Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 120/03

Approvazione della partecipazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al progetto di gemellaggio "Institutional Strengthening of the Energy Market Regulatory Authority" nell'ambito del programma di cooperazione Phare dell'Unione europea

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 22 ottobre 2003;

Premesso che:

  • il programma PHARE, creato dalla Comunitá europea nel 1989 per sostenere il processo di riforme e la transizione economica e politica in Polonia e Ungheria, si è dimostrato un efficace strumento per la cooperazione finanziaria e tecnica con i paesi dell'Europa centrale e orientale;
  • nelle conclusioni della riunione del Consiglio europeo di Essen del dicembre 1994 è stato affermato che i progetti di gemellaggio previsti nell'ambito del programma di cooperazione PHARE rappresentano una componente fondamentale della strategia di preadesione, che ha come obiettivo l'adesione all'Unione europea dei paesi candidati dell'Europa centrale e orientale, ivi inclusa la Turchia;
  • nel corso del mese di novembre 2002 il Governo italiano, attraverso il Ministero delle politiche europee, ha richiesto in modo informale all'Autoritá per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autoritá) di contribuire alle azioni di collaborazione che lo stesso Governo intende avviare nei confronti della Turchia, invitando l'Autoritá a partecipare alla gara per il Progetto di gemellaggio del programma di cooperazione PHARE avente per tema "Institutional Strengthening of Energy Market Regulatory Authority", essendo l'Energy Market Regulatory Authority (di seguito: l'EMRA) l'autoritá amministrativa indipendente per la regolazione del mercato dell'energia della Turchia;
  • il Ministero delle politiche europee si è associato alla proposta che l'Autoritá ha formulato per partecipare alla soprarichiamata gara;

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • la legge 31 luglio 1997, n. 249, in particolare l'articolo 1, commi 16 e 21;

Visti:

  • la delibera 5 giugno 2002, n. 104/02 con cui l'Autoritá ha modificato e integrato il Regolamento di contabilitá con allegato schema dei conti;
  • la delibera 23 dicembre 2002, n. 231/02 con cui l'Autoritá ha approvato il Bilancio di previsione per l'esercizio 1 gennaio 2003 - 31 dicembre 2003;
  • la delibera 2 settembre 2003, n. 99/03 (di seguito: delibera n. 99/03), con cui l'Autoritá ha approvato la variazione del Bilancio di previsione per l'esercizio 1 gennaio 2003 - 31 dicembre 2003;
  • il verbale della 259ª riunione dell'Autoritá del 20 novembre 2002;
  • il verbale della 269ª riunione dell'Autoritá del 12 febbraio 2003;

Visti:

  • il Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio della Commissione europea (rev. febbraio 2002), pubblicato nel sito internet della Commissione europea, Direzione generale Allargamento (di seguito: il Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio);
  • l'accordo quadro 'Convention-cadre concernant la mise á disposition d'experts nationaux dans les jumelages appliqués á l'institution building, financés par le programme PHARE', pubblicato nel sito internet del Ministero degli affari esteri;
  • l'accordo per il Progetto di gemellaggio, ovvero il Twinning Covenant for the Institutional Strengthening of the Energy Market Regulator between the Energy Market Regulatory Authority of Turkey and the Regulatory Authority for Electricity and Gas of Italy, Reference no. TR02 - EY - 01, Second Draft, October 2003 (richiamato nel seguito come: Schema di Twinning Covenant), allegato alla presente delibera (Allegato A);
  • il bilancio di previsione relativo allo Schema di Twinning Covenant (richiamato nel seguito come Schema di Twinning Budget), allegato alla presente delibera (Allegato B);

Visto il documento "Proposta per l'approvazione della partecipazione dell'Autoritá per l'energia elettrica e il gas al progetto di gemellaggio "Institutional Strengthening of the Energy Market Regulatory Authority" nell'ambito del programma di cooperazione Phare dell'Unione europea" (PROT. AU/03/199);

Considerato che:

