Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Tariffe per il bimestre settembre-ottobre 1999: aumenti per elettricità e gas metano

Milano, 30 agosto 1999

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha deliberato l'aggiornamento delle tariffe dell'energia elettrica e del gas metano per il bimestre settembre-ottobre 1999, adeguandole all'andamento al rialzo dei prezzi internazionali dei combustibili e del dollaro nei confronti dell'euro, nel periodo febbraio-luglio 1999. Le due delibere sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale serie generale n. 202 del 28 agosto 1999, distribuita oggi e saranno al più presto disponibili sul sito internet (www.autorita.energia.it).

Tariffa elettrica: l'adeguamento comporta un aumento medio (riferito a tutte le diverse aliquote delle tipologie di utenza, dalle domestiche alle industriali, comprese le agevolate) del 3,7%, pari a circa 6,7 lire per kWh al netto delle tasse. Per la famiglia residente con una potenza di 3 kW e consumi di 225 kWh mensili, che rappresenta la grande maggioranza dell'utenza domestica, si ha un aumento di 7,7 lire per kWh al mese al netto delle tasse, pari a circa 1.900 lire al mese comprese le tasse.

Tariffa gas metano: l'adeguamento comporta un aumento medio nazionale (riscaldamento domestico, usi di artigianato e piccole imprese) del 4,4%, pari ad un aumento di circa 22 lire per metro cubo al netto delle tasse. Per la famiglia tipo, con consumi mensili di 116 metri cubi (1.400 metri cubi/anno), l'aumento è di circa 3.100 lire al mese (37.000 all'anno) comprese le tasse.

Per la tariffa del gas si tratta del primo aumento bimestrale dal mese di marzo 1997. Il sistema di indicizzazione è stato completamente riformato lo scorso mese di aprile. Il precedente meccanismo di adeguamento, che collegava il prezzo del metano a quello del gasolio nazionale (molto spesso superiore alle quotazioni internazionali) è stato sostituito con un paniere di combustibili simile a quelli utilizzati per le indicizzazioni delle grandi transazioni internazionali; il livello del rimborso da riconoscere agli operatori per gli approvvigionamenti di materia prima (gas metano nazionale e internazionale), è stato fissato a 105,7 lire al metro cubo dal primo maggio. Il rimborso passa ora a 125,7 lire per metro cubo.

Inflazione: gli aumenti delle tariffe dell'elettricità e del gas del bimestre settembre-ottobre 1999 daranno un contributo molto limitato. Le voci relative all'energia elettrica e al gas nell'ambito del paniere Istat per il calcolo dell'inflazione (Intera collettività al netto dei tabacchi) pesano complessivamente per il 3,1%. Perciò gli aumenti previsti si tradurranno in un impatto diretto sul livello generale dei prezzi nei prossimi mesi pari a poco più di un decimo di punto percentuale.

L'Autorità ha annunciato per l'inizio del prossimo anno, dopo la consueta consultazione con le parti interessate, la riforma delle tariffe elettriche che dovrà eliminare le sperequazioni oggi presenti tra le varie categorie di consumatori, e comporterà una riduzione tariffaria complessiva. Un processo analogo è stato avviato anche per le tariffe del gas: si prevede anche in questo caso un nuovo ordinamento che entrerà in vigore entro il 2000.

Nonostante il ritorno dei prezzi del petrolio a livelli prossimi a quelli praticati nel 1997, quando l'Autorità ha iniziato ad operare, gli aumenti intervenuti negli ultimi bimestri permangono inferiori alle diminuzioni già deliberate dall'Autorità: per il prossimo bimestre rimane per l'elettricità un saldo positivo di circa - 3,1 lire per kWh e per il gas di circa - 41 lire per metro cubo, come illustrato dai grafici che seguono.

Variazioni medie nazionali delle tariffe elettriche al netto delle tasse nel corso del 1999

Variazioni medie nazionali delle tariffe del gas metano al netto delle tasse