Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Tariffa gas naturale: ricorso dell'Autorità contro la sospensione della tariffa 1° trimestre 2006, ordinata dal T.A.R.

Milano, 03 febbraio 2006

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha fatto ricorso contro l'ordinanza del Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia (del 31 gennaio 2006, n. 275/06) che ha sospeso "a termine" gli effetti della deliberazione dell'Autorità (del 29 dicembre 2005, n. 298/05) recante l'aggiornamento delle condizioni economiche di fornitura del gas naturale per il primo trimestre 2006. Il provvedimento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it

L'ordinanza di sospensiva del T.A.R. Lombardia interviene in pendenza della sospensione della propria sentenza di annullamento della delibera del 29 dicembre 2004 n. 248/04 da parte del Consiglio di Stato.

Il Consiglio di Stato aveva infatti sospeso tale sentenza considerato "il danno" "anche per l'interesse generale" che tale annullamento avrebbe generato, comportando in particolare per i consumatori un significativo aumento della tariffa del gas a decorrere dal 1° gennaio di quest'anno.

La delibera n.298/05, infatti, aggiorna le condizioni economiche di fornitura sulla base della precedente delibera dell'Autorità n. 248/04 che modificava il precedente meccanismo di indicizzazione della componente "materia prima gas", integrando la formula di aggiornamento trimestrale in modo da attenuare l'incidenza delle quotazioni dei prodotti petroliferi sui prezzi di riferimento del gas per i clienti finali.

Il Tar Lombardia, in particolare, ha disposto la sospensione degli effetti della deliberazione n. 298/05 "sino alla prima camera di consiglio utile, successiva alla pubblicazione del dispositivo emesso sulla decisione che il Consiglio di Stato verrà a pronunciare" sull'appello, proposto dall'Autorità, avverso la sentenza di annullamento della deliberazione n. 248/04.

Peraltro, la discussione del citato appello al Consiglio di Stato è stata fissata per il 14 febbraio p.v., con la conseguenza che la relativa decisione dovrebbe intervenire prima delle prossime fatturazioni delle società di vendita, previste a fine mese.

Per tale data, pertanto, qualora l'appello dell'Autorità venga accolto, si consoliderà un quadro certo e definitivo, costituito dalla deliberazione n. 248/04 e dai provvedimenti adottati in attuazione delle previsioni in essa contenute, compresa la delibera 298/05.