Cerca |  Contatti |  English   
Comunicato stampa

Conclusa l'istruttoria conoscitiva sulla società congiunta ENEL -ENI Le raccomandazioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas

Milano, 29 maggio 1997

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha concluso la sua istruttoria conoscitiva sull'intesa ENEL/ENI che prevede la costituzione di una società congiunta per la produzione di energia elettrica sul futuro mercato libero

L'Authority ritiene che, al momento, non vi sono i presupposti per un intervento di carattere formale, anche a motivo del carattere al momento programmatico e non ancora operativo dell'accordo.

L'Authority raccomanda alle parti dell'accordo comportamenti da adottare affinchè la sua realizzazione non contrasti con le regole della concorrenza e dell'efficienza del servizio elettrico e con gli interessi di utenti e consumatori.

All'ENEL l'Authority raccomanda l'adozione di procedure trasparenti per l'alienazione e il conferimento dei propri impianti in modo da non creare squilibri tra utenti liberi e vincolati.

All'ENI l'Authority raccomanda l'adozione di condizioni di fornitura di gas tali da assicurare parità di trattamento, ai diversi produttori di elettricità a condizioni equivalenti, almeno fintanto che permanga la sua posizione dominante nell'offerta nazionale di gas metano.

Ad entrambe le parti dell'accordo l'Authority raccomanda che, nel dimensionare la potenza che verrà offerta sul mercato, tengano conto dell'effettiva consistenza del mercato libero in modo da non pregiudicare l'ingresso di potenziali concorrenti. Devono essere inoltre garantite pari opportunità ai soggetti interessati all'acquisto di quote di partecipazione nella nuova società.

L'Autorità si riserva di valutare gli ulteriori sviluppi dell'operazione anche per segnalare all'Antitrust, qualora ne ricorrano le circostanze, eventuali violazioni delle regole di concorrenza. A tal fine ha chiesto ad ENEL e ad ENI di fornire informazioni preventive sulla struttura della nuova società, sulle forme di finanziamento e le modalità e i tempi con cui le azioni della nuova società verranno cedute, le caratteristiche degli impianti elettrici che verranno conferiti, le condizioni di fornitura del gas metano e i contratti di vettoriamento dell'energia elettrica e del gas.

Copia delle raccomandazioni indirizzate a ENEL ed ENI è stata trasmessa, per conoscenza, ai Presidenti delle due Camere del Parlamento, al Governo e all'Antitrust.