Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Atti

Comunicato stampa

Fonti rinnovabili: individuata data raggiungimento 6 miliardi/anno di incentivi al fotovoltaico

Milano, 13 luglio 2012

A seguito della comunicazione all'Autorità per l'energia da parte del GSE in cui si attesta che il 12 luglio il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi spettanti agli impianti fotovoltaici ha raggiunto il valore annuale di 6 miliardi di euro, con la delibera 292/2012/R/efr l'Autorità, secondo quanto previsto dal decreto interministeriale 5 luglio 2012[1] ‑il cosiddetto 'V Conto energia'‑, ha individuato nello stesso 12 luglio la data di decorrenza delle procedure di passaggio al 'V Conto energia'.

Di conseguenza, le nuove regole del 'V Conto energia' si applicheranno a partire dal 27 agosto 2012, ovvero - sempre secondo quanto previsto dal decreto interministeriale 5 luglio 2012 -  decorsi  45 giorni solari dalla data di pubblicazione della deliberazione dell'Autorità.

Lo stesso decreto interministeriale 5 luglio 2012 stabilisce poi che il 'V Conto energia' in ogni caso non trovi più applicazione decorsi 30 giorni solari dalla data di raggiungimento di un costo indicativo cumulato di 6,7 miliardi di euro l'anno e che la data di raggiungimento di tale valore sia comunicata dall'Autorità, sulla base degli elementi forniti dal GSE.

Con la delibera 293/2012/R/efr l'Autorità ha anche dato avvio a tutti i diversi adempimenti di propria competenza previsti dal decreto interministeriale 5 luglio 2012 e del decreto interministeriale 6 luglio 2012 (rispettivamente incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici e incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici)

La delibera 292/2012/R/efr è stata trasmessa ai Ministro dello Sviluppo Economico, al Ministro dell'Ambiente e al GSE.



[1] secondo quanto previsto dal decreto interministeriale 5 luglio 2012, l'Autorità deve individuare con propria deliberazione, sulla base degli elementi comunicati dal GSE ed entro 3 giorni lavorativi dalla data della comunicazione, la data in cui il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi, così come definito dal decreto interministeriale 5 maggio 2011 (articolo 3, comma 1, lettera z), raggiunge il valore di 6 miliardi di euro l'anno.