Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 06 marzo 2006

Delibera n. 44/06

Verifica di proposte di progetto e di programma di misura per progetti di efficienza energetica presentate ai sensi dell'Allegato A, alla deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 28-02-2006

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481/95;
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
  • i decreti ministeriali 24 aprile 2001;
  • il decreto ministeriale 20 luglio 2004 recante "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi per l'incremento dell'efficienza energetica negli usi finali di energia, ai sensi dell'art. 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79" (di seguito: decreto ministeriale elettrico);
  • il decreto ministeriale 20 luglio 2004 recante "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili, di cui all'art. 16, comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164" (di seguito: decreto ministeriale gas);
  • la legge 23 agosto 2004, n. 239.
  • la deliberazione 11 luglio 2001, n. 156/01;
  • la deliberazione 11 luglio 2001, n. 157/01;
  • la deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03 (di seguito: deliberazione n. 103/03) e successive modifiche ed integrazioni;
  • la deliberazione 16 dicembre 2004, n. 219/04 (di seguito: deliberazione n. 219/04);
  • la deliberazione 11 gennaio 2006, n. 4/06 (di seguito: deliberazione n. 4/06).

Considerato che:

  • l'articolo 5, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 stabilisce che il distributore persegue gli obiettivi di incremento dell'efficienza negli usi finali attraverso progetti che prevedono misure e interventi ricadenti tipicamente nelle tipologie elenc ate nell'allegato 1 ai decreti stessi;
  • l'articolo 5, comma 4, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 stabilisce che non sono altresi ammissibili progetti ai quali siano stati riconosciuti contributi in conto capitale in data antecedente alla data di entrata in vigore del presente provvedimento;
  • l'articolo 4, comma 3, del decreto ministeriale elettrico e l'articolo 4, comma 2, del decreto ministeriale gas, stabiliscono che ai fini del conseguimento degli obiettivi di cui rispettivamente al comma 2 del medesimo articolo del decreto ministeriale elettrico e dell'articolo 3, comma 4, del decreto ministeriale gas, sono validi esclusivamente i progetti predisposti, valutati e certificati secondo le modalita di cui all'articolo 5, comma 6, degli stessi decreti;
  • l'articolo 14, comma 2, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004, stabilisce che sono fatti salvi i procedimenti avviati dall'Autorita per l'energia elettrica e il gas, quelli in corso e i provvedimenti emanati dalla medesima Autorita per l'energia elettrica e il gas in attuazione dei decreti ministeriali 24 aprile 2001;
  • l'articolo 6, comma 1, dell'Allegato A, alla deliberazione n. 103/03, dispone che i metodi di valutazione a consuntivo consentono di quantificare il risparmio netto conseguibile attraverso uno o piu interventi in conformita ad un programma di misura proposto dal soggetto titolare del progetto unitamente ad una descrizione del progetto medesimo (di seguito: proposta di progetto e di programma di misura), approvato dal soggetto responsabile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi;
  • l'articolo 6, comma 2, lettere da a) a f), delle Linee guida, indica le informazioni minime che devono essere contenute nella proposta di progetto e di programma di misura di cui al precedente alinea, che viene presentata dal soggetto titolare del progetto al soggetto respons abile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi attraverso la scheda tipo di cui al comma 3 del medesimo articolo, pubblicata dall'Autorita sul proprio sito internet (www.autorita.energia.it);
  • sulla base di quanto disposto dalle Linee guida i metodi di valutazione a consuntivo si basano, in primo luogo, sul calcolo dei risparmi di energia attraverso la misura dei consumi prima e dopo l'intervento o gli interventi, depurati dagli effetti di fattori non correlati all'intervento stesso e dei risparmi che si stima si sarebbero comunque verificati, anche in assenza del progetto, per effetto dell'evoluzione tecnologica, normativa e di mercato;
  • l'articolo 8, comma 1, dell'Allegato A, alla deliberazione n. 103/03 (di seguito: Linee guida) dispone che ai fini del calcolo dei risparmi conseguibili attraverso gli interventi di cui all'articolo 5, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004, vengono applicati i valori di potere calorifico inferiore riportati nella tabella 1 di cui alla medesima deliberazione;
  • l'articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004, stabilisce che i costi sostenuti dai distributori di energia elettrica e di gas naturale per la realizzazione dei progetti di cui ai medesimi decreti possono trovare copertura sulle componenti delle tariffe per il trasporto e la distribuzione dell'energia elettrica e del gas naturale secondo criteri stabiliti dall'Autorita, e che l'Autorita ha definito l'entita e i criteri per l'erogazione di tale contributo tariffario con deliberazione n. 219/04.

