Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 27 febbraio 2006

Delibera n. 39/06

Disposizioni in materia di verifica di conformità del codice di trasmissione, dispacciamento, sviluppo e sicurezza della rete di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004, nonché di concessione di deroghe all'applicazione del medesimo codice ai sensi dell'articolo 64 della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 30 dicembre 2004, n. 250/04

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 23-02-2006

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto legislativo n. 79/99);
  • la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003;
  • la legge 27 ottobre 2003, n. 290;
  • il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004, recante criteri, modalita e condizioni per l'unificazione della proprieta e della gestione della rete elettrica nazionale di trasmissione (di seguito DPCM 11 maggio 2004);
  • il decreto del Ministero delle Attivita Produttive 20 aprile 2005, di concessione alla societa Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.A. delle attivita di trasmissione e dispacciamento dell'energia elettrica nel territorio nazionale;
  • la deliberazione dell'Autorita per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorita) 30 dicembre 2003, n. 168/03 e sue successive modifiche e integrazioni;
  • l'Allegato A alla deliberazione dell'Autorita 30 dicembre 2004, n. 250/04 (di seguito: deliberazione n. 250/04), recante direttive alla societa Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.A. (ovvero al ramo della medesima azienda titolare delle attivita di trasmissione e di dispacciamento ora conferito a Terna - Rete elettrica nazionale Spa - di seguito: TERNA) per l'adozione del codice di trasmissione, dispacciamento sviluppo e sicurezza della rete di cui al DPCM 11 mag gio 2004 (di seguito: il Codice di rete);
  • la deliberazione dell'Autorita 29 aprile 2005, n. 79/05 (di seguito: deliberazione n. 79/05);
  • la deliberazione dell'Autorita 28 ottobre 2005, n. 226/05, recante disposizioni in materia di trasmissione e di dispacciamento dell'energia elettrica in assetto di unificazione di proprieta e gestione della rete di trasmissione nazionale.

Considerato che:

  • il DPCM 11 maggio 2004 prevede che TERNA predisponga il Codice di rete e che il Ministero delle Attivita Produttive e l'Autorita verifichino, per quanto di rispettiva competenza, ai sensi del decreto legislativo n. 79/99 e della legge n. 290/03, la conformita del Codice di rete alle direttive dai medesimi emanate;
  • con la deliberazione n. 250/04, l'Autorita ha emanato direttive a TERNA per l'adozione del Codice di rete;
  • l'Autorita, con la deliberazione n. 79/05, in sede di prima attuazione del predetto disposto di cui al DPCM 11 maggio 2004, ha verificato positivamente il Codice di rete nella versione trasmessa all'Autorita da TERNA con lettera in data 31 gennaio 2005, prot. AD/P2005000011 (prot. Autorita n. 002267, in data 3 febbraio 2005) dando mandato al Direttore della Direzione Energia Elettrica di ricercare forme di collaborazione con il Ministero delle Attivita Produttive al fine di armonizzare i rispettivi procedimenti di verifica dei futuri aggiornamenti del Codice di rete, potendosi avvalere di un gruppo di lavoro congiunto cui partecipano, in rappresentanza dell'Autorita, funzionari designati dal medesimo Direttore;
  • i predetti procedimenti di verifica dei futuri aggiornamenti del Codice di rete:
    1. riguardano unicamente la verifica del rispetto delle disposizioni del Codice di rete al quadro normativo definito, per quanto di competenza, dall'Autorita e dal Ministero delle Attivita Produttive e, pertanto, si rendono necessari solo a fronte dell'aggiornamento del citato quadro normativo;

    2. per quanto di competenza dell'Autorita, essi possono essere condotti in autonomia dalla Direzione Energia Elettrica con il supporto della Direzione Consumatori e Qualita del Servizio dell'Autorita per cio che concerne gli aspetti relativi alla qualita del servizio di trasmissione dell'energia elettrica, anche attraverso il necessario coordinamento con il Ministero delle Attivita Produttive in forza del mandato conferito al Direttore della Direzione Energia Elettrica con deliberazione n. 79/05.

