Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Pubblicato il "Piano triennale 2006-2008" per l'attività dell'Autorità

Milano, 11 gennaio 2006

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha attivato e pubblicato il nuovo Piano triennale 2006-2008. Il provvedimento, che amplia ed integra le "linee guida" adottate lo scorso anno, è disponibile sul sito www.autorita.energia.it.

Pubblicando il nuovo Piano triennale con la prima delibera dell'anno, l'Autorità intende, fra l'altro: rendere sempre più trasparente la propria azione amministrativa; delineare per tempo e con chiarezza gli obiettivi e le scadenze principali dell'attività prevista; offrire alle Istituzioni, ai consumatori ed agli operatori un quadro programmato flessibile delle proprie iniziative future, utile anche al fine delle consultazioni che saranno via via sviluppate in merito.
L'azione dell'Autorità, orientata da principi di continuità, tempestività, efficacia ed efficienza, si svilupperà, come in passato, sulla base del mandato della legge istitutiva e in sintonia con la normativa pertinente. In questo senso, l'Autorità esplicherà la propria azione indipendente all'interno di una cornice progressivamente e dinamicamente delineata da norme europee e nazionali, nonchè da accordi internazionali (ad esempio, quelli previsti per il bacino del Mediterraneo o dal recente Trattato per il Sud-est Europa).

In tale contesto, l'attività di regolazione, controllo e segnalazione dell'Autorità, farà riferimento, nel prossimo triennio 2006-2008, agli obiettivi generali ed alle seguenti azioni di massima:
Promuovere la concorrenza e tutelare i consumatori
In termini di: sostegno all'apertura dei mercati dal lato della domanda; completamento, sviluppo e adeguamento del mercato elettrico; sviluppo della liberalizzazione e della concorrenza per il mercato del gas; azioni per contribuire al disaccoppiamento del prezzo del gas dal petrolio; armonizzazione dei mercati elettrico e del gas a livello nazionale e transnazionale.
Sostenere l'efficienza e l'economicità delle attività sviluppate in monopolio di fatto; promuovere gli investimenti
Garantendo una sempre più conveniente, trasparente e non discriminatoria accessibilità e fruizione di infrastrutture e di sistemi regolati. Contribuendo alla adeguatezza e sicurezza del sistema e delle sue infrastrutture. Promuovendo: efficienza e separazione societaria per le attività di misura; adeguate economie di scala nella distribuzione gas.
Assistere e tutelare l'utente finale dei servizi energetici
Considerando: la qualità dei servizi; la sostenibilità sociale degli stessi; la funzione arbitrale e la soluzione delle controversie.
Sostenere le scelte e le politiche per lo sviluppo sostenibile
Con riferimento: alla tutela ambientale, lato generazione ed offerta; alla promozione delle fonti rinnovabili; all'uso razionale dell'energia; all'emission trading e agli altri strumenti connessi al protocollo di Kyoto.
Vigilare sulla corretta applicazione delle norme e degli standard di settore
Attraverso: le potenziate attività di verifica e controllo; indagini ed istruttorie, finalizzate anche ad eventuali provvedimenti prescrittivi o sanzionatori.
Sviluppare l'interlocuzione con gli stakeholders di sistema
Valorizzando: i rapporti con i soggetti istituzionali nazionali, della Unione Europea e dei Paesi più rilevanti per gli interessi nazionali ed europei; gli strumenti di consultazione per i consumatori e gli operatori; l'analisi di impatto della regolazione (AIR); l'informazione, la comunicazione ed i rapporti con i media.

Secondo la nuova procedura di programmazione adottata dall'Autorità, e sempre al fine di ampliare ed approfondire il dialogo con i consumatori e gli operatori di settore, il nuovo Piano triennale 2006 - 2008 sarà pure oggetto di un'audizione generale a consultazione pubblica. Tale audizione avrà luogo subito dopo la presentazione al Parlamento ed al Governo della "Relazione sullo stato dei servizi e dell'attività svolta" (prevista istituzionalmente ed annualmente entro il mese di giugno). L'audizione generale riguarderà quindi il "Piano triennale" e la stessa "Relazione annuale", costituendo così una opportunità per ricevere anche dai consumatori e dagli operatori, possibili commenti o contributi propositivi eventualmente utili per la formulazione del prossimo aggiornamento periodico annuale dello stesso Piano triennale, oggi pubblicato.