Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Bollette semplificate e schema unico per elettricità e gas per facilitare controlli e lettura

Informazioni aggiuntive ed un “glossario” dei termini più frequenti per agevolare i clienti nei rapporti con i fornitori.

Milano, 01 marzo 2010

Per facilitare il controllo dei consumi, della spesa e la lettura, verrà introdotto uno schema di bolletta più semplice e più chiaro, corredato di spiegazioni ed uguale per energia elettrica e gas.  E' quanto prevede la Direttiva per l'armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dell'Autorità per l'energia che si propone di rendere le bollette sempre più comprensibili e trasparenti, agevolando il confronto fra quelle per la fornitura di energia elettrica e quelle del  gas.
In questo senso le nuove bollette conterranno anche informazioni aggiuntive per agevolare i clienti nel rapporto con i fornitori (ad esempio come inoltrare un reclamo, procedure in caso di mancato o tardivo pagamento della bolletta, etc..); ed informazioni sulle fonti utilizzate per la produzione di elettricità e la tipologia degli impianti (ad esempio centrali idroelettriche, a carbone, a olio combustibile o a gas).
Il nuovo schema di bolletta verrà utilizzato sia per le forniture di energia elettrica, sia per quelle di gas, nonché per le forniture congiunte di energia elettrica e gas (contratti dual fuel,  sempre più diffusi nel mercato libero).
La novità riguarda sia le famiglie che i clienti non domestici di piccole dimensioni. Per consentire alle imprese di vendita di adeguare i propri sistemi di emissione bollette, il nuovo schema dovrà essere adottato dalle imprese entro la fine di quest'anno e comunque per tutte le bollette da emettersi dal 1° gennaio 2011.

Nel frattempo, l'Autorità renderà disponibile sul proprio sito e su quelli delle imprese di vendita, un glossario per spiegare, in un linguaggio semplificato, i termini che vengono comunemente utilizzati nelle bollette (ad esempio  "quota potenza", "standard metri cubi", etc) .
"La nuova bolletta trasparente vuole rafforzare le garanzie per i clienti finali - ha sottolineato il Presidente dell'Autorità Alessandro Ortis - contribuendo a rendere le scelte dei consumatori  sempre più informate e le voci della spesa energetica sempre più chiare".

Per facilitare la lettura, i clienti finali riceveranno una bolletta composta da un quadro sintetico ed un quadro di dettaglio. Il primo conterrà solo le principali informazioni: caratteristiche della fornitura, riepilogo dei consumi del periodo e dell'importo da pagare, scadenza del pagamento, numeri per i reclami e il servizio guasti.
Il secondo quadro spiegherà nel dettaglio la spesa per i consumi, distinguendo tra le varie voci. In particolare la distinzione tra Servizi di vendita (liberalizzati) e Servizi di rete (tariffati), consentirà alle aziende di vendita di chiarire le diverse componenti previste nei contratti sottoscritti dai clienti ed ai consumatori stessi di controllare e verificare meglio la corretta applicazione del contratto.

La nuova Direttiva dell'Autorità è stata emanata al termine di un processo di consultazione e confronto largamente partecipato, che ha coinvolto anche operatori del settore ed Associazioni dei consumatori e ha incluso la realizzazione di un'indagine demoscopica per conoscere le opinioni di diverse categorie di cittadini interessati.

La Direttiva per l'armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità e/o di gas distribuito a mezzo di reti urbane è disponibile sul sito www.autorita.energia.it.