Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 08 luglio 2005

Delibera n. 136/05

Verifica di proposte di progetto e di programma di misura per progetti di efficienza energetica presentate ai sensi dell'allegato A, alla deliberazione 18 settembre 2003, n. 103

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 07-07-2005

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481/95;
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
  • i decreti ministeriali 24 aprile 2001;
  • il decreto ministeriale 20 luglio 2004 recante "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi per l'incremento dell'efficienza energetica negli usi finali di energia, ai sensi dell'art. 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79" (di seguito: decreto ministeriale elettrico);
  • il decreto ministeriale 20 luglio 2004 recante "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili, di cui all'art. 16, comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164" (di seguito: decreto ministeriale gas);
  • la legge 23 agosto 2004, n. 239.

Visti:

  • la deliberazione 11 luglio 2001, n. 156/01;
  • la deliberazione 11 luglio 2001, n. 157/01;
  • la deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03 (di seguito: deliberazione n. 103/03);
  • la deliberazione 11 novembre 2004, n. 200/04 (di seguito: deliberazione n. 200/04).

Considerato che:

  • l'articolo 14, comma 2, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004, stabilisce che sono fatti salvi i procedimenti avviati dall'Autorita per l'energia elettrica e il gas, quelli in corso e i provvedimenti emanati dalla medesima Autorita per l'energia elettrica e il gas in attuazione dei decreti ministeriali 24 aprile 2001;
  • l 'articolo 4, comma 3, del decreto ministeriale elettrico e l'articolo 4, comma 2, del decreto ministeriale gas, stabiliscono che ai fini del conseguimento degli obiettivi di cui rispettivamente al comma 2 del medesimo articolo del decreto ministeriale elettrico e dell'articolo 3, comma 4, del decreto ministeriale gas, sono validi esclusivamente i progetti predisposti, valutati e certificati secondo le modalita di cui all'articolo 5, comma 6, degli stessi decreti;
  • l'articolo 6, comma 1, dell'Allegato A, alla deliberazione n. 103/03 (di seguito: Linee guida), dispone che i metodi di valutazione a consuntivo consentono di quantificare il risparmio netto conseguibile attraverso uno o piu interventi in conformita ad un programma di misura proposto dal soggetto titolare del progetto unitamente ad una descrizione del progetto medesimo (di seguito: proposta di progetto e di programma di misura), approvato dal soggetto responsabile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi;
  • l'articolo 6, comma 2, lettere da a) a f), delle Linee guida, indica le informazioni minime che devono essere contenute nella proposta di progetto e di programma di misura di cui al precedente alinea, che viene presentata dal soggetto titolare del progetto al soggetto responsabile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi attraverso la scheda tipo di cui al comma 3 del medesimo articolo, pubblicata dall'Autorita nel proprio sito internet (www.autorita.energia.it);
  • sulla base di quanto disposto dalle Linee guida i metodi di valutazione a consuntivo si basano, in primo luogo, sul calcolo dei risparmi di energia attraverso la misura dei consumi prima e dopo l'intervento o gli interventi, depurati dagli effetti di fattori non correlati all'intervento stesso e dei risparmi che si stima si sarebbero comunque verificati, anche in assenza del progetto, per effetto d ell'evoluzione tecnologica, normativa e di mercato;
  • con lo scopo di agevolare la comprensione di quanto richiesto dalle Linee guida per la presentazione di proposte di progetto e di programma di misura necessarie ad una valutazione a consuntivo dei risparmi ottenuti con sistemi di teleriscaldamento urbano, gli uffici dell'Autorita hanno pubblicato sul sito internet dell'Autorita una scheda tipo esemplificativa per progetti inerenti tali sistemi; in particolare la scheda tipo e orientata ad illustrare una procedura di calcolo dei risparmi energetici, semplificata e utilizzabile per diverse configurazioni impiantistiche, conforme sia al dettato dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 sia alle Linee guida e che tiene conto dei rilievi pervenuti dai soggetti interessati relativi, tra l'altro, alla difficolta di reperire dati sui consumi storici delle utenze ora allacciate alla rete di teleriscaldamento;
  • l'articolo 18, commi 2 e 3, delle Linee guida dispongono che, nei casi in cui i distributori, le societa controllate dai medesimi distributori, e le societa di servizi energetici intendano avvalersi di quanto disposto al secondo capoverso dell'articolo 4, comma 5, del decreto ministeriale elettrico e al secondo capoverso dell'articolo 4, comma 4, del decreto ministeriale gas, le proposte di progetto e di programma di misura di cui all'articolo 6, comma 1, delle medesime Linee guida dovevano essere presentate nel periodo compreso tra il 1? gennaio 2005 e il 28 febbraio 2005 al soggetto responsabile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi;
  • l'articolo 6, comma 5, delle Linee guida stabilisce i termini entro i quali il soggetto responsabile delle attivita di verifica e di certificazione dei risparmi comunica gli esiti della valutazione delle proposte di progetto e di programma di misura di cui al comma 1 del medesimo articolo.

