Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

Documenti collegati

Provvedimenti

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 183/04

Adozione di una nuova organizzazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, nomina dei Responsabili delle Direzioni, compiti delle Unità

Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 5 novembre 2004

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 20 ottobre 2004

Viste:

  • la legge n. 481/95, e in particolare l'articolo 2, commi 10, 27 e 28;
  • la legge n. 626/94, in materia di sicurezza del lavoro;
  • la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 9 aprile 2001, n. 84/01 e successive modificazioni, con la quale sono stati definiti nuova organizzazione e compiti dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas e sono state conferite deleghe alla struttura (di seguito: delibera 84/01);
  • la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 1 luglio 2003, n. 81/03 con la quale è stato applicato il decreto legislativo 626/94 e successive modificazioni ed integrazioni con l'individuazione del datore di lavoro interno all'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: delibera 81/03);
  • la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 18 marzo 2004, n. 38/04 con la quale sono state adottate nuove procedure di selezione per l'assunzione di personale con contratto a tempo determinato (di seguito: delibera 38/04);
  • la deliberazione dell'Autorità 8 giugno 2004, n. 82/04 con la quale è stato affidato alla Società Ernst & Young l'incarico di predisporre un "Progetto di sviluppo organizzativo" dell'Autorità stessa (di seguito: deliberazione 82/04);
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 20 ottobre 2004, n. 182/04 recante Regolamento di organizzazione e funzionamento dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: il Regolamento).

Considerati:

  • l'esperienza di funzionamento dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas e l'organizzazione finora attribuita ai suoi uffici;
  • il nuovo assetto organizzativo e funzionale dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, definito con il Regolamento adottato con la deliberazione n. 182/04, conseguentemente agli esiti del progetto di sviluppo organizzativo attivato con la deliberazione n. 82/04 a seguito dell'evoluzione del contesto istituzionale ed operativo che ha interessato l'Autorità per l'energia elettrica e il gas.

Considerato che:

  • il Regolamento prevede un Segretario Generale che assiste l'Autorità nell'attività di indirizzo e controllo e un Direttore Generale che provvede alla attuazione degli indirizzi e alla gestione, attraverso il coordinamento operativo della Struttura formata da Direzioni e Unità;
  • il Regolamento, all'articolo 11, prevede che la nomina dei responsabili delle Direzioni avvenga con deliberazione dell'Autorità, su proposta del Direttore Generale;
  • il Direttore Generale, dopo aver effettuato una ricognizione delle competenze degli attuali Direttori rapportando tali competenze con quelle richieste, ne ha riscontrato la coerenza e l'adeguatezza, per cui ne propone la nomina alle nuove posizioni di Responsabile di Direzione sulla base delle specifiche professionalità;
  • per quanto riguarda le Direzioni di nuova formazione, il Direttore Generale ha rappresentato che per la Direzione Vigilanza e Controllo la professionalità più idonea possa essere quella dell'attuale Direttore dell'Area Elettricità, proponendolo quindi per tale Direzione, mentre per la Direzione Energia Elettrica ha individuato l'attuale vicedirettore dell'Area Elettricità;
  • il Direttore Generale non ha invece riscontrato all'interno dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas una competenza adeguata per l'altra Direzione di nuova formazione, la Direzione Tariffe, anche perché per questa Direzione è richiesta soprattutto una specifica competenza trasversale che riguardi contemporaneamente gas ed elettricità, per cui ha proposto la ricerca di questa posizione all'esterno dell'Autorità.

