Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 114/02

Segnalazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Governo e al Parlamento sul disegno di legge AS1149 recante misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza

Pubblicata su questo sito il 1 luglio 2002, ai sensi dell'articolo 6, comma 4, della deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas 20 febbraio 2001, n. 26/01.

L'AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 20 giugno 2002,

Premesso che:

  • ai sensi dell'articolo 2, comma 6 e comma 12, lettera a), della legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95) l'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità) "in quanto autorità nazionale competente per la regolazione e il controllo, svolge attività consultiva e di segnalazione al Governo nelle materie di propria competenza" e "formula osservazioni e proposte da trasmettere al Governo e al Parlamento sui servizi da assoggettare a regime di concessione o di autorizzazione e sulle relative forme di mercato, nei limiti delle leggi esistenti, proponendo al Governo le modifiche normative e regolamentari necessarie in relazione alle dinamiche tecnologiche, alle condizioni di mercato ed all'evoluzione delle normative comunitarie";
  • è all'esame dell'Assemblea del Senato della Repubblica il disegno di legge AS 1149 recante misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza;
  • in sede di discussione presso la Commissione industria, commercio e turismo sono stati approvati emendamenti che modificano il testo del predetto disegno di legge, così come è stato licenziato dalla Camera dei Deputati, introducendo una nuova formulazione del comma 2 dell'articolo 21 ed un articolo aggiuntivo, 26-septies, al Capo IV recante disposizioni in materia di politica energetica;
  • le disposizioni introdotte da tali emendamenti incidono sia sull'assetto istituzionale della ripartizione delle competenze in materia di regolazione sia sulle condizioni di accesso alle reti nazionali di trasporto del gas e di trasmissione dell'energia elettrica;

Viste:

  • la legge n. 481/95;
  • la direttiva 96/92/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 dicembre 1996 concernente norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica;
  • la direttiva 98/30/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 giugno 1998, relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale;
  • le proposte di modifica delle predette direttive indicate dal Consiglio europeo di Barcellona del 15 e 16 marzo 2002 e recepite dalla Commissione europea il 7 giugno 2002, in particolare gli articoli 14, 16 e 22;
  • le leggi delega 24 aprile 1998, n. 128, e 17 maggio 1999, n. 144;
  • la deliberazione 15 maggio 2002, n. 91/02, recante "Disciplina dell'accesso di cui all'articolo 25, comma 1, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164/00, nel caso di realizzazione di nuovi terminali di gas naturale liquefatto e di loro potenziamento" (di seguito deliberazione n. 92/02);
  • la deliberazione 30 aprile 2001, n. 95/01, recante "Condizioni per l'erogazione del pubblico servizio di dispacciamento dell'energia elettrica sul territorio nazionale ai sensi dell'articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79" (di seguito deliberazione n. 95/01);

Visti:

  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, di attuazione della direttiva 96/92/CE sopra richiamata;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, di attuazione della direttiva 98/30/CE sopra richiamata;

Visto il documento "Proposta di delibera per segnalazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Governo e al Parlamento sul disegno di legge AS 1149 recante misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza (PROT.AU/02/165);

Considerato che

  • dall'approvazione definitiva degli emendamenti al disegno di legge AS 1149 indicati in premessa potrebbero derivare gravi alterazioni delle condizioni di accesso alle reti nazionali di trasporto del gas e di trasmissione dell'energia elettrica;
  • i predetti emendamenti si pongono in contrasto con i recenti orientamenti del Consiglio europeo in tema di meccanismi regolatori basati su tariffe trasparenti e non discriminatorie, applicabili a tutti gli utenti;

Ritenuto necessario rappresentare al Governo e al Parlamento gli effetti che potrebbero derivare dalla definitiva approvazione delle disposizioni sopra richiamate, incidenti sia sull'assetto istituzionale della ripartizione delle competenze in materia di regolazione sia sulle condizioni di accesso alle reti nazionali di trasporto del gas e di trasmissione dell'energia elettrica;

Su proposta del Presidente

DELIBERA

Di trasmettere al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai presidenti dei due rami del Parlamento il documento "Segnalazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Governo e al Parlamento sul disegno di legge AS 1149 recante misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza", che costituisce parte integrante e sostanziale della presente delibera (Allegato A);

Di dare mandato al Presidente medesimo per le azioni a seguire.