Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Borsa elettrica: partecipazione della domanda e nuove regole per promuovere la concorrenza tra i produttori. Emanate le direttive al GRTN per il "codice di rete"

Emanate le direttive al GRTN per il "codice di rete"

Milano, 05 gennaio 2005

La partecipazione della domanda nella borsa dell'elettricità, avviata con il primo gennaio, porta a compimento l'assetto del mercato elettrico nazionale. In questo nuovo quadro di riferimento ed a tutela dei consumatori, si colloca l'azione dell'Autorità per il controllo della correttezza dei comportamenti dei produttori che offrono elettricità in borsa. L'Autorità ha infatti contestualmente adottato un apposito provvedimento per prevenire possibili rialzi ingiustificati dei prezzi, a seguito di eventuale esercizio speculativo di posizione dominante da parte di produttori, e per promuovere la concorrenza nel mercato dell'elettricità. L'Autorità ha anche emanato direttive al GRTN (Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale) per la predisposizione del "codice di rete". I provvedimenti sono disponibili sul sito www.autorita.energia.it

Potere di mercato

I meccanismi di controllo del potere di mercato, nel prevenire eventuali rialzi impropri dei prezzi della borsa, affidata al GME (Gestore del mercato elettrico), si riflettono anche sui prezzi dei contratti bilaterali fisici conclusi fuori borsa, quindi con effetti positivi per tutto il mercato.

In base all'esperienza sviluppata nel 2004 e all'analisi del comportamento degli operatori, le nuove regole della Autorità prevedono un più stringente controllo delle offerte formulate in borsa attraverso il monitoraggio di alcuni indicatori in grado di evidenziare eventuali condotte anomale dei singoli produttori. Gli indicatori permettono di verificare:

Al verificarsi delle eventuali condotte anomale evidenziate dagli indicatori, la remunerazione dell'energia elettrica venduta dal produttore responsabile delle anomalie risulterà automaticamente modificata; la remunerazione non corrisponderà infatti al prezzo marginale formatosi in borsa, ma ai prezzi offerti dallo stesso produttore per l'energia prodotta da ogni suo singolo impianto. Inoltre, per 30 giorni successivi, lo stesso produttore sarà tenuto a cedere in borsa tutta la sua produzione ad un prezzo costante, modificando così le proprie strategie di offerta.

Codice di rete

L'Autorità ha emanato le direttive al GRTN per la predisposizione del "codice di rete": l'insieme delle regole tecniche di connessione, misura e dispacciamento che disciplinano l'attività di trasporto e movimentazione dell'energia elettrica sulla rete. Le direttive dell'Autorità hanno il principale obiettivo di adeguare le regole all'imminente unificazione di proprietà e gestione della rete di trasmissione nazionale (fusione Terna-GRTN); la predisposizione del "codice" costituisce un presupposto essenziale di tale unificazione, contribuendo a garantire neutralità e trasparenza dei servizi di trasporto e dispacciamento. Nel predisporre le direttive l'Autorità ha tenuto conto anche delle problematiche emerse nel corso dell'indagine sul black-out del 28 settembre 2003. Infine, le direttive dispongono anche l'unificazione e l'armonizzazione dell'insieme di regole via via emesse fin dall'avvio della liberalizzazione; in questo modo si conferma l'opera di semplificazione normativa perseguita dall'Autorità anche al fine di facilitare l'ingresso nel mercato di nuovi operatori e favorire la concorrenza.