Considerato che:

  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4015 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1433);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3616) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022655 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T021) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03 e che le richieste di verifica e certificazione vengano trasmesse all'Autorita per un numero massimo di cinque anni;
  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Aut orita n. 4019 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 febbraio 2005 (prot. Autorita RM/M05/1421);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3618) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022651 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T020) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida a condizione che i valori di pote re calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4013 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T003;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1422);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3619) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022652 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T019) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, co n la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4018 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T005;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1420);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3615) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022650 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T 015) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03 e che il valore del coefficiente "fc" venga fissato pari a 0,148 tep/MWhe nel casi in cui parte dell'energia elettrica prodotta venga venduta al di fuori dell'impianto considerato;
  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4017 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T006;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1424);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3614) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse sta to fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022653 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T018) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • in data 22 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4016 del 28 febbraio 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T007;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1425);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 9 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3617) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Enel Si S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di p rogetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022654 del 03 ottobre 2005) la societa Enel Si S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T013) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4180 del 2 marzo 2005) la societa AGSM Rete Gas S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 20 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1420);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 12 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3646) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AGSM Rete Gas S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 gior ni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 11 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 024122 del 17 ottobre 2005) la societa AGSM Rete Gas S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T002) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4183 del 02 marzo 2005) la societa Societa Italiana per il Gas S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001, dando contestualmente comunicazione di aver inoltrato al Ministero delle Attivita Produttive e al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio una richiesta di verifica preliminare di conformita del progetto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ricevuto per conoscenza dai competenti Ministeri, in data 18 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 24237) indicazioni positive circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con la precisazione che "il parere positivo di conformita fa riferimento esclusivamente alla possibile riduzione dei consumi di energia primaria dovuta agli interventi di regolazione e ottimizzazione sui suddetti dispositivi di preriscaldo";
  • con nota in data 6 dicembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/5110) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Societa Italiana per il Gas S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 23 dicembre 2005 (prot. Autorita n. 30538 del 28 dicembre 2005) la Societa Italiana per il Gas S.p.a. ha richiesto una proroga di gg. 15 della scadenza entro la quale inviare le informazioni richieste;
  • con nota in data 2 gennaio 2006 (prot. Autorita RM/M06/10) gli uffici dell'Autorita hanno comunicato alla societa Societa Italiana per il Gas S.p.a. la concessione della proroga nei termini richiesti;
  • con comunicazione in data 09 gennaio 2006 (prot. Autorita n. 1101 del 17 gennaio 2006) la societa Societa Italiana per il Gas S.p.a. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T003) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4177 del 02 marzo 2005) la societa Generale Energia S.p.A. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valuta zioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1430);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 12 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3645) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Generale Energia SpA alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022323 del 29 settembre 2005) la societa Generale Energia S.p.A. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T002) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4174 del 02 marzo 2005) la societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, p rima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1432);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 20 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3716) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 06 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 023235 del 07 ottobre 2005) la societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T002_rev1) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4270 del 03 marzo 2005) la societa Energia Plus Roma S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T007;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto prop osto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 28 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1750);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, gli uffici dell'Autorita hanno comunicato (con lettera del 19 settembre 2005, prot. Autorita RM/M05/3679) alla societa Energia Plus Roma S.r.l. la non rispondenza del programma di misura proposto per uno dei due interventi oggetto della proposta alle caratteristiche di un programma di misura a consuntivo e hanno richiesto alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito al programma di misura relativo al secondo intervento oggetto della proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati la proposta sarebbe stata rigettata;
