Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Rigassificazione: sanzione minima alla società Gnl Italia adeguatasi alle prescrizioni dell'Autorità; parere positivo per l'utilizzo di terzi non proprietari del 20% dell'impianto di Rovigo

Milano, 18 gennaio 2005

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha comminato una sanzione minima, di 50.000 euro, alla società Gnl Italia per avere inizialmente negato, alla società Gas Natural, l'utilizzo del proprio impianto di Panigaglia, l'unico in Italia a fornire il servizio di rigassificazione per il gas liquefatto importato via nave. Il provvedimento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it

In considerazione della pronta esecuzione, da parte della società Gnl Italia, delle prescrizioni dell'Autorità per l'accesso di terzi al servizio, la sanzione per l'iniziale violazione della disciplina è stata quantificata ad un livello economico minimo rappresentativo.

Il rifiuto dell'accesso al servizio era stato motivato da Gnl Italia con l'indisponibilità dell'impianto, la cui intera capacità continua su base annua di rigassificazione era stata conferita a Eni Spa. Sul caso l'Autorità avviò una istruttoria nel mese di febbraio 2004 che ha portato, nel successivo mese di luglio, ad una ingiunzione per l'immediata messa a disposizione del servizio di rigassificazione alla società richiedente e agli altri terzi eventualmente interessati.

Il comportamento in un primo tempo tenuto dalla società fu infatti ritenuto in violazione delle disposizioni dell'Autorità che regolano l'utilizzo non discriminatorio del servizio di rigassificazione e comunque di uno dei fondamentali principi delle liberalizzazioni, che richiedono la libertà di accesso degli operatori alle infrastrutture di rete.

Parere sulla gestione del terminale di rigassificazione di Rovigo.
L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha espresso un motivato parere positivo al Ministero delle attività produttive sulla futura gestione del terminale di rigassificazione di Rovigo della società Edison Lng Spa; è previsto che l'utilizzo esclusivo della capacità dell'impianto da parte dei proprietari sia limitato all'80%, lasciando nella disponibilità di operatori terzi che richiedano il servizio di rigassificazione il restante 20%.

Tale previsione, che dovrà ora essere accolta dalla Commissione Europea, renderà disponibili a regime, per operatori terzi, circa 1,6 miliardi di metri cubi di gas di importazione all'anno su una disponibilità totale dell'impianto di 8 miliardi, alle tariffe di rigassificazione definite dall'Autorità. Il parere è disponibile sul sito www.autorita.energia.it