Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione
Comunicato stampa
Comunicato stampa congiunto: Comunicato stampa congiunto e Autorità per l'energia elettrica e il gas

Pronto a partire il mercato dei titoli di efficienza energetica (TEE)

Roma, 02 maggio 2005

Il GME e l'Autorità per l'energia elettrica e il gas hanno definito le regole di funzionamento del mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE), denominati anche "certificati bianchi".
Dopo quello dei certificati verdi, che tratta i titoli relativi all'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, il nuovo mercato dei "certificati bianchi" è destinato ad incentivare l'utilizzo di tecnologie efficienti destinate a favorire l'uso razionale dell'energia, attraverso lo scambio di titoli che certificano i risparmi energetici ottenuti.
La nuova sede di scambio, organizzata e gestita dal GME sulla base delle regole definite d'intesa con l'Autorità, contribuirà al funzionamento dell'innovativo meccanismo disegnato dai Decreti Ministeriali del luglio 2004 che promuove il risparmio energetico e l'impiego delle fonti rinnovabili negli usi finali di energia, concorrendo per tale via anche al conseguimento degli obiettivi di Kyoto.
Attraverso il mercato dei TEE i soggetti obbligati al conseguimento di obiettivi specifici di risparmio energetico definiti dall'Autorità (distributori di energia elettrica e gas con non meno di 100.000 clienti finali a fine 2001) avranno la possibilità di soddisfare i loro obblighi acquistando titoli di efficienza energetica dalle società operanti nel settore dei servizi energetici e dalle società controllate dai distributori di energia elettrica e di gas naturale accreditate dall'Autorità, ovvero da altri distributori.
I titoli di efficienza energetica saranno emessi dal GME su specifica richiesta dell'Autorità a valle di un processo di verifica e quantificazione dei risparmi energetici conseguiti attraverso progetti realizzati sui consumatori finali. Ogni titolo certifica il conseguimento di risparmi di energia primaria pari a una tonnellata equivalente di petrolio.
In alternativa al ricorso all'acquisto di titoli di efficienza energetica nel mercato organizzato, i distributori soggetti agli obblighi di risparmio energetico definiti dall'Autorità possono sviluppare direttamente - in proprio o con la collaborazione di soggetti terzi - interventi di risparmio energetico a beneficio dei consumatori finali (ottenendo in tal modo l'emissione a proprio favore di titoli di efficienza energetica attestanti i risparmi conseguiti), ovvero acquistare titoli attraverso contratti bilaterali.
Rispetto alla contrattazione bilaterale, il mercato organizzato dal GME garantirà trasparenza nella formazione dei prezzi e sicurezza degli scambi.
La possibilità di scegliere tra lo sviluppo diretto di progetti di risparmio energetico, l'acquisto di titoli nel mercato organizzato o attraverso la contrattazione bilaterale favorirà il conseguimento degli obiettivi di risparmio definiti dai decreti ministeriali 2004 al minimo costo possibile. Per questa ragione le regole definite dall'Autorità e dal GME sono orientate a favorire l'accesso al mercato del più ampio numero di operatori possibile, al fine di sfruttare interamente i vantaggi di efficienza derivanti dall'utilizzo di meccanismi di mercato.