Ritenuto opportuno che:

  • l'organizzazione della Struttura, quanto a ripartizione di responsabilità e competenze, debba essere improntata all'esigenza di garantire l'efficiente amministrazione dei procedimenti preparatori di provvedimenti generali o individuali;
  • l'articolazione in Unità delle Direzioni e delle strutture di supporto all'attività del Segretario Generale e del Direttore Generale debba rispondere agli obiettivi di lungo periodo dell'Autorità;
  • per rendere immediatamente operativa l'intera organizzazione, nelle more dell'individuazione del titolare della posizione di Segretario Generale, venga attribuita ad interim tale posizione al Direttore Generale facente funzioni;
  • l'organizzazione delle Unità dell'Autorità debba essere flessibile, e si preveda pertanto la possibilità di costituire Nuclei o Gruppi di lavoro a cui può essere assegnato, per un periodo limitato di tempo e con un impegno anche solo parziale, personale appartenente ad una o più Direzioni, quando l'attività del Nucleo o del Gruppo di lavoro sia di interesse comune;
  • in casi eccezionali, debitamente motivati, possano essere istituiti, con deliberazione dell'Autorità e su proposta del Direttore Generale d'intesa con il Direttore interessato, vice responsabili di Direzione, con compiti di supporto al Direttore stesso e di supplenza in caso di assenza o impedimento;
  • l'ing. Luca Lo Schiavo sia nominato Vicedirettore della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio, in considerazione dell'articolazione dei compiti attribuiti alla Direzione;
  • il Direttore Generale disponga in tempi brevi la nomina dei responsabili delle Unità e che a tal fine, in carenza di personale interno disponibile di adeguata competenza, coordini le necessarie selezioni esterne secondo le procedure ordinarie ed avvalendosi, per le Unità del Segretariato generale e per gli altri casi in cui, sentita l'Autorità, risulti necessaria l'acquisizione di figure dirigenziali, della procedura per le assunzioni a tempo determinato di cui ai punti 14, 15 e 16 della deliberazione n. 38/04;
  • possa essere affidata ad un singolo dirigente o funzionario la responsabilità di incarichi speciali o della conduzione di specifiche attività.

Informati i Direttori di Area e Servizio, i Responsabili di Divisione e Ufficio e le Organizzazioni Sindacali sugli esiti del progetto di sviluppo organizzativo

