Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione
Comunicato stampa

Energia: al via MEDREG, l'associazione delle Autorità del Mediterraneo, riunirà 23 paesi

Roma, 15 novembre 2007

Al via il network delle Autorità dell'energia del Mediterraneo. Alla presenza del Ministro dello sviluppo economico Pierluigi Bersani e del Presidente dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, Alessandro Ortis, i rappresentanti delle Autorità di Regolazione dei Paesi del Mediterraneo hanno firmato oggi a Roma l'atto istitutivo del MEDREG. Il Mediterranean Working Group on Electricity and Natural Gas Regulation riunisce i Regolatori di 23 paesi: Albania, Algeria, Bosnia Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, Libia, Malta, Marocco, Montenegro, Palestina, Portogallo, Slovenia, Siria, Spagna, Tunisia, Turchia.

La firma di oggi segna l'avvio operativo dell'Associazione, dopo un periodo di intensa attività ed una serie di riunioni preparatorie promosse dall'Autorità italiana. MEDREG si costituisce formalmente con l'obiettivo di creare un quadro normativo e regolatorio comune stabile e armonizzato con quello dell'Unione Europea, di contribuire alla realizzazione di un mercato allargato dell'energia e allo sviluppo delle dotazioni infrastrutturali (p. es. Galsi, Itgi, Medgas, Mediterranean Ring). Dalla collaborazione fra i Regolatori, potrà inoltre venire un contributo all'ulteriore sviluppo dei rapporti tra Paesi produttori e consumatori di energia anche nella prospettiva della sicurezza degli approvvigionamenti e della diversificazione delle fonti.

>"Da oggi in avanti, attraverso la nostra attività di dialogo e di cooperazione internazionale - ha sottolineato il Presidente Ortis - l'obiettivo sarà quello di sviluppare un comune quadro di regole che potranno facilitare le attività di investimento, migliorare l'integrazione e l'efficienza dei mercati energetici dell'area del Mediterraneo, garantire un miglior servizio ai consumatori e contribuire allo sviluppo dei rapporti tra paesi consumatori e produttori di idrocarburi Questo obiettivo richiederà un più intenso dialogo con gli altri organismi internazionali e con REMEP".

"Il particolare significato dell'incontro di oggi, non va individuato solo nella tematica energetica bensì anche, e forse soprattutto, nel fatto che sono riuniti qui i rappresentanti delle Autorità di regolazione di ben 23 paesi del Mediterraneo - ha aggiunto il Ministro Bersani - La domanda globale di energia è infatti in crescita e proprio sul Mediterraneo si affacciano alcuni tra i maggiori Paesi produttori, consumatori e, non da ultimo, alcuni dei maggiori Paesi di transito, attuale o potenziale, delle materie prime energetiche. Non c'è investimento industriale, in quest'area, che non abbia ricadute, dirette o indirette, su tutti coloro che di quest'area fanno parte. L'energia - ha concluso Bersani - per i nostri Paesi presenta quindi profonde implicazioni non solo economiche, ma anche politiche e sociali".

MEDREG opererà in stretto contatto con REMEP, la Rome Euro-Mediterranean Energy Platform, promuovendo il consolidamento di un duraturo rapporto istituzionale tra le due istituzioni con probabili ed importanti ricadute sul mercato energetico italiano.

All'incontro, che costituisce la quarta Assemblea Generale di MEDREG, hanno partecipato il vicepresidente di MEDREG, Nadjib Otmane, Christine Jucker, in rappresentanza della Direzione Generale per l'Energia e il Trasporto della Commissione europea (DG TREN), Pippo Ranci, Direttore della Florence School of Regulation, Giuseppe Sfligiotti, coordinatore della ''Piattaforma Euro-Mediterranea per l'Energia di Roma - REMEP", istituzione intergovernativa nata nel dicembre 2003 che ha sede a Roma e che ha come suo compito principale il monitoraggio e la promozione della cooperazione energetica in ambito euro-mediterraneo.

Nota - I principali progetti di collaborazione fra l'Autorità italiana (Aeeg) e i regolatori del Bacino del Mediterraneo


Per informazioni:
Cristina Corazza 328-9894279 - 06 69791434
Enzo Bencini 320-4632684 - 06 69791433
Sandro Staffolani 347-4132280 - 06 69791437