Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Gas: Controlli per la qualità della fornitura e per la sicurezza delle reti di distribuzione

Milano, 31 luglio 2006

Controlli per la qualità delle forniture

L'Autorità ha deliberato il rinnovo della campagna di controlli sulla qualità del gas fornito ai clienti finali attraverso le reti di distribuzione locali, aggiornando la relativa procedura. Il documento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it

I controlli verranno svolti in collaborazione con il Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza e con la Stazione Sperimentale per i Combustibili ed hanno lo scopo di verificare il grado di odorizzazione, il potere calorifico e la pressione del gas fornito. Da tali parametri di qualità dipendono sia la sicurezza del servizio, sia la correttezza degli importi pagati dai cittadini.

Nel periodo ottobre 2006 - settembre 2007 saranno effettuati n. 50 controlli a campione nei confronti delle imprese di distribuzione sparse su tutto il territorio nazionale. Saranno effettuati ed analizzati prelievi di gas presso i gruppi di riduzione finale, cioè i punti in cui il gas viene immesso nella rete di distribuzione.

Determinante nell'operazione è il contributo delle Fiamme Gialle, che, attraverso i militari del Nucleo Speciale Tutela Mercati, garantisce la correttezza dei controlli, a tutela dei consumatori e degli operatori. A seguito dell'esito di tali controlli, l'Autorità potrà disporre ulteriori ispezioni ed eventualmente attivare le procedure previste in caso di infrazioni.

Controlli per le reti di distribuzione

L'Autorità ha inoltre concluso la verifica dei dati di sicurezza delle reti comunicati dai distributori: quasi tutte le circa 300 imprese tenute a comunicare gli esiti dei controlli hanno provveduto nel 2005 all'ispezione delle proprie reti di distribuzione, rispettando gli obblighi minimi annui di ispezione fissati dall'Autorità, al fine di individuare eventuali fughe di gas e conseguentemente provvedere ai necessari interventi per la loro eliminazione.

Secondo i dati comunicati, le imprese di distribuzione che non avrebbero rispettato le percentuali minime di rete da ispezionare sono 7: Libarna Energie Spa, Comune di San Bonifacio, S.E.I. Servizi Energetici Integrati Spa, C.O.Gas Srl, Nuovenergie Distribuzione Srl, Hera Spa e Asec Spa. A tali imprese è stato intimato di eseguire le ispezioni annuali minime recuperando nel 2006 quanto non effettuato nell'anno precedente. Infatti lo strumento della diffida ad eseguire le ispezioni annuali minime si è dimostrato efficace: tutti i distributori diffidati nel 2005 hanno provveduto a recuperare le ispezioni annuali minime previste secondo quanto prescritto dall'Autorità.