Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

Provvedimenti per la copertura dal rischio del costo del dispacciamento e per l'attivazione della domanda in borsa

Milano, 20 novembre 2004

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha introdotto nuovi strumenti di "copertura" dal rischio di volatilità degli oneri del dispacciamento dell'elettricità, determinato dai differenti costi dell'energia elettrica nelle diverse aree del Paese e ha diffuso un documento per la consultazione per adeguare le regole del dispacciamento alla prossima attivazione della domanda nella borsa dell'elettricità. I due documenti sono disponibili sul sito www.autorita.energia.it

Il primo provvedimento, adottato al termine del processo di consultazione avviato lo scorso agosto, consentirà agli operatori che immettono elettricità nella rete di stimare il costo finale della fornitura ai clienti. Sulla rete nazionale sono presenti dei "colli di bottiglia" che, non permettendo un ottimale dispacciamento dell'energia, determinano maggiori costi dell'elettricità da una zona all'altra. Tali maggiori costi, pagati dagli operatori del mercato, sono calcolati come differenza tra il prezzo medio nazionale e quello evidenziato nelle singole zone, che, non essendo determinabili a priori, rende meno prevedibile il costo finale complessivo. L'Autorità ha definito delle speciali "coperture" che saranno messe all'asta dal Gestore della rete; il loro utilizzo permetterà agli operatori di compensare gli eventuali maggiori costi sostenuti per l'utilizzo della rete.

Il documento per la consultazione, sul quale saranno raccolti pareri e osservazioni fino al prossimo 1 dicembre, predispone la regolazione del dispacciamento dell'elettricità adeguandola all'avvio della domanda attiva nella borsa elettrica (fino a quel momento la domanda continuerà ad essere espressa dal Gestore della rete). Le proposte dell'Autorità introducono maggiore flessibilità al sistema prevedendo anche la possibilità, per gli operatori del mercato, di cedere in borsa le eventuali eccedenze di energia elettrica acquistata tramite contratti bilaterali.

Con l'avvio della domanda sarà anche previsto, per i clienti che prelevano energia dalla rete, un trattamento degli oneri di sbilanciamento (differenze tra la capacità di rete prenotata rispetto a quella effettivamente utilizzata) simile ma più flessibile e graduale a quello già in vigore per chi immette elettricità in rete. In materia di garanzie, rispetto alla esposizione degli operatori che concludono contratti di dispacciamento e compravendita, l'Autorità richiede al Gestore della rete e al Gestore del mercato di predisporre una disciplina transitoria che dovrà rispondere a criteri di semplificazione e contenimento dei costi.