  • con comunicazione in data 28 settembre 2005 (prot. Autorita n. 022445 del 30 settembre 2005) la societa Energia Plus Roma S.r.l. ha trasmesso documentazione esclusivamente a mezzo posta senza che sia stata inoltrata agli uffici dell'Autorita, attraverso il sistema telematico appositamente predisposto per la gestione dei decreti ministeriali 20 luglio 2004, la proposta di progetto e di programma di misura sostitutiva di quella avente codice 05T007;
  • con lettera del 13 ottobre 2005, (prot. Autorita RM/M05/4070 gli uffici dell'Autorita hanno comunicato alla societa Energia Plus Roma S.r.l. la necessita di provvedere all'inoltro della proposta di cui al precedente alinea attraverso il sistema t elematico entro e non oltre 10 giorni dalla data di tale comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati la proposta sarebbe stata rigettata;
  • con comunicazione in data 22 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 025632 del 28 ottobre 2005) la societa Energia Plus Roma S.r.l. ha trasmesso una nuova proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T010) con modifiche e integrazioni rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi formulati, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4181 del 02 marzo 2005) la societa Agac S.p.A. (successivamente fusa per incorporazione nella societa Enia S.p.A.) ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 29 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1773);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, gli uffici dell'Autorita hanno richiesto (con lettera del 19 settembre 2005, prot. Autorita RM/M05/3680) alla societa Enia S.p.A. alcuni approfondimenti e alcune modifiche relativamente alla proposta presentata, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulat a sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il rigetto della proposta;
  • con comunicazione in data 11 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 025917 del 14 ottobre 2005) la societa Enia S.p.A. ha trasmesso una nuova proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T006) con integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi formulati, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita n. 8765 del 14 aprile 2005) la societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T003;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 12 maggio 2005 (prot. Autorita RM/M05/2011);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 23 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3773) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 06 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 023234 del 07 ottobre 2005) la societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T003_rev1) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 21 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 25117 del 25 ottobre 2005) la societa Interesco S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T004;
  • con nota in data 21 dicembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/5321) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Interesco S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 29 dicembre 2005 (prot. Autorita n. 124 del 02 gennaio 2006) la societa Interesco S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T004_rev1) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la consegu enza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 24 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 25258 del 26 ottobre 2005) la societa Interesco S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T005;
  • con nota in data 23 dicembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/5352) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Interesco S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • con comunicazione in data 29 dicembre 2005 (prot. Autorita n. 124 del 02 gennaio 2006) la societa Interesco S.r.l. ha trasmesso una proposta di progetto e di programma di misura (codice proposta 05T005_rev1) contenente integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 22 settembre 2005 (prot. Autorita n. 21831 del 23 settembre 2005) la societa Acea Reti e Servizi Energetici S.p.A. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002 che risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 22 settembre 2005 (prot. Autorita n. 21904 del 26 settembre 2005) la societa AEM Torino S.p.A. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T006 che risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 18 dicembre 2005 (prot. Autorita n. 30119 del 21 dicembre 2005) la societa Energia Plus Roma S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T012 che risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 19 dicembre 2005 (prot. Autorita n. 30410 del 23 dicembre 2005) la societa Ital Green Energy S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001 che risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 03 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 22663 del 03 ottobre 2005) la societa Bmach S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con nota in data 28 novembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/4934) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Bmach S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa Bmach S.r.l. con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non fornisce adeguate informazioni sugli impianti pre-esistenti gli interventi di sostituzione e sulle condizioni di funzionamento prec edenti all'intervento; non identifica chiaramente i parametri che si propongono di misurare per il calcolo dei risparmi energetici conseguiti dal progetto; non fornisce indicazioni su come si intende procedere per valutare la sola quota parte di risparmi addizionali; non fornisce informazioni esaurienti in materia di modalita di misurazione dei parametri di cui e prevista la misurazione; non fornisce informazioni esaurienti relativamente alla documentazione che si propone di trasmettere all'Autorita e a quella che si propone di conservare;
  • in data 03 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 22640 del 03 ottobre 2005) la societa MIRC 2050 di Danesi sas ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T003;
  • con nota in data 28 novembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/4936) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa MIRC 2050 di Danesi sas alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa MIRC 2050 di Danesi sas con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non fornisce adeguate informazioni sugli interventi oggetto del progetto; non fornisce evidenza del rispetto di quanto previsto dall'art. 6 dei DM 20/07/04; non identifica chiaramente i parametri che si propongono di misurare e il pr ogramma di misura per il calcolo dei risparmi energetici conseguiti dal progetto; non descrive come si intende depurare il confronto tra i consumi energetici misurati prima e dopo l'intervento dagli effetti di fattori non correlati all'intervento stesso e tener conto della quota parte di risparmi non addizionali; non fornisce informazioni esaurienti in materia di modalita di misurazione dei parametri di cui e prevista la misurazione; non fornisce informazioni esaurienti relativamente alla documentazione che si propone di trasmettere all'Autorita e a quella che si propone di conservare;
