Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Avviate due istruttorie formali nei confronti di società del gruppo Enel: - Enel Gas (Codice di condotta commerciale) ed Enel Distribuzione (trasparenza delle bollette elettriche)

Milano, 30 giugno 2006

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha avviato due istruttorie formali nei confronti di società del gruppo Enel: Enel Gas S.p.a. ed Enel Distribuzione S.p.a. I provvedimenti sono pubblicati sul sito www.autorita.energia.it

Enel Gas S.p.a.

La prima istruttoria formale, per l'eventuale irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie, è nei confronti della società Enel Gas Spa. In particolare, Enel Gas avrebbe violato il comma 11.1 del Codice di condotta commerciale per la vendita di gas naturale ai clienti finali, approvato con deliberazione 126/04, che stabilisce il contenuto minimo ed inderogabile che devono avere i documenti contrattuali per la vendita di gas predisposti dagli esercenti e consegnati o trasmessi ai clienti finali. Da una verifica svolta dall'Autorità, è infatti emerso che le condizioni generali dei contratti predisposti da Enel Gas avrebbero eluso od omesso di indicare:

Tale comportamento può determinare un pregiudizio in capo ai clienti finali, compromettendo l'effettiva trasparenza delle condizioni contrattuali e la scelta consapevole tra le offerte da parte degli stessi. Pertanto l'Autorità, contestualmente all'avvio dell'istruttoria formale per l'eventuale adozione di una sanzione amministrativa pecuniaria, ha intimato a Enel Gas di conformare la propria condotta alle violate disposizioni del Codice di condotta commerciale e di informare dettagliatamente l'Autorità, entro venti giorni dalla data di comunicazione del provvedimento, in ordine alle modalità che intende adottare per dare attuazione alle suddette prescrizioni.

Enel Distribuzione S.p.a.

La seconda istruttoria formale, per l'eventuale irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie, è nei confronti della società Enel Distribuzione Spa. In particolare, da una verifica a campione svolta dall'Autorità è emerso che Enel Distribuzione non ha riportato nei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità, fra le modalità di pagamento che possono essere utilizzate dal cliente, quella gratuita, in violazione della direttiva per la trasparenza delle bollette elettriche, emanata con deliberazione n. 55/00.

Durante le istruttorie, le parti interessate potranno produrre - in contraddittorio - documenti e memorie sui fatti evidenziati, ed ottenere un'audizione presso l'Autorità per fornire i necessari chiarimenti, prima delle decisioni finali della stessa Autorità.