Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione
Comunicato stampa

Nuovo passo verso il mercato dei "certificati bianchi"

Da oggi le società specializzate per l'uso razionale dell'energia possono accreditarsi on-line e avviare l'attività

Milano, 06 novembre 2004

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha avviato l'attività preliminare alla commercializzazione dei titoli di efficienza energetica ("certificati bianchi"), il nuovo meccanismo di incentivazione del risparmio energetico che entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio 2005. Da oggi, in una apposita sezione del sito internet dell'Autorità, le società intenzionate a realizzare attività dedicate all'utilizzo razionale e al risparmio dell'energia (le cosiddette "Esco": Energy Service Company) possono accreditarsi e dare ufficialmente avvio alle proprie attività.

Con questa iniziativa prende avvio l'innovativo sistema delineato dai decreti ministeriali (Attività Produttive e Ambiente) del 20 luglio 2004 sull'efficienza energetica, di cui l'Autorità ha la responsabilità regolatoria e attuativa; tali decreti mirano a conseguire, alla fine del primo quinquennio di applicazione (2005-2009), un risparmio di energia pari a 2,9 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) all'anno, valore equivalente all'incremento medio annuo dei consumi nazionali di energia registrato nel periodo 1999-2001. L'applicazione dei decreti contribuirà dunque in misura determinante a contenere il tasso di crescita della domanda di energia a parità di servizi energetici goduti, contribuendo in misura rilevante al conseguimento degli obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni di gas di serra previsti per l'Italia dal protocollo di Kyoto.

Il nuovo meccanismo (il cui funzionamento è riassunto nella parte introduttiva di quanto pubblicato sul sito) si basa sull'obbligo per i maggiori distributori di elettricità e gas di raggiungere precisi obiettivi di risparmio energetico da realizzare attraverso progetti attuati presso i clienti finali, propri o altrui (es.: installazione di elettrodomestici o motori industriali ad alta efficienza, interventi per l'isolamento termico degli edifici, sistemi di teleriscaldamento). Il mancato rispetto degli obblighi sarà sanzionato dall'Autorità. A ciascun progetto, sulla base dell'accertamento dell'efficacia, corrisponderà l'emissione di titoli di efficienza energetica ("certificati bianchi"). I distributori soggetti agli obblighi potranno raggiungere i propri obiettivi o con progetti realizzati direttamente o con l'acquisto dei titoli corrispondenti alle proprie necessità emessi per progetti realizzati da soggetti specializzati, come le Esco, o da altri distributori che operano nel settore dei servizi energetici.

I titoli saranno emessi dal Gestore del mercato elettrico su richiesta dell'Autorità al termine di un processo di controllo finalizzato a verificare che i progetti siano stati effettivamente realizzati in conformità con le disposizioni dei decreti e delle regole definite dalla stessa Autorità. La compra-vendita di questi titoli potrà avvenire tramite contratti bilaterali o in un mercato apposito regolamentato in base a disposizioni stabilite dal Gestore del mercato elettrico d'intesa con l'Autorità.

Un elenco delle Esco accreditate verrà pubblicato e periodicamente aggiornato dall'Autorità anche per facilitare l'individuazione di queste società da parte dei consumatori interessati all'offerta di servizi e progetti di risparmio energetico e da parte dei distributori interessati ad attivare collaborazioni per la realizzazione di interventi per l'uso razionale dell'energia.

Oltre alla registrazione delle Esco, attraverso l'indirizzo web www.autorita.energia.it/ee/index.htm tutti i distributori di energia elettrica e di gas naturale, inclusi quelli non soggetti agli obblighi di risparmio previsti dai decreti, possono accedere ad un sistema informativo interattivo per richiedere la valutazione dei risparmi energetici conseguiti attraverso la realizzazione di progetti di varia natura, potendo anche effettuare il calcolo automatico dei risparmi e controllare gli esiti delle richieste presentate.

Tutti i distributori sono invitati a contribuire, entro il 30 novembre, alla fase di sperimentazione del sistema informatico realizzato dall'Autorità per semplificare e rendere più efficace la realizzazione del mercato dei "certificati bianchi".

I costi sostenuti dai distributori per adempiere agli obblighi di risparmio energetico potranno essere coperti attraverso risorse di varia natura: quote di partecipazione dei clienti partecipanti, finanziamenti statali, regionali, locali, comunitari, ricavi dalla vendita dei titoli di efficienza energetica ottenuti a fronte di risparmi energetici conseguiti in eccesso rispetto ai propri obblighi di risparmio. Una parte dei costi sostenuti troverà copertura attraverso le tariffe di trasporto e distribuzione dell'energia elettrica e del gas naturale, in base a criteri che saranno stabiliti dall'Autorità prima dell'avvio del meccanismo.

I consumatori possono trovare sin da subito informazioni di carattere generale sul funzionamento del meccanismo introdotto dai decreti e sui benefici che esso produrrà. La sezione del sito dedicata all'uso efficiente dell'energia sarà progressivamente arricchita di ulteriori informazioni e strumenti utili agli operatori del settore dei servizi energetici e ai consumatori.