Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Processi decisionali dell'Autorità: rafforzata la partecipazione di consumatori, imprese e altri soggetti

Avviata l'"Analisi di impatto della regolazione (Air)"

Milano, 04 ottobre 2005

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas, ha avviato la sperimentazione triennale dell'"Analisi di impatto della regolazione (Air)"; essa è una metodologia finalizzata a semplificare, razionalizzare e rendere più trasparenti i processi decisionali dell'Autorità, nonché a rafforzare la partecipazione, agli stessi processi, di consumatori, imprese ed altri soggetti interessati. Il provvedimento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it.

L'Autorità considera lo svolgimento dell'"Analisi di impatto della regolazione (Air)" un completamento delle proprie linee di intervento, già orientate a criteri di semplificazione trasparenza ed efficacia; attraverso l'Air intende inoltre rendere pubbliche le ragioni che stanno alla base degli interventi regolatori più significativi, e in particolare esplicitare le motivazioni degli approcci adottati rispetto ad altre possibili opzioni d'intervento. L'Air, infatti, è una metodologia che ha la funzione di valutare le ricadute - in termini qualitativi e quantitativi - di una decisione regolatoria, in relazione sia all'insieme dei destinatari sia alle amministrazioni o agli operatori che devono far applicare e/o applicare la regolamentazione. L'Air si propone di verificare anticipatamente se un intervento di regolazione sia necessario ed efficace, attraverso: la descrizione degli obiettivi del provvedimento la cui eventuale adozione è in discussione; il confronto tra opzioni alternative; la valutazione dei benefici e dei costi per i destinatari delle nuove regole, nonché la valutazione dei loro effetti economici, sociali e ambientali.

L'avvio della nuova metodologia di gestione dei processi decisionali fa seguito all'adozione delle "linee guida" (già sottoposte dall'Autorità a consultazione pubblica lo scorso marzo) ed a due test preliminari di applicazione della stessa metodologia Air su due provvedimenti: il primo test riguarda la "definizione dei criteri per le tariffe di utilizzo dei terminali di rigassificazione di GNL per il secondo periodo di regolazione" (delibera n. 178/05 del 5 agosto 2005); il secondo test riguarda le "modalità per la registrazione dei contratti di compravendita di energia elettrica, e la disciplina dei diritti e degli obblighi connessi con l'esecuzione di tali contratti nell'ambito del servizio di dispacciamento, per gli anni successivi al 2005".

Tenendo conto delle osservazioni raccolte durante la consultazione pubblica ed i due test preliminari, la sperimentazione triennale della nuova metodologia riguarderà alcuni provvedimenti, individuati in coerenza con il piano triennale delle attività 2006-2008, per i quali sarà esplicitamente citato, nel testo delle relative delibere di avvio, il loro inserimento nella sperimentazione.

L'Autorità ha dato comunicazione dell'avvio della sperimentazione al Parlamento e al Governo; darà pure periodicamente conto degli esiti dell'applicazione dell'Air nella "Relazione Annuale sullo stato dei servizi e sull'attività svolta".

L'Analisi di impatto della regolazione (Air) è prevista per le Autorità amministrative indipendenti dalla legge del 29 luglio 2003 n.229, in particolare per gli atti amministrativi generali, di programmazione o di pianificazione, e comunque di regolazione.