Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

Gas: consultazione dell'Autorità sulla revisione del sistema di aggiornamento e di altre componenti della tariffa di riferimento

Milano, 01 dicembre 2004

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha diffuso un documento per la consultazione sulla revisione della metodologia di aggiornamento trimestrale della componente tariffaria relativa alla materia prima gas e sulla componente che remunera l'attività di commercializzazione all'ingrosso. Pareri e suggerimenti sul provvedimento dovranno pervenire entro il prossimo 13 dicembre.

Nel suo documento l'Autorità propone di mantenere la cadenza trimestrale dell'aggiornamento tariffario, basato sull'andamento, nei nove mesi precedenti, dei prezzi internazionali di un paniere di greggi e combustibili alternativi al gas metano. L'Autorità propone di modificare i pesi dei combustibili nella composizione del paniere, per tenere conto delle modifiche intervenute negli ultimi anni nei relativi consumi, riducendo il peso del gasolio (dal 49 al 41%), aumentando quello dell'olio combustibile a basso tenore di zolfo (dal 38 al 46%) e lasciando invariato quello del petrolio greggio (13%). Per il petrolio, fino ad ora calcolato sulle quotazioni di una pluralità di provenienze, si propone l'utilizzo del solo Brent dated, il più usato nella contrattualistica internazionale.

Un'altra proposta innovativa prevede l'introduzione di una clausola di salvaguardia dalle eccessive escursioni dei prezzi internazionali del petrolio, che anche gli altri combustibili del paniere tendono a seguire. Clausole di salvaguardia di questo tipo, che avvantaggiano gli importatori in caso di eccessi di rialzo e salvaguardano i produttori in caso contrario, sono presenti nei contratti internazionali di importazione delle imprese più efficienti. La clausola verrebbe applicata per andamenti dei prezzi del petrolio al di fuori dell'intervallo tra 18 e 35 dollari al barile.

L'Autorità propone infine anche una revisione della componente relativa all'attività di commercializzazione all'ingrosso del gas che pesa, inclusa la materia prima, per 17,5 centesimi di euro al metro cubo, pari a circa il 30% della tariffa di riferimento incluse le tasse (57 centesimi di euro al metro cubo).