DELIBERA

  1. di definire l'articolazione organizzativa dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas nei termini risultanti dalla Tavola 1 allegata al presente provvedimento di cui forma parte integrante e sostanziale;
  2. di nominare Responsabili delle Direzioni dell'Autorità, con la denominazione di "Direttori":
    Roberto Malaman Consumatori e Qualità del Servizio
    Guido Bortoni Energia Elettrica
    Claudio Di Macco Gas
    Antonio Molteni Legislativo e Legale
    Giandomenico Manzo Personale, Amministrazione e Finanza
    Diego Gavagnin Relazioni Esterne
    Massimo Beccarello Strategie, Studi e Documentazione
    Vincenzo Pazzi (ad interim) Tariffe
    Piergiorgio Berra Vigilanza e Controllo;
  3. di prevedere che solo in casi eccezionali, debitamente motivati, possano essere istituite, con deliberazione dell'Autorità e su proposta del Direttore Generale sentito il Direttore interessato, posizioni di vice responsabile di Direzione, con la denominazione di "Vicedirettore", con compiti di supporto al Direttore stesso e di supplenza in caso di assenza o impedimento e che la medesima procedura si applichi alla nomina;
  4. di nominare l'ing. Luca Lo Schiavo Vicedirettore della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio;
  5. di affidare l'incarico di Segretario Generale ad interim all'attuale Direttore Generale facente funzione;
  6. di dare mandato al Direttore Generale, ai sensi della deliberazione n. 38/04, di coordinare una ricerca di mercato preferibilmente nell'ambito degli operatori, istituzioni ed associazioni che operano nel contesto energetico dell'elettricità e del gas, al fine di individuare una o più candidature di personale esterno idoneo a ricoprire la posizione di Responsabile della Direzione Tariffe, da presentare con apposita relazione all'Autorità, che si riserva di valutare gli esiti della ricerca e di procedere all'assunzione. Tale posizione richiede, come profilo professionale, una specifica competenza in materia tariffaria nei settori del gas e dell'elettricità, nonché una esperienza in campo energetico, nei settori pubblico e privato, almeno decennale;
  7. di dare mandato al Direttore Generale affinché confermi, di norma e sentiti i Direttori, nelle posizioni di struttura di secondo livello, uguali a quelle esistenti o di contenuto equivalente, gli attuali Responsabili, mentre per la copertura delle posizioni riferite ad Unità di nuova costituzione compia in via prioritaria una ricognizione delle competenze del personale dell'Autorità adeguate e disponibili. Per le candidature individuate al termine di questa ultima procedura il Direttore Generale provvede alla nomina, sentiti i Direttori interessati e acquisito il parere favorevole dell'Autorità. Per la posizione di Responsabile di Unità è richiesta la qualifica di dirigente o funzionario;
  8. di dare mandato al Direttore Generale affinché, nei casi in cui la nomina di Responsabile di Unità non risulti possibile in esito alla procedura di cui al precedente alinea, curi la selezione delle risorse necessarie all'esterno, secondo le procedure ordinarie;
  9. per le Unità del Segretariato generale, nonché negli altri casi in cui il Direttore Generale, sentita l'Autorità, ritenga necessaria l'acquisizione di una figura dirigenziale, lo stesso potrà avvalersi della procedura per le assunzioni a tempo determinato di cui ai punti 14, 15 ,16 della deliberazione n. 38/04. Il Direttore Generale procederà alla definizione dei profili professionali in relazione ai quali verrà svolta la selezione e si atterrà per la stessa selezione ai seguenti criteri e modalità:
    • accesso preferenziale a figure professionali che hanno piena conoscenza delle attività dell'Autorità, in quanto hanno già collaborato o collaborano con l'Autorità stessa;
    • esperita senza esito la ricognizione delle risorse che hanno già collaborato o collaborano con l'Autorità, ricerca delle competenze presso istituzioni pubbliche e/o operatori del settore;
    • coerenza tra le professionalità individuate e i contenuti delle posizioni da ricoprire;
    • attenzione alle figure professionali con esperienza nel settore di interesse sia in campo pubblico che privato.

    Le candidature individuate dovranno essere presentate all'Autorità con apposita relazione per l'approvazione;

  10. di dare mandato al Direttore Generale di provvedere in tempi brevi alla assegnazione del personale dell'Autorità negli organici della Direzione generale, Segretariato generale, Direzioni e Unità, sentiti i rispettivi Responsabili e i dipendenti interessati, sulla base delle esigenze risultanti dai programmi di attività e dell'art. 14 del Regolamento, informandone l'Autorità;
  11. di riconoscere ai Direttori, d'intesa con il Direttore Generale e previa informazione all'Autorità, la facoltà di costituire Nuclei o Gruppi di lavoro per lo svolgimento di attività che abbiano carattere temporaneo, assegnandovi proprio personale e definendone i Responsabili del coordinamento. Ai Nuclei o Gruppi di lavoro può essere assegnato personale appartenente sia alle Direzioni direttamente interessate, sia ad altre Unità organizzative quando l'attività del Nucleo o Gruppo di lavoro sia di interesse comune, in questo caso, con decisione del Direttore Generale. I Responsabili del coordinamento dei Nuclei o Gruppi di lavoro assicurano il conseguimento degli obiettivi assegnati, tenendo conto del programma di attività dell'Autorità e dei compiti specifici loro attribuiti;
  12. di prevedere la possibilità di affidare, su proposta del Direttore Generale o del Segretario Generale, ad un singolo dirigente o funzionario la responsabilità di incarichi speciali o della conduzione di specifiche attività;
  13. di istituire all'interno del Segretariato generale tre Unità organizzative con le seguenti responsabilità:

    Unità Pianificazione e Controllo Strategico

    • cura la redazione del Piano pluriennale delle attività dell'Autorità e il monitoraggio dell'attuazione delle azioni pianificate;
    • supporta il Segretario Generale nell'individuazione di iniziative a medio-breve termine;
    • elabora proposte su aspetti e implicazioni strategiche dell'attività di breve termine;
    • redige documentazione di supporto all'attività pubblico-istituzionale dell'Autorità;
    • collabora con il Segretario Generale nell'attività di controllo strategico.

