Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa
Pubblicato un Documento per la consultazione

Elettricità: misure per il contenimento dei costi del servizio di dispacciamento

Milano, 30 novembre 2006

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha pubblicato un documento per la consultazione illustrante orientamenti, in materia di condizioni per l'approvvigionamento delle risorse per il dispacciamento dell'energia elettrica, finalizzati a contenere e stabilizzare tali oneri a partire dall'anno 2007.
Il documento, che costituisce il primo passo di un percorso di revisione della vigente disciplina del dispacciamento volto a definire modalità di approvvigionamento più efficienti e più trasparenti, è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it

L'Autorità intende: i) consentire a Terna nell'anno 2007, in via sperimentale, l'approvvigionamento a termine di alcune risorse per il dispacciamento (quali la riserva di potenza) al di fuori del Mercato per il Servizio di Dispacciamento (MSD); ii) modificare le modalità di determinazione del corrispettivo - di cui all'articolo 36 della deliberazione n. 168/03 - a copertura degli oneri per l'approvvigionamento delle risorse per il dispacciamento (cosiddetto "uplift”), adottando un meccanismo di aggiornamento trimestrale.
Il MSD è la sede negoziale per l'approvvigionamento, a programma (giorno prima) e in tempo reale, di alcune risorse necessarie per il servizio di dispacciamento. Nel corso del 2007, sarà istituito un gruppo di lavoro, con Terna e gli operatori, incaricato di studiare le modifiche al disegno del MSD necessarie per migliorare la trasparenza e l'efficienza di tale mercato.

Il dispacciamento dell'energia elettrica è una funzione complessa e di fondamentale importanza per il buon esito delle transazioni di Borsa e della contrattazione bilaterale (cioè rende fisicamente eseguibili le contrattazioni stipulate e registrate), nonché per il funzionamento sicuro ed affidabile del sistema elettrico nazionale. Infatti con il dispacciamento vengono pure date disposizioni per l'utilizzazione e l'esercizio coordinati e contestuale degli impianti di produzione, della rete di trasmissione e dei servizi ausiliari: esso, da un lato rende compatibili i programmi di immissione e prelievo di energia liberamente definiti dagli operatori con i vincoli della rete, e dall'altro lato garantisce l'equilibrio tra immissioni e prelievi effettivi.

I soggetti interessati sono invitati a far pervenire all'Autorità, per iscritto, le loro osservazioni e le loro proposte entro il 18 dicembre 2006.