Considerato che:

  • in data 25/02/2005 (prot. Autorita n. 004284 del 3/03/2005) la societa AEM Cremona S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 26/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1694) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AEM Cremona S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; di fornire elementi a supporto della scelta un preciso e indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 10/06/2005 (prot. Autorita 013312 del 13/06/2005) e in data 14/06/2005 (prot. Autorita n. 013533 del 16/06/2005) la societa AEM Cremona S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T003) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la con seguenza che la proposta con codice 05T003 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici;
  • in data 25/02/2005 (prot. Autorita n. 004012 del 28/02/2005) la societa A.G.A.M. S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 26/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1692) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa A.G.A.M. S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 11/05/2005 (prot. Autorita n. 011292 del 13/05/2005), in data 09/06/2005 (prot. Autorita n. 013229 del 13/06/2005) e in data 30/06/2005 (prot. Autorita n. 014875 del 06/07/2005) la societa A.G.A.M. S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, (rispettivamente codice proposta 05T003, 05T004 e 05T005) che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T005 risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004553 del 4/03/2005) la societa Tea S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • con note in data 27/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1728) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Tea S.p.a. alcuni approfon dimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al pita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 27/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1729) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Metanalpi Valsusa S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; di fornire elementi a supporto della scelta di un preciso ed indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 10/06/2005 e 13/06/2005 (prot. Autorita n. 013467 del 15/06/2005) la societa Metanalpi Valsusa S.r.l ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T002) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T002 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi sta biliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004139 del 28/02/2005) la societa Acegas-Aps S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 27/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1730) e in data 10/06/2005 (prot. Autorita RM/M05/2481) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Acegas-Aps S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 16/05/2005 (prot. RM/M05/2035), con comunicazioni in data 12/05/2005 (prot. Autorita n. 011274 del 13/05/2005) e in data 24/06/2005 (prot. Autorita n. 014384 del 29/06/2005) la societa Acegas-Aps S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (rispettivamente codice proposta 05T004 e 05T005) che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T005 risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 25/02/2005 (prot. Autorita n. 004081 del 28/02/2005) la societa AEM Distribuzione gas e calore S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • con note in data 27/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1732) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AEM Distribuzione gas e calore S.p.a.alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta d i progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; di fornire elementi a supporto della scelta di un preciso ed indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021) e con nota del 13/06/2005 (prot. Autorita RM/M05/2494), con comunicazioni in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013281 del 13/06/2005) e in data 17/06/2005 (prot. Autorita n. 013761 del 20/06/2005) la societa AEM Distribuzione gas e calore S.p.a ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T009) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T009 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004178 del 2/03/2005) la societa Azienda Mediterranea Gas e Acqua (AMGA) S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di m isura con codice 05T001;
  • con note in data 27/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1727) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AMGA S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; di fornire elementi a supporto della scelta di precisi e indifferenziati valori medi di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazione in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013251 del 13/06/2005) la societa AMGA S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T008) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T008 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici che in al cune parti non risulta chiaramente definito e basato su valori stimatie non misurati; la societa non ha inoltre fornito alcuna informazione a supporto della scelta di utilizzare precisi e indifferenziati valori medi di rendimento per tutte le utenze allacciate alla rete, sia a fini di riscaldamento che a fini di raffrescamento;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004271 del 3/03/2005) la societa AMPS S.p.a., successivamente fusa nella societa Enia S.p.a, ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1767) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AMPS S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; di fornire elementi a supporto della scelta di un preciso e indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; la necessita di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013348 del 14/06/2005) e in data 29/06/2005 (prot. Autorita n. 014417 del 29/06/2005) la societa Enia S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T002) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T002 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004534 del 4/03/2005) la societa Berica Impianti Energia S.r.l. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1770) e in data 14/06/2005 (prot. Autorita RM/M05/2523) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Berica Impianti Energia S.r.l. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi a tutte le strutture e gli impianti interessati dagli interventi oggetto della proposta; di fornire una precisa formulazione dell'algoritmo di calcolo che si intende utilizzare per ogni sito interessato dagli interventi; di fornire informazioni relative alla strumentazione utilizzata per la misurazione dei flussi energetici e alle modalita del suo utilizzo; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • con comunicazioni in data 20/05/2005 (prot. Autorita n. 011958 del 24/05/2005) e in data 1/07/2005 (prot. Autorita n. 014855 del 5/07/2005) la societa Berica Impianti Energia S.r.l. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (rispettivamente codici proposta 05T002 e 05T003) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T003 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha fornito informazioni esaurienti relativamente ad alcuno dei punti sopra richiamati ed ha proposto un algoritmo di calcolo dei risparmi energetici che risulta in alcune parti non definito o basato su valori stimati e non misurati;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004283 del 3/03/2005) la societa ASM Brescia S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T003;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1801) e in data 14/06/2005 (prot. Autorita RM/M05/2522) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa ASM Brescia S.p.a.alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato: la necessita di fornire precisazioni e chiarimenti relativi al programma di misura proposto; di fornire precisazioni relative all'algoritmo di calcolo proposto per la quantificazione dei risparmi energetici e dettagli relativi alla tipologia e alla rispondenza alla normativa tecnica degli impianti pre-esistenti all'intervento oggetto della proposta con particolare riferimento ai parametri di aggiustamento e all'applicazione de l principio di addizionalita; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • con comunicazioni in data 27/05/2005 (prot. Autorita n. 012423 del 31/05/2005) e in data 27/06/2005 (prot. Autorita n. 014469 del 30/06/2005) la societa ASM Brescia S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T005) che risultano risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea a condizione che la metodologia proposta venga applicata solo nei casi in cui gli impianti pre-esistenti all'intervento risultino conformi alla normativa tecnica vigente al momento dell'intervento medesimo;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004269 del 3/03/2005) la societa Hera S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T002;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1782) e in data 14/06/2005 (prot. Autorita RM/M05/2525) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Hera S.p.a.alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione;
  • con comunicazioni in data 20/05/2005 (prot. Autorita n. 011924 del 23/05/2005) e in data 28/06/2005 (prot. Autorita n. 014874 del 6/07/2005) la societa Hera S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T006) che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T006 risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004269 del 3/03 /2005) la societa Hera S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T005;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1764), in data 4/05/2005 (prot. RM/M05/1873) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Hera S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato: la necessita di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite e alla strumentazione utilizzata per le misurazioni dei flussi energetici; elementi a supporto della scelta di un preciso e indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazione in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013196 del 13/06/2005) la societa Hera S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata, suddividendola in quattro proposte distinte (codici proposta 05T008, 05T009, 05T010 e 05T011); le integrazioni e modifiche trasmesse con codice proposta 05T011 sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea a c ondizione che la metodologia proposta venga applicata solo con riferimento alle utenze le cui caratteristiche sono dettagliate nella proposta e che i risparmi energetici conseguiti da ogni intervento siano oggetto di richiesta di verifica e certificazione per soli cinque anni;pertanto la proposta con codice 05T011 risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; al contrario le integrazioni e modifiche trasmesse con codici proposta 05T008, 05T009 e 05T010 non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che le suddette proposte non risultano conformi ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;in particolare in queste proposte la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici e non ha fornito alcuna informazione a supporto della scelta di utilizzare un preciso e indifferenziato valore medio di rendimento per tutte le utenze allacciate alla rete; pertanto le proposte con codice 05T008, 05T009 e 05T010 non risultano conformi ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004130 del 1/03/2005) la societa Egea S.p.a. ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1765) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa Egea S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013144 del 10/06/2005) e in data 13/06/2005 (prot. Autorita n. 013512 del 16/06/2005) la societa Egea S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T002) che sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida;
  • in data 28/02/2005 (prot. Autorita n. 004181 del 2/03/2005) la societa AGAC S.p.a., successivamente fusa nella societa Enia S.p.a, ha trasmesso all'Autorita la proposta di progetto e di programma di misura con codice 05T001;
  • con note in data 29/04/2005 (prot. Autorita RM/M05/1784) e in data 30/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2337) gli uffici dell'Autorita hanno richiesto alla societa AGAC S.p.a. alcuni approfondimenti e alcune modifiche in merito alla proposta di cui al precedente alinea, invitandola a presentare una proposta di progetto e di programma di misura riformulata sulla base di quanto segnalato nella suddetta comunicazione; in particolare gli approfondimenti e le richieste di modifica hanno riguardato la necessita: di fornire precisazioni e chiarimenti relativi all'ubicazione e tipologia di utenze servite; di fornire elementi a supporto della scelta un preciso e indifferenziato valore medio di rendimento (nello scenario di confronto) per tutte le utenze allacciate alla rete; di modificare l'algoritmo di calcolo al fine di depurare la quota dei risparmi energetici legati unicamente ai miglioramenti di efficienza sul fronte della generazione elettrica rispetto alla media del parco termoelettrico nazionale; di integrare la documentazione da inviare all'Autorita unitamente alle richieste di verifica e certificazione dei risparmi energetici e quella che si intende conservare;
  • usufruendo della proroga concessa con nota del 13/05/2005 (prot. Autorita RM/M05/2021), con comunicazioni in data 10/06/2005 (prot. Autorita n. 013177 del 13/06/2005) e in data 29/06/2005 (prot. Autorita n. 014417 del 29/06/2005) la societa Enia S.p.a. ha trasmesso integrazioni e modifiche rispetto alla proposta precedentemente inviata (codice proposta 05T004) che non sono risultate risolutive dei rilievi di cui al precedente alinea, con la conseguenza che la proposta con codice 05T004 non risulta conforme ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida; in particolare la societa non ha apportato alcuna modifica sostanziale all'algoritmo di calcolo dei risparmi energetici.