    Segreteria Organi Collegiali

    • assicura il supporto segretariale alle attività del Presidente e dell'Autorità;
    • assicura il supporto organizzativo per le riunioni dell'Autorità e per le attività del Collegio dei Revisori;
    • supporta il Segretario Generale nel coordinamento operativo dei consulenti e degli esperti esterni dell'Autorità.

    Ufficio di Roma

    • assicura, in coordinamento con la Direzione Personale, amministrazione e finanza, gli aspetti amministrativi e contabili dell'ufficio;
    • organizza convegni, seminari e altri eventi affidati all'Ufficio;
    • collabora per attività organizzative riguardanti l'Autorità;
    • cura i rapporti attinenti l'Ufficio di Roma con i titolari immobiliari, i concessionari di licenze e autorizzazioni edilizie e con i fornitori di servizi e lavori;
    • gestisce gli interventi legati alla sicurezza del lavoro e dell'ambiente per l'Ufficio di Roma;
    • assicura il supporto organizzativo per eventuali attività che Direzioni e Unità di Sede necessitano sviluppare presso l'Ufficio di Roma;
  14. di istituire all'interno della Direzione Generale due Unità organizzative con le seguenti responsabilità:

    Unità Controllo di Gestione

    • collabora alla gestione del budget ed effettua il controllo di gestione;
    • supporta il Direttore Generale nell'attività di controllo sull'andamento economico-gestionale dell'Ente.

    Unità Sistemi Informativi

    • assicura i processi di gestione automatizzata del protocollo e i flussi documentali;
    • monitora e gestisce gli interventi tecnici di manutenzione e sviluppo del sistema informatico centrale e delle singole postazioni di lavoro e delle infrastrutture di telecomunicazioni;
    • gestisce gli interventi tecnici di manutenzione e sviluppo dei sistemi di videoconferenza e di telefonia;
    • gestisce la sicurezza dei diritti di accesso alle applicazioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas;
    • gestisce e aggiorna le infrastrutture delle banche dati;
    • propone iniziative per lo sviluppo od ottimizzazione dei sistemi informativi;
  15. di istituire all'interno della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio quattro Unità organizzative con le seguenti responsabilità:

    Unità Gestione e Controllo Domanda di Energia

    • definisce la regolazione per la promozione di interventi di miglioramento dell'efficienza energetica negli usi finali;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • predispone provvedimenti di natura tecnica relativi alla valutazione e certificazione dei risparmi energetici negli usi finali;
    • effettua analisi e predispone segnalazioni e proposte al Governo e al Parlamento in materia di efficienza energetica negli usi finali e gestione dei picchi di domanda;
    • cura i rapporti istituzionali nazionali ed internazionali sulle tematiche di competenza;
    • cura la diffusione delle informazioni in tema di efficienza energetica tra i consumatori ed esercenti e la promozione della concorrenza nel settore dei servizi energetici legati all'uso finale dell'energia;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza.

    Unità Informazioni e Tutela dei Consumatori

    • definisce la regolazione per la tutela dei diritti e degli interessi dei clienti e promuove la trasparenza delle condizioni contrattuali di fornitura nel mercato vincolato e nel mercato libero;
    • gestisce i reclami relativi ai clienti finali dei servizi elettrico e gas con esclusione dei reclami in materia tariffaria;
    • vigila sulle condizioni di erogazione dei servizi;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • realizza attività di formazione e informazione funzionali alla più ampia diffusione della conoscenza dei diritti dei clienti finali elettrici e gas;
    • cura i rapporti con le associazioni dei consumatori e sviluppa iniziative dedicate;
    • gestisce le procedure di conciliazione e le attività collegate alla risoluzione stragiudiziale delle controversie dei clienti finali;
    • gestisce procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e proposte al Governo e al Parlamento sulle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza.