  • l'Autoritá nel corso della sua 259ª riunione del 20 novembre 2002, preso atto di una comunicazione con cui il Direttore generale ha riferito al Collegio della richiesta del Governo di cui in premessa, conferiva mandato allo stesso Direttore generale affinché venisse autorizzato l'Ufficio speciale relazioni esterne dell'Autoritá a collaborare con il Ministero degli affari esteri nella stesura dei documenti per la partecipazione alla gara per un progetto di gemellaggio con la Turchia, nel campo della regolazione dei mercati dell'energia;
  • l'Ufficio speciale relazioni esterne, in collaborazione con il Ministero delle politiche europee, predisponeva la proposta per il Progetto di gemellaggio denominato "Twinning Project Proposal: Institutional Strengthening of the Energy Market Regulatory Authority", January 2003, in cui erano designati, quale candidato come Capo Progetto, il prof. Sergio Garribba e, quale candidato come Consigliere Pre-Adesione, il dott. Sergio Ascari;
  • la proposta di cui al precedente alinea veniva presentata dal prof. Sergio Garribba e dal dott. Sergio Ascari ad Ankara il 13 gennaio 2003 nel corso di un incontro con una Commissione per la selezione costituita da rappresentanti del Governo della Turchia e della Commissione europea;
  • con lettera del 5 febbraio 2003 (prot. Autoritá n. 005200 del 5 febbraio 2003), la Rappresentanza della Commissione europea in Turchia informava il prof. Sergio Garribba che la proposta dell'Autoritá era stata scelta dalla Commissione per la selezione;
  • l'Autoritá, nel corso della 269ª riunione del 12 febbraio 2003, conferiva mandato al prof. Sergio Garribba, in qualitá di Capo Progetto designato, e al Direttore generale affinché l'Ufficio speciale relazioni esterne venisse autorizzato a procedere all'avvio di negoziazioni con la Rappresentanza della Commissione europea in Turchia e con l'EMRA, ai fini della predisposizione di un Twinning Covenant;
  • con lettera del 18 luglio 2003 (prot. Autoritá n. 21219 del 18 luglio 2003), la Rappresentanza della Commissione europea in Turchia trasmetteva al prof. Sergio Garribba e al dott. Cahit Akinci, Capo Progetto per l'EMRA, le proprie osservazioni relative ad un primo Schema di Twinning Covenant redatto ai sensi del Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio; e che di tali osservazioni è stato tenuto conto della predisposizione del successivo secondo Schema di Twinning Covenant di cui all'Allegato A;

Considerato che:

  • il Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio prevede che l'amministrazione assegnataria del progetto designi la persona o le persone responsabili dell'attuazione degli impegni assunti nell'ambito del Progetto di gemellaggio;
  • la proposta di Progetto di gemellaggio presentata dall'Autoritá, in collaborazione con il Ministero delle politiche europee, e pertanto lo Schema di Twinning Covenant prevede la designazione del Capo Progetto e del Consigliere Pre-Adesione;
  • i costi relativi alla partecipazione dell'Autoritá al Progetto di gemellaggio con la Turchia sono coperti da un contributo finanziario della Commissione europea nell'ambito del programma di cooperazione PHARE e pertanto lo schema di Twinning Budget non prevede oneri a carico del bilancio dell'Autoritá;
  • allo scopo di far fronte ai costi di avvio del Progetto di gemellaggio e alle prime attivitá, nella variazione di Bilancio di previsione dell'Autoritá per l'esercizio 1 gennaio 2003 - 31 dicembre 2003 di cui alla delibera n. 99/03, è tuttavia previsto, a titolo di anticipazione, uno stanziamento di euro 300.000 (trecentomila);

Ritenuto che

  • l'Autoritá abbia interesse a contribuire all'impegno dell'Italia nel rafforzamento delle relazioni con i paesi candidati per l'adesione all'Unione europea e a collaborare con i loro organismi di regolazione dell'energia; e che abbia in particolare interesse ad assistere l'EMRA e a collaborare affinché possa essere assicurata una ordinata e coordinata integrazione del mercato dell'energia elettrica e del gas della Turchia nel mercato interno europeo dell'energia;
  • il Progetto di gemellaggio con la Turchia abbia significative e positive ricadute per quanto riguarda i rapporti di collaborazione tra i governi dell'Italia e della Turchia; e che sia opportuno mantenere informati il Ministero degli affari esteri, Direzione generale dell'integrazione europea, e il Ministero delle politiche europee, circa sviluppi e risultati dello stesso progetto;
  • nell'organizzazione e attuazione del Progetto di gemellaggio con la Turchia possano essere ricercate forme di coordinamento con altre iniziative di cooperazione e collaborazione bilaterali o multilaterali su temi analoghi;
  • sia opportuno che l'Autoritá si avvalga per l'attuazione del Progetto di gemellaggio con la Turchia del contributo di esperti esterni da incaricare attraverso contratti di consulenza;
  • sia opportuno stipulare accordi con altre pubbliche amministrazioni, con istituti di formazione e di ricerca universitari, e con organizzazioni e imprese italiane e di altri Stati membri dell'Unione europea, provvedendo alla loro designazione come soggetti delegati all'attuazione di aspetti specifici del Progetto di gemellaggio in relazione alle loro funzioni e competenze;
  • sia opportuno assicurare nell'attuazione del Progetto di gemellaggio con la Turchia un efficace e continuo coordinamento sia per quanto riguarda gli aspetti gestionali e le relative scadenze, sia per quanto riguarda l'apporto di esperti esterni e di altre amministrazioni e organizzazioni; e che tale coordinamento debba essere affidato al direttore dell'Ufficio speciale relazioni esterne dell'Autoritá;
  • sia necessario prevedere il coinvolgimento nell'attuazione del Progetto di gemellaggio delle unitá organizzative dell'Autoritá che, a motivo dell'esperienza accumulata, possano dare contributi nei rispettivi ambiti di competenza;
  • sia necessario introdurre nel Bilancio di previsione dell'Autoritá apposite voci di entrata e di uscita con contabilitá separata;
Su proposta del Direttore generale, d'intesa con il dott. Diego Gavagnin, nella sua posizione di Direttore dell'Ufficio speciale relazioni esterne e con il dott. avv. Giandomenico Manzo, nella sua posizione di Direttore del Servizio amministrazione del personale