  • in data 25 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4140 del 01 marzo 2005) la societa Bergamo Ambiente e Servizi S.p.A. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 20 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1617);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 12 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3644) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Bergamo Ambiente e Servizi S.p.A. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fo sse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa Bergamo Ambiente e Servizi S.p.A. con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non contiene informazioni relative all'ubicazione delle utenze servite e alla strumentazione e alle modalita utilizzate per le misurazioni dei flussi energetici; non fornisce adeguate informazioni sugli impianti termici pre-esistenti gli interventi di sostituzione e non supporta il riferimento ad un rendimento medio stagionale unico ed indifferenziato; non fornisce indicazioni su come si intende procedere per valutare la sola quota parte di risparmi addizionali; non fornisce informazioni esaurienti relativamente alla documentazione che si propone di trasmettere all'Autorita e a quella che si propone di conservare;
  • in data 25 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4010 del 28 febbraio 2005) la societa Meta Rete Gas S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T004;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1427);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 23 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3775) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Meta Rete Gas S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa Meta Rete Gas S.r.l. con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non contiene uno schema degli impianti ed informazioni relative all'ubicazione delle utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; non identifica con precisione le grandezze che si intende misurare; non fornisce informazioni esaurienti relativamente alla metodologia di calcolo proposta per la quantificazione dei risparmi energetici; non fornisce informazioni relative alle modalita di correzione delle letture in caso di malfunzionamento degli strumenti di misura;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4186 del 02 marzo 2005) la societa ATF Service S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 2 0 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1431);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 20 settembre 2005(prot. Autorita RM/M05/3717) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa ATF Service S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • in data 10 ottobre 2005 (prot. Autorita n. 23517 del 11/10/05) la societa ATF Service S.r.l. ha comunicato l'intenzione di presentare una nuova Proposta di progetto e di programma di misura, che e stata successivamente inviata all'Autorita in data 08 novembre 2005 (prot. Autorita n. 26818 del 11 novembre 2005; codice proposta 05T007);
  • con nota in data 30 novembre 2005 gli uffici dell'Autorita hanno comunicato alla societa ATF Service S.r.l. la non ricevibilita della Proposta di progetto e di programma di misura di cui al precedente alinea (codice 05T007), in quanto relativa ad un progetto diverso rispetto a quello oggetto della proposta con codice 05T001 ed inviata oltre i termini di cui all'articolo 18, comma 3, della delibera n. 103/03;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risultano pertanto pervenute da parte della societa ATF Service S.r.l. le integrazioni richieste alla proposta con codice 0 5T001, con la conseguenza che tale proposta non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non contiene informazioni relative all'ubicazione delle utenze servite, alla strumentazione e ai punti di allaccio con la rete elettrica e di distribuzione del gas naturale; non identifica con precisione le grandezze che si intende misurare e la metodologia che si intende applicare per depurare il calcolo dei risparmi energetici afferenti l'intervento proposto da tutti i fattori che influenzano i consumi energetici ma che non sono direttamente correlati all'intervento stesso; non fornisce informazioni esaurienti in materia di strumentazione e modalita di misurazione dei parametri di cui e prevista la misurazione, sulla documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione e su quella che si intende conservare;
  • in data 28 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4187 del 02 marzo 2005) la societa Energia Verde S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T003;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 20 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1621);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 23 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3771) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Energia Verde S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa Energia Verde S.r.l. con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non contiene uno schema degli impianti ed informazioni relative all'ubicazione delle utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; non prevede l'applicazione di una metodologia di calcolo dei risparmi energetici basata sul confronto dei consumi di energia misurati prima e dopo la realizzazione dell'intervento depurati dall'influenza di fattori non correlati all'intervento e della quota parte di risparmi non addizionali; non identifica con precisione tutte le grandezze che e necessario misurare; non fornisce informazioni sulla documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazionee su quella che si intende conservare;
  • in data 25 febbraio 2005 (prot. Autorita n. 4278 del 03 marzo 2005) la societa Trentino Servizi S.p.A. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • gli uffici dell'Autorita hanno ritenuto di richiedere il parere del Ministero delle Attivita Produttive e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione alla conformita del progetto proposto ai decreti ministerial i 20 luglio 2004, prima di procedere alle eventuali valutazioni di propria competenza; di tale richiesta gli uffici dell'Autorita hanno provveduto a dare comunicazione alla societa con lettera in data 13 aprile 2005 (prot. Autorita RM/M05/1423);
  • sulla base delle indicazioni positive ricevute dai competenti Ministeri circa la conformita del progetto proposto ai decreti ministeriali 20 luglio 2004, con nota in data 23 settembre 2005 (prot. Autorita RM/M05/3772) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Trentino Servizi S.p.A. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare, entro e non oltre 20 giorni, una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione, precisando che qualora quanto richiesto non fosse stato fornito entro i termini indicati gli uffici avrebbero proposto all'Autorita il diniego all'approvazione della proposta stessa;
  • ad oggi agli uffici dell'Autorita non risulta pervenuta alcuna comunicazione della societa Trentino Servizi S.p.A. con riferimento a quanto indicato al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta sopra richiamata non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la proposta: non contiene informazioni relative all'ubicazione delle utenze servite e alla strumentazione e alle modalita utilizzate per le misurazioni dei flussi energetici; non prevede una metodologia che si basi sul confronto sistematico dei consumi misurati prima e dopo la realizzazione dell'intervento; non supporta il riferimento ad un rendimento medio stagionale unico ed indifferenziato; non fornisce indicazioni su come si intende procedere per valutare la sola quota parte di risparmi addizionali; non fornisce informazioni esaurienti in materia di strumentazione e modalita di misurazione dei p arametri di cui e prevista la misurazione, sulla documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione e su quella che si intende conservare.