    Unità Qualità dei Servizi Elettrici

    • definisce la regolazione della qualità del servizio nel settore dell'energia elettrica;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • gestisce i flussi informativi periodici dagli esercenti in materia di qualità e cura la pubblicazione comparativa dei dati di qualità nel settore dell'energia elettrica;
    • gestisce procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, in materia di qualità del servizio, in collaborazione con la Direzione legislativo e legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • effettua ricerche di mercato sulla soddisfazione dei clienti;
    • cura i rapporti con organismi e associazioni tecniche del settore dell'energia elettrica per quanto attiene alla qualità del servizio;
    • predispone segnalazioni e proposte al Governo e al Parlamento sulle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza.

    Unità Qualità dei Servizi Gas

    • definisce la regolazione della qualità del servizio nel settore del gas, inclusa la regolazione della qualità del gas;
    • regola gli accertamenti della sicurezza post-contatore gas e l'assicurazione per i clienti finali civili del gas;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • gestisce i flussi informativi periodici dagli esercenti in materia di qualità e cura la pubblicazione comparativa dei dati di qualità nel settore del gas;
    • gestisce procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, in materia di qualità del servizio, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • cura i rapporti con organismi e associazioni tecniche del settore del gas per quanto attiene alla qualità del servizio;
    • predispone segnalazioni e proposte al Governo e al Parlamento sulle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
  16. di istituire all'interno della Direzione Energia Elettrica tre Unità organizzative con le seguenti Responsabilità:

    Unità Concorrenza e Mercato

    • definisce la regolazione del funzionamento dei mercati elettrici e propone interventi per la promozione della concorrenza e per la mitigazione del potere di mercato;
    • definisce condizioni relative alle importazioni ed alle esportazioni di energia elettrica;
    • vigila sulla attività di vendita;
    • definisce la regolazione delle attività dell'Acquirente Unico;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, in materia di concorrenza e mercato elettrico, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento ai fini degli interventi orientati alla promozione della concorrenza, anche in collaborazione con altre istituzioni;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.

    Unità Produzione

    • definisce la regolazione delle condizioni per la produzione ed il ritiro dell'energia elettrica da fonti rinnovabili e della cogenerazione;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • effettua il monitoraggio dello sviluppo degli impianti di microgenerazione e la valutazione degli effetti della generazione distribuita sul sistema elettrico;
    • gestisce la quantificazione degli oneri generali di sistema, inclusi gli oneri relativi allo smantellamento delle centrali elettronucleari;
    • aggiorna parametri a consuntivo relativi ai costi della produzione di energia elettrica;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, in materia di produzione dell'energia elettrica, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nella materia di competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.

    Unità Reti

    • definisce la regolazione delle condizioni di accesso alla rete di trasmissione nazionale e alle reti di distribuzione;
    • definisce la regolazione della misura dell'energia elettrica;
    • definisce la regolazione per l'erogazione del dispacciamento di merito economico;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • monitora i problemi di congestione e propone soluzioni;
    • monitora le attività attinenti alla sicurezza di funzionamento del sistema elettrico nazionale, inclusa la capacità di trasporto sulle reti di interconnessione e lo sviluppo di interconnettori (merchant lines);
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nelle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza;
  17. di istituire all'interno della Direzione Gas tre Unità organizzative con le seguenti Responsabilità:

    Unità Concorrenza e Mercato

    • definisce la regolazione dei mercati del gas, propone interventi per la promozione della concorrenza e per la mitigazione dei poteri di mercato;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • vigila sull'attività di importazione ed esportazione, anche monitorando i relativi contratti;
    • definisce la regolazione delle condizioni economiche per la fornitura di gas naturale degli esercenti l'attività di vendita;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, in materia di concorrenza nel settore del gas, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento ai fini degli interventi orientati alla promozione della concorrenza, anche in collaborazione con altre istituzioni;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.