DELIBERA

  1. Di approvare la partecipazione dell'Autoritá per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autoritá) al Progetto di gemellaggio nell'ambito del programma di cooperazione PHARE dell'Unione europea con la Turchia come definito nel documento Twinning Covenant for the Institutional Strengthening of the Energy Market Regulator between the Energy Market Regulatory Authority of Turkey and the Regulatory Authority for Electricity and Gas of Italy, Reference no. TR 02 - EY - 01, Second Draft, October 2003 (richiamato nel seguito come Schema di Twinning Covenant), allegato alla presente delibera di cui costituisce parte integrante e sostanziale (Allegato A), notando che il Progetto di gemellaggio viene svolto in collaborazione con il Ministero delle politiche europee e ha come termine per la sua conclusione il 30 novembre 2005;
  2. Di approvare il bilancio di previsione relativo allo Schema di Twinning Covenant di cui al punto 1 (richiamato nel seguito come Schema di Twinning Budget), allegato alla presente delibera di cui costituisce parte integrante e sostanziale (Allegato B);
  3. Di comunicare al Punto di contatto nazionale per i progetti di gemellaggio nell'ambito del programma di cooperazione PHARE presso il Ministero degli affari esteri, Direzione generale dell'integrazione europea, e al Ministero delle politiche europee la partecipazione dell'Autoritá al Progetto di gemellaggio con la Turchia, di cui ai precedenti punti 1 e 2, per i necessari adempimenti;
  4. Di confermare la designazione del prof. Sergio Garribba quale Capo Progetto, conferendogli mandato per eventuali modifiche dello Schema di Twinning Covenant e per la definizione di eventuali iniziative di coordinamento con iniziative di cooperazione bilaterale o multilaterale su temi analoghi, previa informazione dell'Autoritá e d'intesa con l'Energy Market Regulatory Authority of Turkey, secondo le modalitá previste dal Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio, tenendo conto delle previsioni di cui al successivo punto 6;
  5. Di conferire al Direttore generale dell'Autoritá il mandato di assumere i necessari impegni per l'attuazione del Progetto di gemellaggio con la Turchia in nome e per conto dell'Autoritá attraverso la finalizzazione dello Schema di Twinning Covenant e la sottoscrizione del Twinning Covenant d'intesa con il prof. Sergio Garribba, tenendo conto delle previsioni di cui al successivo punto 6;
  6. Di prevedere che nell'attuazione del Progetto di gemellaggio con la Turchia, come definito dal Twinning Covenant, il Direttore generale dell'Autoritá, con eventuale delega al direttore dell'Ufficio speciale relazioni esterne, provveda a:
    1. ricercare, in tutti i casi in cui ciò sia possibile e conveniente, apporti esterni, avvalendosi del contributo di esperti esterni da incaricare attraverso contratti di collaborazione, o attraverso modifiche di contratti di collaborazioni esistenti, secondo le modalitá previste dal Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio e dal Twinning Covenant;
    2. stipulare accordi con altre pubbliche amministrazioni, con istituti di formazione e di ricerca universitari, e con organizzazioni e imprese italiane e di altri Stati membri dell'Unione europea, provvedendo alla loro designazione quali soggetti delegati all'attuazione di aspetti specifici del progetto di gemellaggio in relazione alle loro competenze;
    3. attivare e coinvolgere le unitá organizzative dell'Autoritá che, a motivo dell'esperienza accumulata, possano dare contributi nei rispettivi ambiti di competenza;
    4. inviare in missione dirigenti e funzionari di Aree, Servizi e altri uffici dell'Autoritá, compatibilmente con altre esigenze imposte dal programma di attivitá della stessa Autoritá, in misura complessivamente non superiore a 170 giornate nell'anno 2004 e a 110 giornate nell'anno 2005, secondo la ripartizione riportata di seguito a titolo indicativo:

