Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

L'Autorità diffida l'ENEL: gli obblighi del servizio pubblico vanno rispettati

Milano, 30 settembre 1998

L'Enel Spa, concessionaria delle attività di fornitura dell'energia elettrica nel territorio nazionale, è tenuta al rispetto di tutti gli obblighi del servizio pubblico. Lo ha riaffermato l'Autorità per l'energia elettrica e il gas con una delibera che diffida l'Enel dal tenere comportamenti in contrasto con l'obbligo di ritiro dell'energia elettrica prodotta da altri.

Negli scorsi mesi sono pervenute all'Autorità numerose segnalazioni e richieste di intervento su comportamenti dell'Enel in violazione delle disposizioni in materia di scambio, vettoriamento e cessione dell'energia elettrica prodotta da soggetti terzi, che la convenzione di concessione tra Ministero dell'industria ed Enel indica tra gli obblighi del servizio pubblico universale.

Dalle istruttorie conoscitive avviate sulle segnalazioni e richieste di intervento, è emerso un persistente rifiuto dell'Enel, messo in atto anche con azioni dilatorie, sia al ritiro delle eccedenze di energia elettrica sia alla corresponsione dei prezzi stabiliti dall'Autorità.

Nell'ottobre 1997 l'Autorità aveva deciso una progressiva riduzione del prezzo medio delle eccedenze che comunque salvaguardava gli impianti di generazione di energia elettrica di indiscusso valore energetico ed ambientale per il Paese.

L'Autorità ha pertanto ritenuto opportuno richiamare l'Enel al rispetto della convenzione di concessione, diffidandola dal porre in essere comportamenti in violazione degli obblighi in materia di ritiro delle eccedenze. Qualora l'Enel dovesse continuare a non rispettare l'obbligo di ritiro in tutti i casi segnalati, potrà essere sanzionata amministrativamente.