Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Risparmio energetico - Definiti gli obiettivi 2007: risparmio per oltre 633.000 tonnellate equivalenti di petrolio

Milano, 19 dicembre 2006

L'Autorità ha definito gli "obiettivi 2007" di risparmio energetico per i distributori di energia elettrica e di gas naturale, in attuazione dei Decreti ministeriali 20 luglio 2004 che hanno introdotto il meccanismo dei "titoli di efficienza energetica" (o "certificati bianchi"), a promozione della diffusione delle tecnologie più efficienti nell'uso dell'energia (es.: installazione di elettrodomestici o caldaie ad alta efficienza, interventi di isolamento termico degli edifici, interventi per aumentare l'efficienza energetica di processi industriali, ecc.). Per l'anno prossimo l'Autorità ha fissato - per le grandi imprese distributrici - un obiettivo globale per oltre 633.000 tonnellate equivalenti di petrolio (tep): il 61% di tale risparmio (pari a circa 385.000 tep) dovrà essere ottenuto dai distributori di energia elettrica; il restante 39% (248.000 tep) dai distributori di gas naturale. Il provvedimento è pubblicato sul sito www.autorita.energia.it

Il 2007 sarà il terzo anno di applicazione del meccanismo "certificati bianchi" a sostegno dell'uso razionale ed intelligente dell'energia. Parte degli obiettivi 2007 potrà essere conseguita dai distributori grazie ai risparmi energetici che continuano ad essere generati da interventi realizzati ai fini del conseguimento degli obiettivi loro assegnati dall'Autorità per i due anni precedenti. La parte rimanente dovrà essere conseguita attraverso la realizzazione di nuovi interventi di risparmio energetico presso i consumatori finali.

Circa la praticabilità degli obiettivi 2007, conforta rilevare che gli obiettivi del primo anno (2005) e del secondo anno (2006) sono stati positivamente raggiunti e superati.

Per l'anno 2005 sono state consentivate 280 tonnellate equivalenti di petrolio (tep) di risparmio di energia primaria, a fronte di un obiettivo di 156.000 tep.

La verifica finale di conseguimento degli obiettivi 2006 avverrà con la certificazione, da parte dell'Autorità, anche dei progetti in corso di presentazione (sempre di competenza 2006) prevista entro il primo semestre 2007; si può comunque evidenziare, sulla base dei risparmi certificati fino ad oggi (344.000 tep), che l'obiettivo nazionale 2006 (312.000 tep) risulta già superato.

In totale, dall'avvio del meccanismo dei "certificati bianchi" (1° gennaio 2005) ad oggi, l'Autorità ha già certificato risparmi per circa 500.000 tep. Tali risparmi energetici, che equivalgono al consumo domestico annuo di una città di circa 680.000 abitanti o alla produzione elettrica annua di una centrale di 290 MW di potenza, hanno consentito di evitare emissioni per oltre 1.360.000 tonnellate di anidride carbonica; un contributo assai significativo al conseguimento degli obiettivi che derivano per il nostro Paese dal Protocollo di Kyoto.

Gli obiettivi annuali di risparmio previsti sono crescenti nel tempo, e possono essere raggiunti attraverso la realizzazione di interventi presso i consumatori finali che ne traggono beneficio diretto, in termini di riduzione della propria spesa energetica, e indiretto in termini di connessi benefici di sistema (contenimento dell'inquinamento generato dalla produzione e consumo di energia, contributo alla prevenzione di squilibri domanda-offerta di energia, riduzione della dipendenza energetica dall'estero). Gli interventi potranno essere realizzati dagli stessi distributori, ovvero da società di servizi energetici che venderanno ai distributori obbligati i "titoli di efficienza energetica" corrispondenti ai risparmi conseguiti e certificati dall'Autorità. La compra-vendita dei titoli di efficienza energetica potrà avvenire sul mercato organizzato dalla società Gestore del mercato elettrico S.p.a. sulla base di regole approvate dall'Autorità, ovvero tramite contrattazione bilaterale.