    Unità Reti

    • definisce la regolazione delle condizioni di accesso alle reti di trasporto e di distribuzione del gas naturale;
    • definisce la regolazione della misura del gas;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • controlla l'interoperabilità fra le reti nazionali e le interconnessioni con le reti estere;
    • monitora i problemi di congestione e propone soluzioni;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nelle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.

    Unità Stoccaggio e Rigassificazione

    • definisce le condizioni di accesso alle infrastrutture di stoccaggio e ai terminali di rigassificazione e gli obblighi relativi alle imprese e agli utenti del servizio;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • monitora il funzionamento dei giacimenti di stoccaggio nell'ambito delle gestioni integrate;
    • monitora i problemi di congestione e propone soluzioni;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nelle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza;
  18. di istituire all'interno della Direzione Legislativo e Legale tre Unità organizzative con le seguenti responsabilità:

    Unità Consulenza

    • predispone e aggiorna i regolamenti per la disciplina di aspetti organizzativi e procedurali della propria attività e non espressamente attribuiti alle competenze di altre Unità;
    • predispone studi e pareri richiesti dall'Autorità o dalla Struttura;
    • organizza, a supporto delle attività della Direzione e della Struttura, DB afferenti ai profili giuridici quali, a titolo esemplificativo, le prassi commerciali domestiche e internazionali dei settori dell'energia elettrica e del gas.

    Unità Contenzioso e Arbitrati

    • gestisce il contenzioso, assicurando il necessario supporto all'Avvocatura dello Stato;
    • amministra le procedure arbitrali;
    • consolida, organizza e diffonde, all'interno e all'esterno le conoscenze in ordine agli esiti dell'attività giurisdizionale sui provvedimenti dell'Autorità.

    Unità Procedimenti ed Istruttorie

    • inquadra i profili giuridici di schemi di provvedimenti o altri atti predisposti dalle Unità organizzative, nonché delle sequenze procedurali preparatorie degli stessi;
    • gestisce i procedimenti volti alla irrogazione di misure sanzionatorie in collaborazione con le Direzioni interessate, per gli aspetti di competenza;
    • assicura il rispetto dei termini e delle garanzie procedurali nello svolgimento dei procedimenti individuali;
    • redige e manutenziona i "testi integrati" della normativa adottata dall'Autorità.
  19. di istituire all'interno della Direzione Personale, Amministrazione e Finanza tre Unità organizzative con le seguenti Responsabilità:

    Unità Affari Generali e Contratti

    • gestisce i processi di acquisizione di beni, servizi e lavori;
    • gestisce l'attività contrattuale;
    • gestisce la manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni, con esclusione della gestione tecnica del sistema e degli strumenti informatici, di videoconferenza e telefonia;
    • assicura la tenuta dell'inventario;
    • coordina il processo di programmazione dei fabbisogni annuali;
    • cura, per quanto di competenza, l'attuazione della normativa in materia di sicurezza e salute sul luogo di lavoro.

    Unità Contabilità e Bilancio

    • gestisce la contabilità finanziaria, economica e patrimoniale;
    • redige il Bilancio;
    • gestisce i rapporti con l'istituto cassiere;
    • provvede all'assolvimento degli obblighi fiscali, previdenziali e contributivi;
    • eroga il trattamento economico del personale;
    • monitora e gestisce le azioni connesse al versamento del contributo da parte dei soggetti regolati;
    • monitora le disponibilità finanziarie.

