Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

Mercato elettrico: più sicurezza del sistema nazionale con l'avvio del sistema transitorio
Le proposte dell'Autorità per i contratti bilaterali e la perequazione

Milano, 08 agosto 2003

Mercato elettrico:

parte operativamente sabato 9 agosto il sistema transitorio di offerte di vendita e di acquisto di energia elettrica per la fornitura al mercato vincolato (circa il 60% dei consumi nazionali) e per il dispacciamento ai fini della sicurezza del sistema. Per la prima volta in Italia i clienti del mercato vincolato verranno approvvigionati, senza rischi di aumenti tariffari, con un sistema di fornitura basato su offerte in concorrenza fra loro. Il sistema pone precisi obblighi a produrre agli operatori che beneficiano del rimborso degli "stranded costs" e pertanto rafforza la sicurezza del sistema nazionale in un momento particolarmente critico per il paese. Il sistema transitorio, propedeutico all'entrata in funzione dal gennaio 2004 della borsa elettrica e quindi di un mercato pienamente concorrenziale, parte nel rispetto dei tempi previsti anche in virtù della determinazione con cui l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha seguito e sostenuto il dialogo fra gli attori del sistema (Grtn e produttori) nel mese di transizione appena trascorso.

Le proposte per i contratti bilaterali e i meccanismi di perequazione:

l'Autorità ha diffuso un documento per la consultazione con le proprie proposte per la regolazione dei contratti bilaterali. Il documento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it. I soggetti interessati potranno formulare osservazioni, suggerimenti e proposte alternative, per iscritto, entro il prossimo 15 settembre 2003. Dopo l'approvazione della disciplina del mercato elettrico, l'emanazione dei criteri di autorizzazione dei contratti bilaterali costituisce un complemento indispensabile ai fini dell'avvio del dispacciamento di merito economico e della borsa elettrica. L'Autorità ritiene che la contrattazione bilaterale debba essere libera. In particolare, le proposte mirano a porre su un piano di parità la contrattazione nella borsa elettrica e la contrattazione bilaterale per garantire agli operatori la più ampia flessibilità nella scelta delle forme di approvvigionamento di energia elettrica compatibilmente con il rispetto delle esigenze di sicurezza del sistema e di tutela della concorrenza.

L'Autorità ha diffuso infine un documento per la consultazione con le proposte conclusive sui meccanismi di perequazione per il periodo di regolazione 2000-2003. Il documento è disponibile sul sito www.autorita.energia.it. I soggetti interessati potranno formulare osservazioni, suggerimenti e proposte alternative, per iscritto, entro il prossimo 15 settembre 2003. Le proposte dell'Autorità contenute nel documento sono destinate a completare il quadro regolatorio attualmente in vigore. I meccanismi di perequazione, necessari in presenza di una tariffa unica nazionale, sono destinati ad essere applicati alle imprese che svolgono il servizio di trasporto su reti di distribuzione e sono finalizzati a riconoscere le differenze di costo legate a fattori indipendenti dal distributore e alle caratteristiche della clientela. La proposta dell'Autorità prevede che tali meccanismi siano applicati in via sperimentale con adesione facoltativa.