Ritenuto di:

  • approvare le proposte di progetto e di programma di misura presentate e risultate conformi ai criteri e ai requisiti minimi stabiliti dalle Linee guida.
  • non approvare le proposte di progetto e di programma di misura presentate e risultate difformi dai criteri e dai requisiti stabiliti dalle Linee guida

DELIBERA

Articolo 1
Definizioni

1.1 Ai fini della presente deliberazione si applicano le definizioni contenute nell'articolo 1, comma 1, dell'Allegato A, alla delibera 18 settembre 2003, 103/03 e successive modifiche ed integrazioni.

Articolo 2
Verifica di proposte di progetto e di programma di misura

2.1 Sono approvate le proposte di progetto e di programma di misura di seguito elencate:

  • presentata dalla societa A.G.A.M. S.p.a. (codice proposta 05T005);
  • proposta presentata dalla societa Acegas-Aps S.p.a (codice proposta 05T005);
  • proposta presentata dalla societa ASM Brescia S.p.a. (codice proposta 05T005);
  • proposta presentata dalla societa Hera S.p.a. (codice proposta 05T006);
  • proposta presentata dalla societa Hera S.p.a. (codice proposta 05T011);
  • proposta presentata dalla societa Egea S.p.a. (codice proposta 05T002).

2.2 Non sono approvate le proposte di progetto e di programma di misura di seguito elencate:

  • proposta presentata dalla societa AEM Cremona S.p.a. (codice proposta 05T003);
  • proposta presentata dalla societa Tea S.p.a. (codice proposta 05T003);
  • proposta presentata dalla societa Metanalpi Valsusa S.r.l. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa AEM Distribuzione gas e calore S.p.a. (codice proposta 05T009);
  • proposta presentata dalla societa AMGA S.p.a. (codice proposta 05T008);
  • proposta presentata dalla societa AMPS S.p.a., successivamente fusa nella societa Enia S.p.a. (codice proposta 05T002);
  • proposta presentata dalla societa Berica Impianti Energia S.r.l. (codice proposta 05T003);
  • proposte presentate dalla societa Hera S.p.a (codici proposta 05T008, 05T009 e 05T0010);
  • proposta presentata dalla societa AGAC S.p.a, successivamente fusa nella societa Enia S.p.a. (codice proposta 05T004).
Articolo 3
Disposizioni finali

3.1 Il presente provvedimento e notificato mediante invio di plico raccomandato con avviso di ricevimento alle societa indicate all'articolo 2.

3.2 Il presente provvedimento e pubblicato nel sito internet dell'Autorita (www.autorita.energia.it) ed entra in vigore dalla data della sua pubblicazione.