    Unità Gestione e Sviluppo del Personale

    • gestisce i processi di acquisizione, inserimento, sviluppo e mobilità del personale;
    • provvede alla gestione amministrativa degli istituti contrattuali che regolano il rapporto di lavoro dei dipendenti ed effettua il relativo monitoraggio;
    • gestisce i processi di formazione del personale e i processi relativi al supporto all'attività formativa e di ricerca nei settori dell'energia elettrica e del gas (borse di studio, etc.);
    • cura i rapporti con gli istituti preposti alla vigilanza in materia di lavoro e alla gestione degli aspetti assicurativi e previdenziali;
    • gestisce le relazioni sindacali e, a tal fine, supporta il Direttore Generale;
    • predispone e gestisce i contratti dei consulenti e collaboratori;
    • cura il monitoraggio e l'attuazione della normativa di legge e contrattuale in materia di rapporto di lavoro.
  20. di istituire all'interno della Direzione Relazioni Esterne tre Unità organizzative con le seguenti Responsabilità:

    Unità Relazioni Istituzionali Internazionali

    • gestisce le relazioni internazionali assistendo l'Autorità nei rapporti con altre istituzioni e organizzazioni dell'Unione europea o esterne a quest'ultima;
    • gestisce i rapporti con operatori esteri;
    • provvede al monitoraggio e ai relativi approfondimenti in ordine alla produzione normativa delle Istituzioni internazionali;
    • supporta l'organizzazione degli eventi internazionali di rappresentanza dell'Autorità.

    Unità Relazioni Istituzionali Nazionali

    • gestisce le relazioni con gli Organi istituzionali nazionali;
    • organizza gli eventi di rappresentanza dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas;
    • provvede al monitoraggio e ai relativi approfondimenti in ordine alla produzione normativa delle Istituzioni nazionali;
    • organizza la presentazione della relazione annuale dell'Autorità, nonché le audizioni, ordinarie e speciali.

    Unità Comunicazione e Stampa

    • gestisce i processi di comunicazione, i rapporti con la stampa e le organizzazioni per la comunicazione di massa;
    • gestisce la rassegna stampa e altri documenti informativi sull'attività dell'Autorità;
    • gestisce il sito internet e intranet dell'Autorità;
    • propone iniziative di comunicazione tese a tutelare e sviluppare l'immagine e la capacità informativa dell'Autorità;
  21. di istituire all'interno della Direzione Strategie, Studi e Documentazione tre Unità organizzative con le seguenti responsabilità:

    Unità Analisi, Strategie ed Ambiente

    • realizza indagini conoscitive e studi sullo stato e lo sviluppo della concorrenza nei mercati dell'energia elettrica e del gas;
    • elabora modelli statistici, economici e finanziari per l'analisi dei mercati;
    • elabora e formula proposte per strategie e ipotesi di intervento dell'Autorità;
    • elabora e formula proposte od iniziative riguardanti il rapporto ambiente-energia;
    • studia l'interrelazione tra regolazione del mercato, fiscalità e ambiente.

    Unità Documentazione

    • predispone e coordina la Relazione annuale dell'Autorità;
    • predispone e coordina l'informazione statistica relativa al mercato elettrico e del gas;
    • realizza indagini su operatori del settore gas ed elettricità;
    • gestisce e sviluppa la biblioteca dell'Autorità;
    • coordina le esigenze di acquisizione della documentazione e dello sviluppo delle banche dati.

