Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Comunicati stampa

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 05 ottobre 2006

Delibera n. 217/06

Avvio di istruttoria conoscitiva sul disservizio verificatosi sul territorio della Sicilia il giorno 17 luglio 2006

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 4 ottobre2006

Visti:

  • la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003, relativa a norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica e che abroga la direttiva 96/92/CE;
  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo n.79/99;
  • il decreto legge 29 agosto 2003, n. 239, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n. 290;
  • il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004 recante criteri, modalità e condizioni per l'unificazione della proprietà e della gestione della rete elettrica nazionale di trasmissione;
  • il decreto del Ministro delle Attività Produttive 20 aprile 2005 recante concessione al Gestore della rete delle attività di trasmissione e di dispacciamento dell'energia elettrica nel territorio nazionale ed il relativo allegato, in vigore dalla data di avvenuta unificazione tra proprietà e gestione della rete di trasmissione nazionale (di seguito: RTN), vale a dire dall'1 novembre 2005;
  • la delibera 20 maggio 1997, n. 61/97, recante disposizioni generali in materia di svolgimento dei procedimenti per la formazione delle decisioni di competenza dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità);
  • l'Allegato A alla deliberazione dell'Autorità 30 dicembre 2003, n. 168/03, come successivamente modificato ed integrato;
  • l'Allegato A alla deliberazione dell'Autorità 30 dicembre 2004, n. 250/04 (di seguito: deliberazione n. 250/04);
  • la deliberazione dell'Autorità 29 aprile 2005, n. 79/05;
  • la deliberazione dell'Autorità 28 ottobre 2005, n. 226/05;
  • la nota inviata dalla società Terna S.p.A (di seguito: Terna) all'Autorità (prot. TE/P2006010021 del 31 luglio 2006) contenente una Relazione tecnica di "Analisi disservizio Area Sicilia del 17 luglio 2006 ore 18:56".

Considerato che:

  • il giorno 17 luglio 2006 un disservizio di vaste proporzioni ha interessato il sistema elettrico della Sicilia, comportando un'interruzione del servizio elettrico per un elevato numero di utenti e per una durata di circa 3 ore, per un totale di energia non servita (stimata da Terna) di circa 750 MWh;
  • ai sensi dell'articolo 35 dell'Allegato A alla deliberazione n. 250/04, il disservizio di cui al precedente alinea è tale da essere classificato come "incidente rilevante" e, pertanto, Terna, in attuazione delle disposizioni di cui alla predetta deliberazione in occasione di incidenti rilevanti, ha predisposto e trasmesso all'Autorità e al Ministero per lo Sviluppo Economico una Relazione tecnica circa l'incidente rilevante predetto;
  • dalla suddetta Relazione di cui al precedente alinea si evince che il disservizio sarebbe stato innescato dalla perdita contemporanea di tutti e quattro i gruppi della centrale di Priolo Gargallo di cui è titolare la società Enel Produzione Spa (di seguito: Enel Produzione), dovuta - secondo una relazione di Enel Produzione allegata alla relazione di Terna - ad una anomalia del sistema di controllo principale, riferibile a sua volta ad una violenta perturbazione elettromagnetica da fulminazione occorsa all'interno o in prossimità della centrale;
  • la suddetta Relazione richiede un completamento conoscitivo, in particolare relativamente ai seguenti punti con riferimento al disservizio verificatosi il giorno 17 luglio 2006:
    1. lo stato del sistema elettrico della Sicilia al momento del disservizio e le modalità di applicazione del criterio di sicurezza N-1;
    2. lo stato diavanzamento dei lavori di manutenzione sulla linea 220 kV Sorgente-Misterbianco, fuori servizio al momento del disservizio;
    3. la verifica del corretto funzionamento dei sistemi di protezione con evidenza di eventuali anomalie;
    4. la verifica circa l'eventuale mancataeffettuazione, da parte di soggetti titolari di unità di produzione e/o di reti elettriche di distribuzione, di ordini impartiti da Terna in occasione della fase di ripresa del servizio;
    5. le misure adottate per la protezione da perturbazioni elettromagnetiche sul medesimo sistema e l'effettiva condizione di ridondanza negli apparati del sistema di controllo principale della centrale di Priolo Gargallo;
    e con riferimento ad aspetti di natura prescrittiva:
    1. la possibilità di adozione di misure particolari mirate al rafforzamento preventivo del funzionamento del sistema elettrico della Sicilia, in particolare in occasione di perturbazioni meteorologiche di particolare intensità;
    2. le azioni future come indicate da Terna, anche di carattere strutturale, per evitare il ripetersi di situazioni analoghe.

Ritenuto che:

  • sia opportuno avviare un'istruttoria conoscitiva sul disservizio verificatosi sul territorio della Sicilia il giorno 17 luglio 2006 finalizzata all'acquisizione di informazioni e dati utili alla completa ricostruzione dei fatti

DELIBERA

  1. di avviare un'istruttoriaconoscitiva sul disservizio verificatosi sul territorio della Sicilia il giorno 17 luglio 2006 finalizzata all'acquisizione di informazioni e dati utili alla completa ricostruzione dei fatti;
  2. di acquisire nell'ambito dell'istruttoria conoscitiva di cui al punto 1 informazioni e dati relativamente:
    1. allo stato del sistema elettrico della Sicilia al momento del disservizio e alle modalità di applicazione del criterio di sicurezza N-1;
    2. allo stato di avanzamento dei lavori di manutenzione sulla linea 220 kV Sorgente-Misterbianco, fuori servizio al momento del disservizio;
    3. alla verifica del corretto funzionamento dei sistemi di protezione con evidenza di eventuali anomalie;
    4. alla verifica circa l'eventuale mancata effettuazione, da parte di soggetti titolari di unità di produzione e/o di reti elettriche di distribuzione, di ordini impartiti da Terna in occasione della fase di ripresa del servizio;
    5. alle misure adottate per la protezione da perturbazioni elettromagnetiche sul medesimo sistema e l'effettiva condizione di ridondanza negli apparati del sistema di controllo principale della centrale di Priolo Gargallo;
    6. alla possibilità di adozione di misure particolari mirate al rafforzamento preventivo del funzionamento del sistema elettrico della Sicilia, in particolare in occasione di perturbazioni meteorologiche di particolare intensità;
    7. alle azioni future come indicate da Terna, anche di carattere strutturale, per evitare il ripetersi di situazioni analoghe;
    nonché ogni altra informazione utile in relazione allo svolgimento dell'istruttoria conoscitiva;
  3. di conferire mandato al Direttore della Direzione Energia Elettrica, con il supporto del Direttore della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio dell'Autorità, di procedere alle richieste di informazioni, alle convocazioni dei soggetti e all'organizzazione degli incontri ritenuti necessari, fissandone le modalità in relazione alle esigenze di conduzione e sviluppo dell'istruttoria conoscitiva di cui al punto 1;
  4. di prevedere, qualora ciò sia opportuno, per alcuni aspetti della presente istruttoria conoscitiva, analisi e valutazioni tecniche da effettuare con il supporto di servizi di consulenza esterni;
  5. di prevedere che la presente istruttoria conoscitiva venga conclusa entro 6 (sei) mesi dal suo avvio, salvo tempi più lunghi che si rendano necessari per le analisi e valutazioni tecniche.
  6. di prevedere che i risultati vengano diffusi anche allo scopo di contribuire ad incrementare l'efficienza della gestione in sicurezza del sistema elettrico della Sicilia e nazionale;
  7. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it).