Ritenuto di:

  • approvare le proposte di progetto e di programma di misura presentate e risultate conformi ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • non approvare le proposte di progetto e di programma di misura presentate e risultate difformi dai criteri e dai requisiti stabiliti dalle Linee guida.

DELIBERA

Articolo 1
Definizioni

1.1 Ai fini della presente deliberazione si applicano le definizioni contenute nell'articolo 1, comma 1, dell'Allegato A, alla delibera 18 settembre 2003, 103/03 e successive modifiche ed integrazioni.

Articolo 2
Verifica di proposte di progetto e di programma di misura

2.1 Sono approvate le proposte di progetto e di programma di misura di seguito elencate:

  • proposta presentata dalla societa Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T021) a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03, che le richieste di verifica e certificazione vengano trasmesse all'Autorita con frequenza annuale e per un numero massimo di cinque anni;
  • proposta presentata dalla societa Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T020) a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • proposta presentata dalla societa Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T019) a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • proposta presentata dalla societa Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T015) a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03 e che il valore del coefficiente "fc" venga fissato pari a 0,148 tep/MWhe nel casi in cui parte dell'energia elettrica prodotta venga venduta al di fuori dell'impianto considerato;
  • proposta presentata dalla soc ieta Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T018) a condizione che i valori di potere calorifico inferiore adottati nei calcoli di risparmio coincidano con quelli indicati nella deliberazione n.103/03;
  • proposta presentata dalla societa Enel Si S.r.l. (codice proposta 05T013);
  • proposta presentata dalla societa AGSM Rete Gas S.r.l. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa Societa Italiana per il Gas S.p.a. (codice proposta 05T003);
  • proposta presentata dalla societa Generale Energia S.p.A. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. (codice proposta 05T002_rev1);
  • proposta presentata dalla societa Energia Plus Roma S.r.l. (codice proposta 05T010);
  • proposta presentata dalla societa AGAC S.p.a., successivamente fusa nella societa Enia S.p.A. (codice proposta 05T006).
  • proposta presentata dalla societa Pr.Ener.Ca. Ceresio S.r.l. (codice proposta 05T003_rev1);
  • proposta presentata dalla societa Acea Reti e Servizi Energetici S.p.A. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa AEM Torino S.p.A. (codice proposta 05T006);
  • proposta presentata dalla societa Interesco S.r.l. (codice proposta 05T004_rev1);
  • proposta presentata dalla societa Interesco S.r.l. (codice proposta 05T005_rev1);
  • proposta presentata dalla societa Energia Plus Roma S.r.l. (codice proposta 05T012);
  • proposta presentata dalla societa Ital Green Energy S.r.l. (codice proposta 05T001).

2.2 Non sono approvate le proposte di progetto e di programma di misura di seguito elencate:

  • proposta presentata dalla societa Bergamo Ambiente e Servizi S.p.A. (codice proposta 05T001);
  • proposta presentata dalla societa Meta Rete Gas S.r.l. (codice proposta 05T004);
  • proposta presentata dalla societa ATF Service S.r.l. (codice proposta 05T001);
  • proposta presentata dalla societa Energia Verde S.r.l. (codice proposta 05T003);
  • proposta presentata dalla societa Trentino Servizi S.p.A. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa Bmach S.r.l. (codice proposta 05T001);
  • proposta presentata dalla societa MIRC 2050 di Danesi sas (codice proposta 05T003).
Articolo 3
Disposizioni finali

3.1 Il presente provvedimento e notificato mediante invio di plico raccomandato con avviso di ricevimento alle societa indicate all'articolo 2.

3.2 Il presente provvedimento e pubblicato sul sito internet dell'Autorita (www.autorita.energia.it) ed entra in vigore dalla data della sua pubblicazione.