Cerca |  Contatti |  English   

Allegati

Documenti collegati

Comunicati stampa

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 04 luglio 2008

Delibera GOP 36/08

Misure per la semplificazione delle attività di regolazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas: prima ricognizione dei provvedimenti, relativi agli anni 2005, 2006 e 2007, che hanno esaurito i loro effetti

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 3 luglio 2008

Visti:

  • l'art. 97 della Costituzione, nella parte in cui sancisce il principio generale del buon andamento e dell' imparzialità dell'azione amministrativa;
  • la legge 7 agosto 1990, n. 241, come successivamente modificata ed integrata, recante "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi", nella parte in cui stabilisce, in particolare, i principi di economicità, efficacia, pubblicità e trasparenza dell'azione amministrativa;
  • la legge 14 novembre 1995, n. 481 recante "Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità. Istituzione delle Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità";
  • il decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 recante "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria";
  • il documento della Commissione Europea del 14 novembre 2006, titolato "Premier rapport sur la mise en œuvre de la stratégie de simplification de l'environnement réglementaire";
  • il documento del Senato della Repubblica, maggio 2008, titolato "La semplificazione normativa";
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas ( di seguito: l'Autorità) 8 gennaio 2008, n. GOP 1/08, recante "Adozione del Piano Strategico Triennale 2008-2010 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas" (di seguito Piano Strategico Triennale), nella parte in cui, in particolare, pone, come obiettivo strategico, il miglioramento della qualità della regolazione, anche attraverso la sua semplificazione;
  • la determinazione del Direttore Generale 12 febbraio 2008, n. 13/2008, recante "Istituzione di un Nucleo interdirezionale per la semplificazione della regolazione" (di seguito: Nucleo per la semplificazione);
  • il programma di lavoro elaborato dal Nucleo per la semplificazione, sulla base degli indirizzi forniti dal Collegio e delle direttive del Segretario Generale, sentito il Direttore Generale.

Considerato che:

  • il tema generale della semplificazione amministrativa è, da qualche anno, al centro di iniziative di natura legislativa e amministrativa, a livello sia comunitario che nazionale;
  • gli obiettivi di "miglior regolazione" e semplificazione degli atti normativi rientrano nell'ambito della cosiddetta "strategia di Lisbona", elaborata dal Consiglio europeo nel marzo del 2000 e sviluppata dai Consigli europei degli anni successivi;
  • l'esercizio delle funzioni di regolazione da parte dell'Autorità ha comportato, nel tempo, la produzione di un corpo normativo complesso, sia attraverso la successione di discipline regolatorie innovative che in esito ad attività provvedimentali di manutenzione dell'assetto regolatorio esistente;
  • tali processi hanno determinato, tra l'altro, una diversificazione qualitativa e strutturale dei provvedimenti adottati;
  • in ragione di quanto sopra descritto, è emersa la necessità, anche per l'Autorità, di adottare misure volte alla semplificazione delle attività di regolazione, tra le quali la ricognizione dei provvedimenti che hanno esaurito i propri effetti. Ciò anche per rispondere all'obiettivo di garantire, ai soggetti interessati, la più agevole ricerca e consultazione delle discipline regolatorie effettivamente vigenti.

Ritenuto opportuno:

  • procedere, anche in linea con le più recenti disposizioni normative in tema di semplificazione, ad una ricognizione complessiva dei provvedimenti dell'Autorità che hanno esaurito i loro effetti;
  • articolare tale ricognizione, stante la numerosità dei predetti provvedimenti, in più fasi, suddivise per anni di riferimento;
  • effettuare la prima ricognizione con riferimento ai provvedimenti adottati dall'Autorità negli anni 2005, 2006 e 2007;
  • disporre che il Nucleo per la semplificazione effettui ulteriori ricognizioni, con riguardo sia ai provvedimenti relativi agli anni non compresi da tale prima ricognizione, sia ai provvedimenti relativi agli anni 2005, 2006 e 2007 che abbiano, successivamente a tale prima ricognizione, esaurito i loro effetti;
  • garantire, ai soggetti interessati, la più ampia pubblicità di tale ricognizione, anche attraverso specifiche misure di evidenza sul sito internet dell'Autorità

DELIBERA

  1. di accertare e dichiarare, in esito ad una prima ricognizione, che i provvedimenti dell'Autorità di cui all'Allegato A, relativi agli anni 2005, 2006 e 2007 hanno esaurito i propri effetti. Sono fatti salvi gli effetti dei provvedimenti sanzionatori, ai fini della valutazione di eventuali reiterazioni delle violazioni.
  2. di dare mandato al Direttore della Direzione Comunicazione ed Eventi di adottare ogni misura atta a garantire, ai soggetti interessati, la più ampia pubblicità di tale ricognizione, anche attraverso specifiche misure di evidenza sul sito internet dell'Autorità;
  3. di dare mandato al Nucleo per la semplificazione di effettuare ulteriori ricognizioni, con riguardo sia ai provvedimenti relativi agli anni non compresi da tale prima ricognizione, sia ai provvedimenti relativi agli anni 2005, 2006 e 2007 che abbiano, successivamente a tale prima ricognizione, esaurito i loro effetti;
  4. di pubblicare il presente provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it).

3 luglio 2008
Il Presidente: Alessandro Ortis