Cerca |  Contatti |  English   

Documenti collegati

Provvedimenti

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

Avviata la consultazione sulla regolazione e il controllo del potere di mercato nella borsa dell'elettricità

Milano, 30 gennaio 2004

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha diffuso oggi un documento per la consultazione con le proprie proposte in materia di vigilanza del mercato elettrico e di controllo del potere di mercato che le imprese potrebbero esercitare nella borsa dell'elettricità. Il documento è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it; osservazioni e commenti potranno essere inviati all'Autorità entro il prossimo 8 febbraio.

L'Autorità, che aveva predisposto un apposito provvedimento, ritiene opportuno sottoporlo a consultazione in considerazione della prosecuzione del programma di prove di funzionamento della borsa elettrica. L'Autorità condivide l'opportunità di prosecuzione della fase sperimentale per raggiungere le condizioni il più possibile vicine all'operatività del mercato dell'elettricità.

Il provvedimento sul potere di mercato, sulle cui linee generali delineate in passato dall'Autorità erano già pervenuti commenti e osservazioni degli operatori, ha l'obiettivo, in concomitanza dell'avvio della borsa dell'elettricità, di controllare l'elevata concentrazione dell'offerta nel settore dell'energia elettrica in Italia, in cui l'Enel risulta essere il produttore largamente dominante.

Le proposte dell'Autorità prevedono la predisposizione di appositi indici che saranno utilizzati per il monitoraggio e la vigilanza; la definizione di misure transitorie per l'anno 2004, che intervengono sulla formazione del prezzo di mercato (tetto al prezzo, bid cap) e consentono di accertare che le quantità prodotte dai diversi operatori siano coerenti con le quantità che risulterebbero prodotte in un mercato perfettamente competitivo; la definizione di misure di regime per il controllo del potere di mercato che prevedono la stipula di contratti di lungo periodo da parte dell'Acquirente Unico (responsabile degli acquisti dell'energia elettrica per il mercato vincolato: piccoli consumatori e settore domestico) coi soggetti produttori che detengono quote rilevanti nella generazione. Tali misure di regime sono coerenti e in linea con quanto già in vigore negli altri Paesi europei.

Con distinto provvedimento, anch'esso disponibile sul sito internet, in conseguenza della prosecuzione delle prove di operatività della borsa elettrica, l'Autorità ha confermato il sistema in vigore per l'approvvigionamento del mercato vincolato (cosiddetto STOVE, sistema transitorio per le offerte di vendita di energia elettrica). Il provvedimento consente di salvaguardare le esigenze di sicurezza di funzionamento del sistema elettrico nazionale e di garantire gli esiti dei rapporti contrattuali tra gli operatori.

Con lo STOVE, introdotto nel secondo semestre 2003, l'Autorità ha definito un primo sistema concorsuale per la selezione delle offerte di energia elettrica assicurando al contempo la stabilità dei prezzi di cessione ai clienti finali. Lo STOVE prevede la partecipazione di tutti gli impianti di produzione di maggiore dimensione situati sul territorio nazionale, con priorità agli impianti alimentati da fonti rinnovabili e di cogenerazione. E' inoltre prevista la possibilità per il mercato vincolato di usufruire, tramite l'Acquirente Unico, dei benefici derivanti dalle importazioni di energia elettrica dall'estero a prezzi favorevoli.