Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Sceso di 55 lire il gas da riscaldamento nel 1998 con un risparmio medio di 90.000 lire per famiglia. Stabile tutto l'anno la bolletta elettrica

Milano, 28 ottobre 1998

Il prezzo del gas metano per il riscaldamento, per l'artigianato, per la piccola e media industria è complessivamente sceso, nel corso del 1998, di 55,1 lire per metro cubo. Anche nell'ultimo bimestre dell'anno, novembre-dicembre, si registra infatti una riduzione di 8,4 lire per metro cubo. E' la quarta riduzione consecutiva bimestrale da quando l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha modificato il meccanismo di indicizzazione delle tariffe del gas, affiancando all'indice del prezzo del gasolio nazionale quello internazionale.

Il provvedimento dell'Autorità dello scorso aprile impone a Snam e ai distributori l'utilizzo, tra i due indici di prezzo, dell'indice di volta in volta più favorevole agli utenti. Nel bimestre maggio-giugno la riduzione è stata di 12,8 lire per metro cubo, nel bimestre luglio-agosto di 17,0 lire, nel bimestre settembre-ottobre di ulteriori 16,9 lire.

Complessivamente, per il 1998, le decisioni dell'Autorità, l'andamento internazionale dei prezzi dei combustibili e il favorevole andamento del cambio lira/dollaro hanno determinato una riduzione della tariffa del gas metano di circa il 10% sul prezzo medio nazionale che era, lo scorso 1 gennaio, di 556 lire per metro cubo al netto delle imposte. Considerando un consumo medio annuo di 1.400 metri cubi, la riduzione di prezzo, che incide anche sull'IVA, comporta per il prossimo bimestre un risparmio medio di circa 90.000 lire rispetto a quanto la stessa famiglia avrebbe pagato ai valori tariffari di inizio anno.

La riduzione ottenuta nel corso del 1998 accentua il peso proporzionale delle tasse, in buona parte fisse, che gravano sul consumo del gas da riscaldamento, pari oggi al 49 % del prezzo finale medio di 988 lire al metro cubo.

Nel corso del 1998 non è variata invece la spesa delle famiglie per l'elettricità. La discesa dei prezzi internazionali dei combustibili e il favorevole andamento del cambio lira/dollaro hanno determinato anche per l'elettricità una riduzione delle corrispondenti voci tariffarie (nei bimestri marzo-aprile, maggio-giugno, luglio-agosto e nel prossimo novembre-dicembre). I risparmi non si trasferiscono però in riduzione delle tariffe finali perché sono utilizzati per accelerare la restituzione all'Enel e agli altri produttori di rimborsi per spese di combustibile non erogati negli scorsi anni. La restituzione si esaurirà nei primi mesi del 1999.



Bolletta del gas per riscaldamento (tariffa T2), medie nazionali
prima e dopo l'intervento dell'Autorità del 23 aprile 1998



Consumo dell'utente medio: 1.400 metri cubi/anno


Bolletta al 1 gennaio 1998:
Lire/metro cubo
Tariffa 556
Imposte (di consumo + addizionale regionale) 322
Iva (20% di 556 + 322) 175
Totale bolletta 1053 per 1.400 mc/anno = L. 1.474.200


Bimestre novembre-dicembre 1998:
Lire/metro cubo
Tariffa 501
Imposte (di consumo + addizionale regionale) 322
Iva (20% di 501 + 322) 165
Totale bolletta 988 per 1.400 mc/anno = L. 1.383.200


Risparmio per l'utente medio, circa L. 90.000