Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Comunicati stampa

Comunicato stampa

L'Autorità italiana si aggiudica la gara per un gemellaggio con l'Autorità dell' Ucraina

Milano, 10 agosto 2006

Alla conclusione di una gara internazionale, indetta dalla Commissione Europea fra istituzioni ed organismi esperti in regolazione per l'energia, l'Autorità italiana è stata prescelta per un progetto di gemellaggio con l'Autorità di regolazione dell'Ucraina. In questo Paese, con l'avvio del processo di liberalizzazione del settore energetico, è stata attivata un'Autorità di regolazione anche per l'interesse di avviare un processo di integrazione del proprio mercato con quello dell'Unione Europea.
L'Autorità italiana assumerà la leadership del progetto di gemellaggio, avvalendosi di altri due partner: il Regolatore per l'energia austriaco (E-Control) e quello della Repubblica Ceca (ERO).
Il progetto ha come obiettivo principale quello di implementare il modello di regolazione, in materia energetica, dell'Autorità Ucraina (NERC) in linea con le best practices europee. Le azioni di supporto, previste dal progetto italiano nell'assistenza a NERC, comprendono:

  1. la creazione di gruppi di lavoro congiunti; l'organizzazione di iniziative per coinvolgere gli organi istituzionali dell'Ucraina; l'adattamento della legislazione energetica dell'Ucraina a quella dell'Unione europea (acquis communautaire);
  2. visite di studio nei Paesi della UE da parte dei funzionari ucraini, con l'obiettivo di studiare il funzionamento del sistema europeo di regolazione;
  3. adeguamento del sistema tariffario ucraino a quello europeo e sviluppo della qualità del servizio.

L'integrazione del mercato energetico della Repubblica ucraina verso quello europeo, favorito anche da progetti come quello rappresentato dal gemellaggio, fornirà vantaggi non solo ai Paesi direttamente coinvolti nel progetto, ma costituirà un valore aggiunto per l'intero mercato europeo dell'energia.
Il gemellaggio affidato all'Autorità italiana contribuirà pure allo sviluppo della più ampia collaborazione, nel settore energetico, istituzionale, industriale, tra l'Italia e l'Ucraina.

Lo sviluppo del progetto di gemellaggio sarà completamente finanziato dalla Commissione Europea, nell'ambito del programma TACIS (Technical Assistance Community Indipendent States).

La Commissione, già da diversi anni, ha infatti attivato, investendo importanti risorse finanziarie, lo strumento dei gemellaggi fra amministrazioni pubbliche dei vari Paesi del continente europeo.

L'Autorità italiana conta già su una consolidata esperienza di collaborazioni internazionali; infatti ha già positivamente concluso tre progetti di gemellaggio con le corrispondenti Autorità di regolazione di Lituania, Repubblica Ceca, e Turchia.

I progetti di gemellaggio realizzati dall'Autorità italiana hanno consentito di:

  1. far conoscere il modello di regolazione italiano in questi Paesi;
  2. rafforzare le competenze dei Regolatori beneficiari, stabilendo un rapporto bilaterale solido e di lungo termine fra le Autorità di regolazione;
  3. favorire l'armonizzazione fra le diverse macroregioni e l'integrazione dei mercati, in vista di un unico mercato allargato dell'energia.