Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 27 gennaio 2006

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 16/06

Effettuazione di una ispezione presso la società Netenergy Service Srl

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 24-01-2006

Visti:

  • l'articolo 2, commi 12, lettera g), e 22 della legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
  • l'articolo 3, commi 1 e 2, del decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 68;
  • la deliberazione dell'Autorita 15 dicembre 2005, n. 273/05 (di seguito: deliberazione n. 273/05), recante approvazione del Protocollo di Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l'Autorita e la Guardia di Finanza (di seguito: Protocollo di Intesa);
  • la deliberazione dell'Autorita 29 luglio 2005, n. 166/05 (di seguito: deliberazione n. 166/05);
  • la deliberazione dell'Autorita 4 agosto 2005, n. 179/05 (di seguito: deliberazione n. 179/05);
  • la deliberazione dell'Autorita 29 settembre 2005, n. 204/05 (di seguito: deliberazione n. 204/05).

Considerato che:

  • la societa Netenergy Service Srl ha inviato in data 4 agosto 2005 (prot. Autorita n. 17234 del 4 agosto 2005) la proposta tariffaria ai sensi dell'articolo 18, della deliberazione n. 166/05 e che, nell'ambito del procedimento di verifica, sono emersi elementi che richiedevano ulteriori approfondimenti al fine di confermare la correttezza di tale proposta; poiche l'attivita istruttoria non era esauribile entro i termini previsti dalla deliberazione n. 166/05, l'Autorita ha disposto con deliberazione n. 179/05, l'approvazione transitoria della predetta proposta tariffaria sino all'esito positivo degli approfondimenti necessari;
  • nell'ambito del procedimento di verifica della proposta tariffaria di cui al precedente alinea, l'Autorita ha richiesto alla societa Netener gy Service Srl con lettera 10 agosto 2005 (prot. n. EF/M05/3391/lj) e nei successivi incontri del 9 e 14 settembre approfondimenti e chiarimenti in merito al calcolo dei ricavi di riferimento, in particolare in relazione alla determinazione del capitale investito netto e della quota di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali e alla definizione dei costi operativi riconosciuti a fini tariffari;
  • la societa Netenergy Service Srl ha inviato (prot. Autorita n. 19569 del 6 settembre 2005) informazioni preliminari, che solo parzialmente sono state successivamente integrate, risultando in particolar modo mancante la documentazione relativa alla consistenza tecnica delle infrastrutture di trasporto;
  • la societa Netenergy Service Srl, con lettera in data 23 settembre 2005 (prot. Autorita n. 21876 del 26 settembre 2005), ha fornito gli elementi integrativi in merito alla determinazione del capitale investito netto e della quota di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali e che tali elementi integrativi comprendevano ulteriori voci di costo relative alla determinazione del capitale investito netto non contenute nella proposta tariffaria inviata in data 4 agosto 2005; e che in merito alla determinazione dei costi operativi non ha fornito riscontro, nemmeno con comunicazione del 27 settembre 2005 (prot. Autorita n. 22117 del 28 settembre 2005) che tali voci fossero state determinate mediante la ricerca della ottimizzazione dei costi medesimi come richiesto dall'Autorita con lettera del 26 settembre 2005 (prot. n. EF/M05/3780/lj);
  • alla luce degli esiti negativi della verifica di cui all'articolo 3, comma 3.7 della deliberazione n. 166/05, l'Autorita ha proceduto con la deliberazione n. 204/05 alla determinazione d'ufficio della tariffa di trasporto per l'anno termico 2005/2006.

Ritenuto che:

  • sia opportuno effettuare una ispezione presso la Netenergy Servi ce Srl al fine di verificare la corretta applicazione della metodologia tariffaria introdotta dalla deliberazione n. 166/05, ed in particolare di:
    • verificare la veridicita e la correttezza delle informazioni trasmesse all'Autorita ai fini della presentazione delle proposte tariffarie relative all'attivita di trasporto;
    • acquisire informazioni e documenti che la Societa non ha trasmesso all'Autorita nell'ambito del procedimento di verifica delle proposte tariffarie

DELIBERA

  1. di effettuare una ispezione presso la societa Netenergy Service Srl, con sede legale in Zona Industriale, 86039 Termoli (CB), da attuare nel periodo intercorrente tra la data di notificazione del presente provvedimento e il 30 giugno 2006, sulla base del documento allegato alla presente delibera di cui forma parte integrante e sostanziale (Allegato A);
  2. di disporre che le singole operazioni ispettive siano effettuate congiuntamente o disgiuntamente da personale dell'Autorita e da militari della Guardia di Finanza nel quadro del Protocollo di Intesa, previa notifica all'esercente interessato, con preavviso non inferiore a 3 (tre) giorni lavorativi, di un avviso recante l'indicazione del giorno e dell'ora in cui saranno effettuate le operazioni ispettive;
  3. di provvedere alla copertura finanziaria della spesa complessiva, riguardante le prestazioni della Guardia di Finanza di cui al precedente punto 1, nella misura non superiore a 2.500 (duemilacinquecento) euro a valere sulla somma impegnata ai sensi della deliberazione dell'Autorita 16 marzo 2004, n. 36/04;
  4. di notificare alla societa Netenergy Service Srl, con sede legale in Zona Industriale, 86039 Termoli (CB), in persona del legale rappresentante pro tempore, il presente provvedimento, mediante invio di plico raccomandato con avviso di ricevimento;
  5. di dare mandato al Direttore della Direzione Vigilanza e Controllo dell'Autorita di trasmettere il presente provvedimento alla Guardia di Finanza e di provvedere affinche siano inviati la lettera di incarico di cui all'articolo 5 del Protocollo di Intesa e l'avviso di cui al precedente punto 2;
  6. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell'Autorita (www.autorita.energia.it).

Avverso il presente provvedimento, ai sensi dell' articolo 2, comma 25, della legge n. 481/95, puo essere proposto ricorso avanti al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di notifica dello stesso.