Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 07 giugno 2007

Delibera n. 130/07

Approvazione della proposta di Terna recante modalità tecniche, economiche e procedurali per la conclusione di contratti di approvvigionamento a termine delle risorse di dispacciamento, ai sensi dell'articolo 60, comma 60.6, della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 9 giugno 2006, n. 111/06

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 6 giugno 2007

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
  • il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004 (di seguito: DPCM 11 maggio 2004);
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) 30 dicembre 2003, n. 168/03 (di seguito: deliberazione n. 168/03);
  • la deliberazione dell'Autorità 9 febbraio 2005, n. 19/05;
  • la deliberazione dell'Autorità 24 marzo 2005, n. 50/05;
  • la deliberazione dell'Autorità 9 giugno 2006, n. 111/06 (di seguito: deliberazione n. 111/06);
  • la deliberazione dell'Autorità 27 dicembre 2006, n. 314/06 (di seguito: deliberazione n. 314/06);
  • la deliberazione dell'Autorità 27 marzo 2007, n. 73/07 (di seguito: deliberazione n. 73/07);
  • la proposta preliminare della società Terna S.p.A. (di seguito: Terna) recante le modalità per la conclusione di contratti di approvvigionamento a termine delle risorse per il servizio di dispacciamento ai sensi della deliberazione n. 314/06, del 31 gennaio 2007, prot. Autorità n. 2747, del 2 febbraio 2007 (di seguito: proposta preliminare 31 gennaio 2007);
  • la proposta finale di Terna recante le modalità per la conclusione di contratti di approvvigionamento a termine delle risorse per il servizio di dispacciamento ai sensi della deliberazione n. 73/07, del 13 aprile 2007, prot. Autorità n. 10216 del 23 aprile 2007 (di seguito: proposta finale 13 aprile 2007);
  • la nota della Direzione Mercati dell'Autorità recante richiesta di chiarimenti in merito alla proposta finale 13 aprile 2007, dell'8 maggio 2007, prot. Autorità n. 2129 in pari data (di seguito: nota 8 maggio 2007);
  • la lettera di Terna in data 21 maggio 2007, prot. n. TE/P2007006258, prot. Autorità n. 12459, del 22 maggio 2007, recante i chiarimenti richiesti dalla Direzione Mercati dell'Autorità con la nota 8 maggio 2007 (di seguito: lettera 21 maggio 2007).

Considerato che:

  • l'articolo 22, comma 22.5, della deliberazione n. 168/03 riconosceva a Terna la facoltà di concludere contratti di approvvigionamento a termine di risorse per il servizio di dispacciamento, purché con modalità tecniche, economiche e procedurali approvate dall'Autorità in base alla procedura di cui al comma 22.6 della medesima deliberazione;
  • con la proposta preliminare 31 gennaio 2007, Terna ha anticipato all'Autorità una descrizione sommaria delle tipologie di contratti di approvvigionamento a termine di risorse per il servizio di dispacciamento che riteneva opportuno aggiudicare mediante apposite procedure concorsuali ai sensi del comma 22.5 della deliberazione n. 168/03;
  • l'articolo 60, comma 60.5, della deliberazione n. 111/06, che abroga la deliberazione n. 168/03 a decorrere dal 1 maggio 2007, riconosce a Terna la medesima facoltà di cui al comma 22.5 della deliberazione n. 168/03;
  • con la proposta finale 13 aprile 2007, Terna ha comunicato all'Autorità la struttura definitiva delle tipologie di contratti di approvvigionamento a termine di risorse per il servizio di dispacciamento che riteneva opportuno aggiudicare mediante apposite procedure concorsuali ai sensi del comma 60.5 della deliberazione n. 111/06;
  • l'articolo 60, comma 60.6, della deliberazione n. 111/06 prevede che l'Autorità si pronunci sulla proposta trasmessa da Terna entro 15 (quindici) giorni dalla data di ricevimento della medesima e che, decorso inutilmente tale termine, la proposta si intende approvata;
  • con la nota 8 maggio 2007 la Direzione Mercati dell'Autorità ha richiesto a Terna di chiarire taluni aspetti della proposta finale 13 aprile 2007 e, in particolare, di chiarire i presupposti e i criteri alla base della determinazione dei corrispettivi di inadempimento;
  • con la lettera 21 maggio 2007 Terna ha fornito all'Autorità chiarimenti in merito alle scelte alla base di taluni aspetti della proposta finale 13 aprile 2007;
  • l'articolo 60, comma 60.5, della deliberazione n. 111/06 stabilisce che le modalità tecniche, economiche e procedurali adottate da Terna per la conclusione di contratti di approvvigionamento a termine di risorse per il servizio di dispacciamento devono essere conformi agli obiettivi e ai criteri di cui al comma 60.2 della medesima deliberazione;
  • gli obiettivi di cui al comma 60.2 della deliberazione n. 111/06 includono l'obiettivo di minimizzazione degli oneri e massimizzazione dei proventi conseguenti alle attività di approvvigionamento delle risorse per il dispacciamento e l'obiettivo di offrire un segnale trasparente del valore economico delle risorse necessarie per il sistema elettrico, differenziandolo in base alle diverse prestazioni che ciascuna risorsa rende al sistema;
  • per l'approvvigionamento di risorse per la riserva di potenza reattiva e la risoluzione delle congestioni a programma, la proposta finale 13 aprile 2007 prevede l'approvvigionamento mediante apposite procedure concorsuali del seguente prodotto:
    • presenza in servizio;
  • per l'approvvigionamento di risorse per la riserva di potenza attiva, la proposta finale 13 aprile 2007 prevede l'approvvigionamento a termine mediante apposite procedure concorsuali dei seguenti prodotti:
    • riserva di sostituzione rotante;
    • riserva di sostituzione fredda;
    • riserva di sostituzione senza specificazione di stato;
    • riserva pronta senza vincoli di gradiente.

Ritenuto che sia opportuno:

  • che Terna fissi dei limiti massimi di spesa per ogni quantitativo di riserva approvvigionato a termine in base alle previsioni di spesa sull'acquisto di un analogo ammontare su MSD e informi l'Autorità sulle ipotesi poste alla base delle simulazioni effettuate per fissare tali limiti massimi;
  • estendere la durata dei contratti non oltre il 31 dicembre 2007;
  • prevedere la facoltà per Terna di stipulare contratti a termine anche su base pluriennale con riferimento a capacità di produzione di nuova realizzazione

DELIBERA

  1. di approvare la proposta finale 13 aprile 2007 a condizione che Terna:
    1. stipuli contratti aventi una durata non superiore al 31 dicembre 2007;
    2. individui dei limiti massimi di spesa per ogni quantitativo di riserva approvvigionato a termine in base alla spesa sostenuta per l'acquisto di un analogo ammontare su MSD nello stesso periodo dell'anno 2006 e informi l'Autorità sulle ipotesi poste alla base delle simulazioni effettuate per individuate tali limiti massimi;
  2. di prevedere che, in caso i limiti massimi di spesa di cui al punto precedente fossero superati ovvero Terna ricevesse offerte manifestamente insufficienti rispetto al fabbisogno di risorse per il servizio di dispacciamento prestabilito, Terna proceda alla stipula dei contratti solo previo assenso dell'Autorità;
  3. di richiedere a Terna l'invio di una proposta per la conclusione di contratti di approvvigionamento a termine delle risorse di dispacciamento che preveda anche:
    1. la definizione di procedure finalizzate alla conclusione di contratti di durata pluriennale con riferimento a capacità produttiva afferente a nuove unità termoelettriche di tipo turbogas a ciclo aperto da realizzarsi in tempi predefiniti e opportunamente localizzate sulla rete nazionale, nella titolarità di utenti del dispacciamento non pivotali ai fini del soddisfacimento del fabbisogno di riserva di potenza attiva;
    2. la definizione di opportuni meccanismi di incentivazione per Terna legati agli esiti di tali procedure;
  4. di trasmettere il presente provvedimento a Terna;
  5. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it), affinché entri in vigore dalla data della sua pubblicazione.