Considerato che:

  • l'articolo 64 della deliberazione n. 250/04 stabilisce disposizioni per la concessione di deroghe, da parte di TERNA, all'applicazione del Codice di rete; e che, in particolare, il comma 64.3 del predetto articolo stabilisce che le deroghe al Codice di rete relative alle prescrizioni in esso contenute debbano essere approvate dall'Autorita su proposta di TERNA, intendendosi approvate una volta trascorsi 30 giorni dal ricevimento della predetta proposta;
  • le disposizioni in materia di deroghe all'applicazione del Codice di rete, di cui alla deliberazione n. 250/04, sono state recepite nel Codice di rete, positivamente verificato con la deliberazione n. 79/05;
  • le attivita propedeutiche alla valutazione delle proposte di deroga al Codice di rete presentate all'Autorita richiedono istruttorie di carattere tecnico-impiantistico che sono direttamente gestite dalla Direzione Energia Elettrica dell'Autorita;
  • la potenziale numerosita ed eterogeneita delle proposte di deroga all'applicazione del Codice di rete potrebbe generare un eccessivo onere di caratte re burocratico e amministrativo in capo all'Autorita, con conseguenti ricadute sull'efficacia e la tempestivita del processo di verifica e di approvazione delle predette proposte di deroga.

Ritenuto che sia opportuno:

  • conferire mandato al Direttore della Direzione Energia Elettrica, con il supporto della Direzione Consumatori e Qualita del Servizio dell'Autorita per cio che concerne gli aspetti relativi alla qualita del servizio di trasmissione dell'energia elettrica, di:
    1. verificare, previa informativa all'Autorita, la conformita degli aggiornamenti del Codice di rete alle direttive adottate dall'Autorita, non riservati all'approvazione del Collegio dell'Autorita;
    2. verificare, approvare o respingere le proposte di deroga all'applicazione del Codice di rete, onde rimuovere le criticita correlate al processo di valutazione e di approvazione delle predette proposte di deroga;
  • che gli esiti delle attivita di verifica e di approvazione di cui alla lettera b) del precedente punto, siano trasmessi, da parte del Direttore della Direzione Energia Elettrica, all'Autorita con cadenza periodica

DELIBERA

  1. di conferire mandato al Direttore della Direzione Energia Elettrica, con il supporto della Direzione Consumatori e Qualita del Servizio dell'Autorita per cio che concerne gli aspetti relativi alla qualita del servizio di trasmissione dell'energia elettrica, affinche con propria determinazione:
    1. verifichi, secondo le modalita di cui all'articolo 63, comma 63.3 della deliberazione n. 250/04, previa informativa all'Autorita, la conformita degli aggiornamenti del Codice di rete alle direttive adottate dall'Autorita, non riservati all'approvazione del Collegio dell'Autorita;
    2. verifichi le proposte di deroga all'applicazione del Codice di rete formulate da parte di TERNA disponendo, in esito a tali verifiche, l'approvazione o il rigetto delle medesime proposte di deroga secondo le modalita di cui all'articolo 64, comma 64.3 della deliberazione n. 250/04;
    3. comunichi all'Autorita, almeno con cadenza semestrale, gli esiti del processo di cui alla precedente lettera b) di approvazione delle proposte di deroga all'applicazione del Codice di rete, nonche al Ministero delle Attivita Produttive;
  2. di trasmettere il presente provvedimento al Ministero delle Attivita Produttive in quanto co-titolare con l'Autorita della verifica del Codice di rete, per quanto di rispettiva competenza, ai sensi del DPCM 11 maggio 2004;
  3. di pubblicare la presente deliberazione sul sito internet dell'Autorita (www.autorita.energia.it), affinche entri in vigore dalla data della sua pubblicazione.