Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Comunicati stampa

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 31 gennaio 2006
GU n. 55 del 07 marzo 2006

Delibera n. 21/06

Definizione dei corrispettivi ai fini della reintegrazione degli stoccaggi strategici di cui all'articolo 15, commi 7 e 8, della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 21 giugno 2005, n. 119/05

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 30-01-2006

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
  • il decreto del Ministro delle Attivita Produttive 26 settembre 2001 (di seguito: decreto ministeriale 26 settembre 2001);
  • il decreto del Ministro delle Attivita Produttive 12 dicembre 2005;
  • la delibera dell'Autorita per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorita) 27 febbraio 2002, n. 26/02 (di seguito: delibera n. 26/02);
  • la deliberazione dell'Autorita 21 giugno 2005, n. 119/05 (di seguito: deliberazione n. 119/05).

Considerato che:

  • i valori dei corrispettivi di reintegrazione degli stoccaggi di cui all'articolo 11 della delibera n. 26/02 erano stati definiti in uno scenario di prezzi internazionali dei greggi caratterizzato da quotazioni del Brent di poco superiori ai 20 $/barile; e che la media del mese di gennaio 2006 della quotazione del Brent si e attestata intorno ai 63 $/barile;
  • l'articolo 15, comma 7, della deliberazione n. 119/05 prevede, tra l'altro, che l'utente che ha effettuato il prelievo di stoccaggio strategico debba reintegrare la quantita prelevata destinando primariamente a tale scopo le quantita successivamente iniettate e
    1. nel caso di erogazione autorizzata ai sensi del decreto ministeriale 26 settembre 2001, versa un corrispettivo ai fini della reintegrazione degli stoccaggi applicato alla massima quantita cumulata di gas prelevato e si vede riconoscere un corrispettivo per il gas reintegrato;
    2. nel caso di utilizzo non autorizzato ovvero di quantita aggiun tive rispetto a quelle autorizzate ai sensi del decreto ministeriale 26 settembre 2001, l'utente versa un corrispettivo ai fini della reintegrazione degli stoccaggi applicato alla massima quantita cumulata di gas prelevato e si vede riconoscere un corrispettivo per il gas reintegrato, decurtato di un ulteriore corrispettivo pari a 3,5 euro/GJ;
  • l'articolo 15, comma 8, della deliberazione n. 119/05 prevede che l'Autorita fissi annualmente i sopraccitati corrispettivi entro il 31 gennaio di ogni anno.

Ritenuto che:

  • sia opportuno fissare il valore dei corrispettivi per la reintegrazione degli stoccaggi strategici, tenuto conto sia dell'andamento dei costi della materia prima in Italia e sui mercati internazionali, sia della necessita di disincentivare l'utilizzo del gas detenuto a fini di stoccaggio strategico, anche in considerazione della attuale fase di emergenza e del livello gia raggiunto di svaso progressivo da stoccaggi

DELIBERA

  1. di prevedere che i corrispettivi di cui all'articolo 15, comma 7, della deliberazione dell'Autorita 21 giugno 2005, n. 119/05 siano pari a:
    1. nel caso di erogazione autorizzata ai sensi del decreto ministeriale 26 settembre 2001:
      1. 19,5 euro/GJ per il corrispettivo di cui alla lettera a) del sopra citato articolo, applicato alla massima quantita cumulata di gas prelevato;
      2. 17 euro/GJ per il corrispettivo di cui alla lettera a) del sopra citato articolo, riconosciuto per il gas reintegrato;
    2. nel caso di utilizzo non autorizzato, ovvero di quantita aggiuntive non autorizzate, ai sensi del decreto ministeriale 26 settembre 2001:
      1. 19,5 euro/GJ per il corrispettivo di cui alla lettera b) del sopra citato articolo applicato alla massima quantita cumulata di gas prelevato;
      2. 17 euro/GJ per il corrispettivo di cui alla lettera b) del sopra citato articolo, riconosciuto per il gas reintegrato, al quale si applica l'ulteriore decurtazione pari a 3,5 euro/GJ di cui alla medesima lettera b);
  2. di pubblicare il presente provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e sul sito internet dell'Autorita, affinche entri in vigore dalla data della sua pubblicazione.