Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Elettricità: nel 2008 maggior coordinamento import-export per più efficienza e sicurezza

Milano, 04 gennaio 2008

Per la prima volta nella storia del mercato elettrico del Centro-Sud Europa, il gestore della rete elettrica in Italia (Terna S.p.a.) e gli analoghi operatori dei Paesi interconnessi (Francia, Svizzera, Austria, Slovenia e Grecia) hanno assegnato la capacità di trasporto transfrontaliera annuale in modo completamente congiunto. Questo migliore coordinamento tra gestori delle reti elettriche, reso possibile da preliminari accordi fra le Autorità di regolazione nazionali della regione europea interessata, permetterà un miglior utilizzo della complessiva rete di interconnessione internazionale a beneficio della sicurezza del sistema elettrico, degli scambi commerciali ed in definitiva dei consumatori

L'assegnazione dei diritti sulla capacità di trasporto per l'importazione e l'esportazione di energia elettrica per l'anno 2008, in attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 18 dicembre 2007 e della delibera dell'Autorità n. 329/07, è stata completata dai gestori di rete entro la fine dell'anno appena concluso.

La crescente armonizzazione delle regole di allocazione della capacità transfrontaliera di trasporto, che per la prima volta prevedono l'assegnazione congiunta di diritti transfrontalieri di lungo e breve periodo per i Paesi interconnessi (Svizzera compresa), è un esito positivo dell'Iniziativa Regionale Centro-Sud Europa dell'ERGEG (European Regulatory Group for Electricity and Gas), presieduta dall'Autorità italiana ed a cui partecipano le Autorità di regolazione degli altri Stati membri del relativo Comitato di Coordinamento Regionale (RCC)

"Forte dei buoni risultati conseguiti per il 2008" - ha sottolineato il Presidente Ortis - "l'Autorità intensificherà il proprio impegno, anche nell'ambito dell'Iniziativa Regionale Centro-Sud Europa dell'ERGEG, finalizzato a promuovere il superamento di persistenti congestioni transfrontaliere, l'urgente sviluppo di linee elettriche di connessione fra i Paesi interessati e ad accrescere l'efficienza nell'utilizzo della capacità di interconnessione via via disponibile. Ciò introducendo anche un crescente coordinamento tra i gestori, nell'assegnazione di diritti di trasporto, nonché l'adozione di regole di assegnazione sempre più efficaci e armonizzate su tutte le frontiere".

L'obiettivo è quello di integrare progressivamente i singoli mercati elettrici verso un vero market coupling. Tale market coupling, od integrazione avanzata dei mercati elettrici, consentirà di allocare in maniera efficiente la capacità di trasporto su base giornaliera, tenendo conto della volatilità dei prezzi che si formano sulle diverse borse elettriche a livello orario e che possono essere molto diversi dai prezzi medi determinati su base settimanale, mensile o annuale.