Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Gas: deciso il nuovo sistema di indicizzazione
Non varia la tariffa del gas per il bimestre maggio-giugno 1999

Milano, 30 aprile 1999

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha avviato la riforma della tariffa del gas distribuito a mezzo di reti urbane, definendo nuovi criteri di indicizzazione delle tariffe con riferimento ai costi delle materie prime energetiche. Negli scorsi mesi sono stati consultati i soggetti interessati e raccolte le loro osservazioni sulla base di un documento di proposta distribuito dall'Autorità a inizio febbraio.

Il nuovo sistema di indicizzazione entra in vigore dall'1 maggio 1999 e prevede che la componente della tariffa del gas che riflette i costi della materia prima (importazioni e produzione nazionale) sia ancorata ad eventuali variazioni, sui mercati internazionali, dei prezzi di un paniere di combustibili. Tale componente rappresenta circa il 20% della tariffa pagata dall'utenza civile, vale a dire il 10% del prezzo finale inclusivo della componente fiscale.

Con la sua decisione l'Autorità per l'energia elettrica e il gas si propone di introdurre maggiore trasparenza nella formazione delle varie voci della tariffa, distinguendo la parte influenzata dai mercati energetici internazionali dalle parti controllate dagli operatori nazionali.

L'indicizzazione viene collegata ai prezzi degli stessi combustibili utilizzati nei contratti internazionali di acquisto del gas (olio combustibile, gasolio, un paniere di greggi), mentre fino ad ora era basata sull'andamento dei prezzi finali del solo gasolio, e quindi esposta a fluttuazioni anche ampie, oltre che a ritardi nel suo adeguamento. L'indicizzazione era applicata anche a parti della tariffa i cui valori non sono influenzati da variazioni dei prezzi delle materie prime.

La decisione dell'Autorità avvia la costruzione di un sistema tariffario che sarà basato sempre più sui costi effettivamente sostenuti dalle imprese per l'erogazione del servizio, cercando di premiare gli operatori più efficienti e in grado di definire le migliori condizioni di approvvigionamento.

L'aggiornamento tariffario resterà bimestrale e sarà calcolato sulla media dei sei mesi precedenti escluso l'ultimo. Il nuovo sistema, che riguarda anche il gpl distribuito a mezzo di reti, non comporta variazioni tariffarie per i mesi di maggio-giugno 1999, perché gli aumenti dei prezzi internazionali dei combustibili nei primi mesi dell'anno sono stati compensati dalle diminuzioni degli ultimi mesi del 1998. Gli aggiornamenti saranno applicati solo in caso di variazioni, in aumento o diminuzione, superiori al 5%.

Sostanzialmente invariata anche la tariffa elettrica

Analogamente alla tariffa gas, anche la tariffa elettrica per il bimestre maggio-giugno 1999 non ha risentito degli aumenti in corso nei prezzi internazionali dei combustibili e del deprezzamento dell'euro rispetto al dollaro. L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha peraltro provveduto ad un adeguamento tecnico di 0,27 lire per kWh (pari a 160 lire mensili in media per ciascun consumatore), dovuto al ripristino della quota conguagliata nel bimestre precedente per la carbon tax. I provvedimenti dell'Autorità sono disponibili su Internet al sito www.autorita.energia.it.