Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 2/03

Approvazione della partecipazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Twinning covenant "Strengthening of the energy market regulator" nell'ambito del programma Phare di cooperazione dell'Italia con la Repubblica lituana

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 16 gennaio 2003,

Premesso che:

  • il programma Phare, creato dalla Comunità europea nel 1989 per sostenere il processo di riforme e la transizione economica e politica in Polonia e Ungheria, è un efficace strumento di cooperazione finanziaria e tecnica con i paesi dell'Europa centrale e orientale;
  • nelle conclusioni della riunione del Consiglio europeo di Essen del dicembre 1994 si afferma che il programma Phare è strumento finanziario della strategia di preadesione, con l'obiettivo finale dell'adesione all'Unione europea dei paesi candidati dell'Europa centrale e orientale;

Visti:

  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • la legge 31 luglio 1997, n. 249, in particolare l'articolo 1, commi 16 e 21;

Visti:

  • la delibera 23 dicembre 2002, n. 231/02 con cui l'Autorità ha approvato il Bilancio di previsione per l'esercizio 1 gennaio 2003 - 31 dicembre 2003;
  • il verbale della 202ª riunione dell'Autorità del 18 settembre 2001;

Visto il Twinning Covenant "Strengthening of the Energy Market Regulator" (Allegato A);

Visto il documento "Proposta di delibera per l'approvazione della partecipazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Twinning Covenant Strengthening of the Energy Market Regulator nell'ambito del programma PHARE di cooperazione dell'Italia con la Lituania" (PROT.AU/03/006);

Considerato che:

  • con lettera del 17 settembre 2001 (prot. Autorità n. 018422 del 17 settembre 2001) (di seguito: lettera 17 settembre 2001), l'Ambasciatore d'Italia in Lituania ha comunicato all'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) l'avvenuta presentazione, in data 12 settembre 2001, di una proposta formulata dal Ministero dell'economia e delle finanze in ordine al progetto di gemellaggio nell'ambito del programma PHARE "Strengthening of the Energy Market Regulator", per il quale, vista l'indicazione dell'interesse espresso in tal senso dagli interlocutori lituani, sarebbe opportuno il coinvolgimento dell'Autorità il cui contributo è importante al fine dell'approfondimento di questioni che dovranno essere affrontate dall'omologo organismo di regolazione lituano;
  • l'Autorità nel corso della sua 202ª riunione del 18 settembre 2001, preso atto di quanto comunicato dal Presidente in merito alla richiesta dell'Ambasciatore d'Italia in Lituania, all'unanimità ha conferito mandato allo stesso Presidente affinché fosse inviata al Ministro dell'economia e delle finanze, e per conoscenza al Ministro degli affari esteri, una nota nella quale venisse formalmente comunicata la disponibilità dell'Autorità a partecipare al progetto di gemellaggio in ambito PHARE 2001 "Strengthening of the Energy Market Regulator";
  • il Presidente dell'Autorità, con lettera del 8 ottobre 2001 prot. PR/M01/2414 (di seguito: lettera 8 ottobre 2001) ha comunicato al Ministero degli affari esteri - Direzione generale per l'integrazione europea ed all'Ambasciata di Italia in Lituania, nonché per conoscenza al Ministero dell'economia e delle finanze, l'intenzione di rispondere positivamente all'iniziativa proposta dall'Ambasciatore d'Italia in Lituania, confermando la disponibilità già anticipata dalla delegazione italiana presente a Vilnius in occasione della riunione del 12 settembre 2001 in cui ha avuto luogo la presentazione della proposta formulata dal Ministero dell'economia e finanze in merito al progetto di gemellaggio nell'ambito del programma PHARE 2001 "Strengthening of the Energy Market Regulator";
  • la richiesta di collaborazione al progetto di gemellaggio con la Lituania è stata richiesta all'Autorità, con lettera del 28 settembre 2001, prot. 182/4232 (prot. Autorità n. 019290 dell'1 ottobre 2001) (di seguito: lettera 28 settembre 2001) dal Ministero degli affari esteri e con lettera del 9 ottobre 2001 prot. 625711 (prot. Autorità n. 01996 del 12 ottobre 2001) (di seguito: lettera 9 ottobre 2001), anche dal Ministero dell'economia e delle finanze;
  • il Comitato di gestione del programma PHARE ha approvato il Twinning Covenant n. LT2001/IB/EY/01 "Strengthening of the Energy Market Regulator" (di seguito: Twinning Covenant), relativa all'attuazione del progetto di gemellaggio con la Lituania ed il relativo finanziamento;

Considerato che i costi derivanti dalla partecipazione dell'Autorità al progetto di gemellaggio amministrativo con la Lituania sono coperti da contributo finanziario dell'Unione europea nell'ambito del programma PHARE e pertanto non comportano oneri a carico del bilancio dell'Autorità;

Ritenuto che l'Autorità abbia interesse a contribuire all'impegno dell'Italia nel rafforzamento delle relazioni con i paesi candidati dell'Unione europea e a collaborare con i loro organismi di regolazione dell'energia;

Su proposta del Direttore generale, d'intesa con il dott. Diego Gavagnin, nella sua posizione di Direttore dell'Ufficio speciale per le relazioni esterne e con il dott. avv. Giandomenico Manzo, nella sua posizione di Direttore del Servizio amministrazione e del personale,

DELIBERA

  1. Di approvare la partecipazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) al progetto di gemellaggio amministrativo con la Repubblica della Lituania definito dal Twinning Covenant n. LT2001/IB/EY/01 "Strengthening of the Energy Market Regulator", da svolgere in collaborazione con il Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento del tesoro (di seguito: progetto di gemellaggio amministrativo con la Lituania), con termine previsto entro il 20 ottobre 2004, allegato alla presente delibera di cui costituisce parte integrante e sostanziale (Allegato A);
  2. Di comunicare al Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento deltesoro, al Ministero degli affari esteri o al Ministero delle politiche europeee e all'Ambasciata d'Italia nella Repubblica della Lituana la partecipazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al progetto di gemellaggio amministrativo con la Repubblica della Lituania, di cui al precedente punto 1);
  3. Di affidare il coordinamento delle attività relative al progetto di gemellaggio amministrativo con la Lituania al dott. Diego Gavagnin, nella sua posizione di direttore dell'Ufficio speciale per le relazioni esterne dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas;
  4. Di accertare, a valere sul Bilancio di previsione dell'Autorità per l'esercizio 1 gennaio 2003 - 31 dicembre 2003, titolo I, categoria IV, "Entrate diverse", capitolo 104 e sui bilanci degli esercizi successivi come di competenza, il contributo pari a euro 300.000 (trecentomila) percepito dal Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento del tesoro per l'attuazione del progetto di gemellaggio amministrativo con la Lituania;
  5. Di prevedere che l'Autorità per far fronte agli impegni previsti per le attività del progetto di gemellaggio amministrativo con la Repubblica della Lituania in oggetto, ivi comprese le eventuali collaborazioni di esperti esterni, anticipi, a valere sul proprio Bilancio di previsione per l'esercizio 1 gennaio 2003-31 dicembre 2003 titolo I, categoria VI, capitoli 118, 143 e 147, e sui bilanci degli esercizi successivi come di competenza, un importo massimo complessivo pari a euro 300.000 (trecentomila), I.V.A. compresa.
  6. Di dare mandato al Direttore generale ed al dott. avv. Giandomenico Manzo, nella sua posizione di direttore del Servizio amministrazione e personale, per le azioni a seguire.