Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Allegati

Documenti collegati

Comunicati stampa

Questo provvedimento ha esaurito i suoi effetti

Delibera n. 137/00

Osservazioni e proposte dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Governo per la disciplina del mercato elettrico di cui all'articolo 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79

Nella riunione del 3 agosto 2000;

Premesso che:

  • ai sensi dell'articolo 1, comma 5, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 di attuazione della direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica (di seguito decreto legislativo n. 79/99), sono fatte salve le attribuzioni dell'Autorità per l'energia elettrica ed il gas (di seguito l'Autorità) con particolare riferimento all'articolo 2, comma 12, della legge 14 novembre 1995, n.481 (di seguito legge n. 481/95);
  • ai sensi dell'articolo 5, comma 1, del decreto legislativo n. 79/99, il gestore del mercato organizza il mercato elettrico secondo criteri di neutralità, trasparenza, obiettività nonché di concorrenza tra produttori, assicurando altresì la gestione economica .di un'adeguata disponibilità di riserva di potenza;
  • ai sensi dell'articolo 5, comma 1, del decreto legislativo n. 79/99, la disciplina del mercato, predisposta dal gestore del mercato entro un anno dalla propria costituzione, è approvata con decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, sentita l'Autorità;
  • ai sensi dell'articolo 2, comma 6, della legge n. 481/95 "le Autorità, in quanto Autorità nazionali competenti per la regolazione e il controllo, svolgono attività consultiva e di segnalazione al Governo nelle materie di propria competenza, anche ai fini della definizione, del recepimento e della attuazione della normativa comunitaria";
  • ai sensi dell'articolo 2, comma 12, lettera h), della legge n. 481/95, l'Autorità emana direttive concernenti la produzione e l'erogazione dei servizi da parte dei soggetti esercenti per il perseguimento delle finalità di cui all'articolo 1, della medesima legge, tra le quali, in particolare, rientra la promozione della concorrenza e dell'efficienza dei servizi di pubblica utilità nei settori dell'energia elettrica e del gas.

Visti:

  • la direttiva 96/92/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 dicembre 1996, recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica;
  • la legge n. 481/95;
  • il decreto legislativo n. 79/99;
  • il decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, di concerto con il Ministro dell'ambiente, 11 novembre 1999, recante direttive per l'attuazione di norme in materia di energia elettrica da fonti rinnovabili di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 11 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 292 del 14 dicembre 1999;

Considerato che:

  • l'articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n. 79/99, prevede che, entro l'1 gennaio 2001, l'ordine di entrata in funzione delle unità di produzione di energia elettrica nonché la selezione degli impianti di riserva e di tutti i servizi ausiliari offerti sia determinato, salvo quanto stabilito per impianti che utilizzino fonti energetiche rinnovabili, sistemi di cogenerazione e fonti nazionali di energia combustibile primaria, secondo il dispacciamento di merito economico;
  • il soprarichiamato articolo e comma prevede che dalla data in cui viene applicato il dispacciamento di merito economico il gestore del mercato assicuri la gestione delle offerte di acquisto e di vendita dell'energia elettrica e di tutti i servizi connessi;

Ritenuta l'opportunità e l'urgenza di formulare osservazioni e proposte da trasmettere al Governo ai fini della definizione della disciplina del mercato elettrico di cui nelle premesse, che, nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti all'articolo 5, comma 1, del decreto legislativo n. 79/99, indichino modelli organizzativi, soluzioni e procedure tali da garantire, in particolare nella gestione delle offerte di acquisto e di vendita di energia elettrica e di tutti i servizi connessi, condizioni di neutralità, trasparenza, obiettività, nonché di concorrenza tra produttori, assicurando altresì la gestione economica di un'adeguata disponibilità della riserva di potenza;

DELIBERA

Di approvare il documento "Osservazioni e proposte dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Governo per la disciplina del mercato elettrico di cui all'articolo 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79" che costituisce parte integrante e sostanziale della presente delibera (Allegato A);

Di trasmettere il presente provvedimento al Presidente del Consiglio dei ministri, e per competenza, al Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, al Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, e al Ministro delle politiche comunitarie;

Di trasmettere il presente provvedimento, per informazione, al Presidente dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato, al Presidente della Commissione nazionale per le società e la borsa, al Presidente della Società gestore della rete di trasmissione nazionale Spa;

Di conferire mandato al Presidente dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas per le azioni a seguire.