Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Nuovi obiettivi e maggiore trasparenza per la qualità del servizio di trasmissione dell'energia elettrica

Milano, 20 gennaio 2006

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha approvato i livelli attesi di qualità del servizio di trasmissione, nel quadro delle regole fissate l'anno scorso in materia di Codice di rete. Il provvedimento è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it.

I livelli attesi di qualità del servizio di trasmissione riguardano le eventuali disalimentazioni ai clienti e alle imprese distributrici (direttamente connesse alla rete di trasmissione nazionale) attribuibili alla responsabilità del gestore della rete di trasmissione (Terna).

I nuovi parametri previsti sono:

Sono esclusi dai livelli attesi gli eventuali incidenti rilevanti, per i quali è previsto che Terna debba predisporre uno specifico rapporto all'Autorità.

La pubblicazione, da parte di Terna, dei livelli attesi, approvati dall'Autorità, costituisce un ulteriore importante passo verso la massima trasparenza sulla qualità del servizio di trasmissione. Alla fine dell'anno, è previsto che i livelli attesi vengano confrontati con i livelli di qualità effettivamente raggiunti.
Terna è tenuta a: pubblicare un rapporto sulle iniziative assunte e previste per il miglioramento; presentare all'Autorità un aggiornamento dei livelli attesi per il 2007; comunicare a ciascun cliente della rete di trasmissione la situazione relativa al suo punto di connessione.
Terna procederà ora alla pubblicazione sul proprio sito internet dei livelli attesi e approvati dall'Autorità.
Stanno inoltre per essere pubblicati, per la prima volta, i livelli di potenza di corto circuito di tutti i nodi della rete di alta tensione: si tratta di parametri importanti per valutare anche altri aspetti della qualità della tensione, congiuntamente ai sistemi di rilevazione dei disturbi che Terna e le imprese distributrici in alta tensione stanno predisponendo per effetto delle delibere dell'Autorità n. 250/04 e n. 210/05.

La fissazione e la verifica dei livelli attesi costituisce il primo passo verso la futura introduzione di un sistema di regolazione, basato su standard, indennizzi e incentivi, anche per la trasmissione; ciò in modo analogo a quanto già fatto dall'Autorità per la distribuzione, con risultati soddisfacenti. In soli 5 anni (dal 2001 al 2005) si registra una diminuzione della "durata media di interruzione" di oltre il 50% e del "numero di interruzioni" di circa il 35%.