      2004

      2005

      Totale

      Area consumatori e qualitá del servizio

      25

      10

      35

      Area gas

      25

      10

      35

      Area elettricitá

      25

      10

      35

      Servizio amministrazione e personale

      6

      3

      9

      Servizio documentazione e studi

      60

      30

      90

      Servizio legale e legislativo

      10

      5

      15

      Ufficio speciale relazioni esterne

      15

      40

      55

      Ufficio del Direttore generale

      4

      2

      6

      Totale

      170

      110

      280

  7. Di conferire al dott. Diego Gavagnin, nella sua posizione di direttore dell'Ufficio speciale per le relazioni esterne dell'Autoritá, funzioni di coordinamento complessivo per l'attuazione del Twinning Covenant con responsabilitá di:
    1. gestione logistica del Progetto di gemellaggio con la Turchia, ivi incluse l'assistenza al Capo Progetto e agli esperti esterni, l'organizzazione di seminari e di missioni di studio, la ricerca e l'identificazione della necessarie risorse di personale;
    2. definizione e stipula dei contratti per gli incarichi di collaborazione affidati ad esperti esterni con mandato di breve o lungo periodo, secondo le procedure definite nei capitoli 6 e 7 del Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio (rev. febbraio 2002);
  8. Di prevedere, con riferimento al precedente punto 7, che lo stesso dott. Diego Gavagnin:
    1. collabori nello svolgimento delle funzioni di coordinamento con il direttore del Servizio amministrazione e personale dell'Autoritá;
    2. si avvalga di deleghe di spesa per le attivitá relative all'attuazione del Twinning Covenant, anche in deroga al sistema di deleghe di spesa vigente nell'ambito dell'Autoritá;
    3. riferisca al Direttore generale e all'Autoritá, con cadenza trimestrale, circa l'andamento e gli sviluppi del Progetto di gemellaggio con la Turchia e le spese sostenute;
  9. Di confermare la designazione del dott. Sergio Ascari, funzionario dell'Ufficio speciale relazioni esterne dell'Autoritá, quale Consigliere Pre-Adesione del Progetto di gemellaggio, disponendone il distacco presso l'Energy Market Regulatory Authority of Turkey per la durata di dodici mesi con inizio entro tre mesi dall'approvazione del Twinning Covenant da parte della Commissione europea, applicando al dott. Sergio Ascari il trattamento e la disciplina previsti per i Consiglieri Pre-Adesione dal Manuale di riferimento per Progetti di gemellaggio;
  10. Di conferire mandato al dott. avv. Giandomenico Manzo, nella sua posizione di direttore del Servizio amministrazione e personale dell'Autoritá, a:
    1. costituire, con riferimento al Progetto di gemellaggio con la Turchia, nel Regolamento di contabilitá con allegato schema dei conti dell'Autoritá, a valere sul Bilancio di previsione che verrá definito per l'esercizio finanziario 1 gennaio 2004 - 31 dicembre 2004 e sui bilanci degli esercizi successivi come di competenza, appositi capitoli di entrata e di spesa sui quali rispettivamente accertare il contributo pari a euro 900.000 (novecentomila) percepito dalla Commissione europea, Direzione generale allargamento, attraverso l'Unitá centrale finanziamenti ed appalti;
    2. contabilizzare gli oneri finanziari relativi allo svolgimento del Progetto di gemellaggio con la Turchia, per la parte giá impegnata di cui al successivo punto 11;
  11. Di prevedere che l'Autoritá, per far fronte agli impegni previsti per le attivitá del Progetto di gemellaggio con la Turchia, ivi comprese le collaborazioni di esperti esterni, anticipi, nelle more della contabilizzazione del previsto finanziamento europeo, a valere sul proprio Bilancio di previsione per l'esercizio 1 gennaio 2003-31 dicembre 2003 titolo I, categoria VI, capitoli 118, 143 e 147, e sui bilanci degli esercizi successivi come di competenza, un importo massimo complessivo pari a euro 300.000 (trecentomila), I.V.A. compresa;
  12. Di dare mandato al Direttore generale, al dott. avv. Giandomenico Manzo, nella sua posizione di direttore del Servizio amministrazione e personale, ed al dott. Diego Gavagnin, nella sua posizione di direttore dell'Ufficio speciale relazioni esterne, per le azioni a seguire.