Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

Documenti collegati

Comunicati stampa

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 19 dicembre 2005
GU n. 8, Suppl. Ordinario n. 7 del 11 gennaio 2006

Delibera n. 273/05

Approvazione del Protocollo di Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l'Autorità per l'energia elettrica e il gas e la Guardia di Finanza

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 15-12-2005

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto legislativo n. 79/99);
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di seguito: decreto legislativo n. 164/00);
  • il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2001, n. 244;
  • l'articolo 3, commi 1 e 2, del decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 68 (di seguito: decreto legislativo n. 68/01);
  • la deliberazione dell'Autorita per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorita) 14 settembre 2001, n. 199/01 (di seguito: deliberazione n. 199/01), recante approvazione del Protocollo di Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l'Autorita e la Guardia di Finanza (di seguito: Protocollo di Intesa);
  • la deliberazione dell'Autorita 22 aprile 2004, n. 60/04 (di seguito: deliberazione n. 60/04);
  • la deliberazione dell'Autorita 20 ottobre 2004, n. 182/04 (di seguito: deliberazione n. 182/04);
  • la deliberazione dell'Autorita 14 dicembre 2004, n. 215/04 (di seguito: deliberazione n. 215/04);
  • la nota del Presidente dell'Autorita inviata il 30 settembre 2004 al Comando Generale della Guardia di Finanza, prot. n. AO/R04/3519 (di seguito: nota 30 settembre 2004);
  • la lettera del Comandante Generale della Guardia di Finanza del 9 febbraio 2005, prot. n. 39640, prot. Autorita n. 012251 del 27 maggio 2005 (di seguito: lettera 9 febbraio 2005).

Considerato che:

  • la legge n. 481/95 attribuisce all'Autorita, tra l'altro, compiti di controllo e di ispezione, da esercitare nei confronti dei soggetti esercenti i servizi di pubblica utilita nei settori dell'energia elettrica e del gas;
  • i sopra citati compiti, riguardando le attivita che contribuiscono alla formazione ed erogazione dei servizi di pubblica utilita nei settori dell'energia elettrica e del gas, comportano verifiche, accertamenti, valutazioni, perizie e sopralluoghi con accesso ad aziende, infrastrutture e impianti;
  • ai sensi dell'articolo 2, comma 22, della legge n. 481/95, le pubbliche amministrazioni e le imprese sono tenute a fornire all'Autorita, oltre a notizie e informazioni, la collaborazione per l'adempimento delle sue funzioni;
  • i sopra citati compiti di controllo e di ispezione saranno connotati da una progressiva intensificazione in corrispondenza del completamento del quadro regolatorio risultante dai provvedimenti adottati dall'Autorita in attuazione dei mandati ad essa conferiti dalla legge n. 481/95 e con le attribuzioni assegnate all'Autorita dai decreti legislativi n. 79/99 e n. 164/00;
  • con la nota 30 settembre 2004 il Presidente dell'Autorita ha rappresentato al Comando Generale della Guardia di Finanza l'opportunita di un aggiornamento del Protocollo di Intesa approvato con la deliberazione n. 199/01, ai sensi dell'articolo 10 del medesimo Protocollo;
  • con la lettera 9 febbraio 2005 il Comandante Generale della Guardia di Finanza ha espresso parere favorevole all'aggiornamento del Protocollo di Intesa approvato con la deliberazione n. 199/01 ai fini di razionalizzare e migliorare il gia proficuo rapporto di collaborazione in corso con l'Autorita.

Considerato altresi che:

  • con la deliberazione n. 182/04 l'Autorita ha adottato il "Regolamento di organizzazione e funzionamento" (di seguito: il Regolamento di organizzazione), delineando il nuovo modello organizzativo dell'Autorita stessa;
  • il Regolamento di organizzazione ha istituito la nuova "Direzione Vigilanza e Controllo" che gestisce e sviluppa le attivita di controllo e ispezioni riguardanti impianti, processi, servizi ed operatori del settore elettrico e del gas, al fine di verificare la corretta applicazione della normativa vigente, segnalando eventuali illeciti e/o omissioni o necessita di integrazione della normativa in vigore;
  • per lo svolgimento delle proprie funzioni l'Autorita puo avvalersi della collaborazione di Pubbliche Amministrazioni, di Enti o Istituzioni dello Stato;
  • l'articolo 3, commi 1 e 2, del decreto legislativo n. 68/01 stabilisce che il Corpo della Guardia di Finanza, in relazione alla proprie competenze in materia economica e finanziaria, collabora con le Autorita amministrative indipendenti che ne facciano richiesta e che, nell'espletamento di tali attivita, i militari del Corpo della Guardia di Finanza agiscono con le facolta e i poteri previsti dalle leggi e dai regolamenti vigenti;
  • l'Autorita, per esercitare o intensificare i poteri di accertamento, sotto forma di ispezioni e di controlli presso i soggetti esercenti i servizi di pubblica utilita nei settori dell'energia elettrica e del gas, puo, con proprio provvedimento, avvalersi della Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico (di seguito: Cassa Conguaglio);
  • con la deliberazione n. 60/04, l'Autorita si e avvalsa di detta Cassa Conguaglio per intensificare ed estendere le verifiche e i sopralluoghi sugli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, da fonti assimilate a quelle rinnovabili e sugli impianti di cogenerazione, nonche per la costituzione di un Comitato di esperti con il compito di predisporre un Regolamento per l'effettuazione di dette verifiche e sopralluoghi;
  • con la deliberazione n. 215/04 l'Autor ita ha approvato il "Regolamento per l'effettuazione di verifiche e sopralluoghi sugli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, da fonti assimilate alle rinnovabili e sugli impianti di cogenerazione".

Considerata inoltre l'opportunita di consentire alla Cassa Conguaglio di intrattenere rapporti operativi diretti con la Guardia di Finanza e la necessita che l'Autorita fornisca alla Guardia di Finanza la strumentazione necessaria all'effettuazione degli accertamenti, previsti dal Protocollo di Intesa.

Ritenuta l'opportunita di approvare le conseguenti modifiche al Protocollo di Intesa gia approvato con la deliberazione n. 199/01 e relativo ai rapporti di collaborazione tra l'Autorita e la Guardia di Finanza con modifiche e integrazioni, al fine di pervenire al piu presto alla progressiva intensificazione dei compiti di controllo e di ispezione dell'Autorita sopra richiamata e all'avvio dell'operativita tra la Cassa Conguaglio e la Guardia di Finanza, apportando il conseguente supporto alla gestione dei compiti di controllo e ispezione

DELIBERA

  1. di approvare il Protocollo di Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l'Autorita e la Guardia di Finanza, come modificato e integrato dall'Allegato A al presente provvedimento, di cui costituisce parte integrante e sostanziale;
  2. di designare, con riferimento all'articolo 11 del Protocollo di Intesa, quali responsabili del coordinamento e della tenuta dei rapporti tra l'Autorita e la Guardia di Finanza il Direttore della Direzione Vigilanza e Controllo dell'Autorita, quanto agli aspetti programmatici, e il Responsabile dell'Unita Programmazione e Coordinamento della Direzione Vigilanza e Controllo, quanto agli aspetti operativi;
  3. di trasmettere il presente provvedimento alla Guardia di Finanza;
  4. di pubblicare il pr esente provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e sul sito internet dell'Autorita (www.autorita.energia.it).