. 25933), una proposta di modifica del proprio codice di stoccaggio allo scopo di recepire le disposizioni di cui alla deliberazione n. 185/05;
  • con comunicazione del 14 gennaio 2009 (prot. Autorità n. 2488 del 19 gennaio 2009) Edison Stoccaggio, a fronte di rilievi avanzati dagli uffici dell'Autorità nell'ambito di appositi incontri di approfondimento, ha trasmesso una versione rivista della proposta di modifica del proprio codice di stoccaggio al fine di assicurare l'opportuna coerenza alle disposizioni di cui alla citata deliberazione n. 185/05, nonché tenere conto delle modifiche impiantistiche apportate all'impianto di Cellino e procedere alla correzioni di alcuni errori materiali al testo del codice di stoccaggio (riferimento Edison Stoccaggio proposta n. 8).

Ritenuto che:

  • sia riscontrata la conformità della proposta, pervenuta da Edison Stoccaggio con comunicazione datata 14 gennaio 2009, con le disposizioni generali in tema di qualità del gas naturale di cui alla deliberazione n. 185/05.

DELIBERA

  1. di considerare positivamente verificata e conseguentemente di approvare per quanto di competenza la proposta di aggiornamento del codice di stoccaggio nella versione presentata da Edison Stoccaggio con comunicazione datata 14 gennaio 2009 ed allegata al presente provvedimento (Allegato A);
  2. di pubblicare sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it) il presente provvedimento e la versione aggiornata del codice di stoccaggio ai sensi di quanto disposto al precedente punto 1;
  3. di notificare il presente provvedimento, mediante plico raccomandato con avviso di ricevimento, alla società Edison Stoccaggio S.p.A., con sede legale in Foro Buonaparte 31, 20121 Milano, in persona del legale rappresentante pro tempore.

Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso davanti al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, ai sensi dell'articolo 2, comma 25, della legge 14 novembre 1995, n. 481, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di notifica del medesimo provvedimento.

3 febbraio 2009
Il Presidente: Alessandro Ortis