    Unità Impatto Regolatorio

    • definisce e aggiorna la metodologia per l'analisi di impatto della regolazione dei provvedimenti dell'Autorità e ne cura l'applicazione sperimentale e la messa a regime;
    • analizza, in collaborazione con le Direzioni, l'impatto regolatorio dei provvedimenti normativi;
    • elabora i modelli di simulazione per l'analisi dell'impatto regolatorio;
    • partecipa ai processi di consultazione e comunicazione in materia di impatto regolatorio con l'Autorità e con le Direzioni;
  22. di istituire all'interno della Direzione Tariffe due Unità con le seguenti Responsabilità:

    Unità Settore Elettrico

    • definisce e aggiorna i costi riconosciuti per l'accesso e l'uso delle infrastrutture per il servizio elettrico gestite in regime di esclusiva;
    • definisce la regolazione tariffaria per l'attribuzione dei costi agli utenti, ivi inclusa la disciplina in materia di tariffa sociale, la regolazione del servizio di connessione delle utenze passive, la disciplina tariffaria relativa ai regimi tariffari speciali al consumo e i meccanismi di perequazione dei costi e di integrazione dei ricavi;
    • definisce e aggiorna le direttive sulla separazione amministrativa e contabile per il settore elettrico;
    • aggiorna le tariffe, i vincoli tariffari e i prezzi amministrati relativi al servizio elettrico e adegua periodicamente le aliquote relative agli oneri generali di sistema e delle altre componenti tariffarie specifiche;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • gestisce i procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nelle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.

    Unità Settore Gas

    • definisce e aggiorna i costi riconosciuti per l'accesso e l'uso delle infrastrutture per il servizio gas;
    • definisce la regolazione tariffaria di trasporto, stoccaggio e rigassificazione, distribuzione e allacciamenti;
    • definisce e aggiorna le direttive sulla separazione amministrativa e contabile per il settore gas;
    • aggiorna periodicamente le tariffe del gas;
    • controlla l'attuazione della regolazione di propria competenza, gestendo i relativi flussi informativi;
    • gestisce procedimenti individuali, diversi da quelli a carattere sanzionatorio, nelle materie di propria competenza, in collaborazione con la Direzione Legislativo e Legale per quanto attiene agli aspetti procedurali;
    • predispone segnalazioni e pareri al Governo e al Parlamento nelle materie di propria competenza;
    • collabora con altri regolatori o organismi istituzionali ed associativi europei nelle materie di competenza;
    • esamina reclami, istanze e segnalazioni nella materia di competenza.
  23. di istituire all'interno della Direzione Vigilanza e Controllo due Unità organizzative con le seguenti Responsabilità:

    Unità Programmazione e Coordinamento

    • programma e coordina gli interventi di controllo e le ispezioni presso gli esercenti;
    • predispone la documentazione propedeutica all'attività di controllo e vigilanza;
    • gestisce i rapporti operativi con la Guardia di Finanza, la Cassa Conguaglio e altre organizzazioni addette al controllo per conto dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas;
    • supporta la Direzione nella definizione di pareri e memorie per il Collegio;
    • gestisce i rapporti contrattuali con i professionisti esterni (per attività di sopralluogo).

    Unità Controlli e Ispezioni

    • realizza i controlli e le ispezioni presso gli esercenti;
    • coordina le attività con l'impiego anche di personale esterno;
    • predispone i documenti di resoconto delle attività svolte;
  24. di confermare per i procedimenti in corso e fino al loro completo espletamento, gli incarichi già attribuiti dall'Autorità sulla base del precedente ordinamento;
  25. di confermare anche, quali datori di lavoro ai fini della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro, il Direttore della Direzione Personale, Amministrazione e Finanza per l'unità produttiva della Sede di Milano e il Responsabile dell'Ufficio di Roma per l'unità produttiva dell'Ufficio di Roma, già individuati con delibera n. 81/03;
  26. di delegare il Direttore Generale, sentita l'Autorità, a provvedere alla definizione di dettaglio dei compiti amministrativi e funzionali del Responsabile di Direzione e del Responsabile di Unità;
  27. di revocare la delibera 84/01 e successive modificazioni;
  28. di conferire mandato al Direttore Generale per le ulteriori azioni a seguire;
  29. di pubblicare la presente deliberazione sul sito internet dell'Autorità;
  30. le disposizioni della presente deliberazione decorrono dal giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della deliberazione n.182/04.