Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato

Applicazione delibera n. 10/06

Assegnazione di incentivi all'offerta di interrompibilità delle forniture di gas

24 gennaio 2006

Sono pervenute richieste di chiarimenti in merito all'interpretazione e all'applicazione di alcune disposizioni di cui alla delibera 21 gennaio 2006, n. 10/06 di adozione di disposizioni transitorie ed urgenti per l'assegnazione di incentivi all'offerta di interrompibilità delle forniture di gas in attuazione del decreto del Ministro delle Attività Produttive 20 gennaio 2006.

Si ritiene pertanto necessario precisare quanto segue.

Valore di CD riconosciuto per ciascun lotto di riducibilità assegnato (articolo 4, comma 2)

I soggetti che risultano assegnatari di un lotto di riducibilità LR, in esito alla procedura concorsuale di cui alla delibera in commento, hanno diritto a percepire il corrispettivo di disponibilità CD relativo all'offerta presentata (rif: articolo 5, comma 3).

Il valore di CD riconosciuto è diverso in funzione delle caratteristiche del lotto offerto (con interruzione ripetibile, fino ad un massimo di tre volte, a discrezione dell'impresa maggiore di trasporto o attivabile solo in intervalli di riduzione specificati). Tale valore risulta pertanto funzione del tipo di disponibilità data all'interruzione per il medesimo lotto. L'attivazione effettiva del lotto di riduzione da parte dell'impresa maggiore di trasporto non ha ovviamente alcun effetto sul calcolo del corrispettivo di disponibilità.

Nel computo del corrispettivo di disponibilità CD spettante all'assegnatario, nel caso di scelta degli intervalli di riduzione da parte dell'impresa maggiore di trasporto, l'importo di 5.000 euro è corrisposto per un lotto con disponibilità ad un'unica interruzione; il CD, pari a 10.000 euro, è corrisposto per un lotto con disponibilità a due interruzioni. Ugualmente il CD, pari a 15.000 euro, è corrisposto per un lotto con disponibilità a tre interruzioni. Nel caso invece di scelta da parte del soggetto degli intervalli di riduzione, il corrispettivo riconosciuto è variabile da 1.000 a 3.000 euro a seconda degli intervalli prescelti ed è dato dalla somma dei valori relativi a tali intervalli.

Qualora per un lotto si indicasse nello Schema 4 di cui all'Allegato 1 della delibera in commento la disponibilità all'interruzione per tutti i 7 (sette) intervalli di riduzione, si avrebbero le stesse condizioni che per un lotto con disponibilità a tre interruzioni a scelta dell'impresa maggiore, sia in termini di interrompibilità (il lotto, disponibile per tutti i 7 (sette) intervalli, può essere interrotto per un massimo di tre settimane, ai sensi del decreto ministeriale 20 gennaio 2006), sia di CD riconosciuto complessivo (15.000 euro).