Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Definite le regole per l'import-export di elettricita' dalla Grecia

Milano, 02 aprile 2003

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha definito le regole per le importazioni ed esportazioni di elettricità attraverso l'elettrodotto sottomarino che collega l'Italia alla Grecia, di cui sta terminando l'utilizzo sperimentale. Il provvedimento è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it

In base agli accordi sottoscritti tra l'Autorità italiana e la Regulatory Authority for Energy of Greece (RAE) ciascuna Autorità stabilisce le regole di assegnazione della capacità di trasporto per il 50% della capacità totale dell'elettrodotto per il periodo da aprile a dicembre 2003. La capacità disponibile, destinata al mercato libero, è di 500 MW verso la Grecia e di 300 MW verso l'Italia. I differenziali di prezzo e le capacità produttive nazionali rendono conveniente l'esportazione verso la Grecia nei mesi estivi, il contrario negli altri mesi dell'anno. La diversa capacità nei due flussi è determinata da vincoli di rete in Italia tra la Puglia e Campania.

Poiché la domanda di importazione in Italia supera la capacità di trasporto disponibile, l'Autorità italiana ha definito un sistema di assegnazione pro-quota sulla base delle quantità che saranno richieste. L'assegnazione sarà organizzata dal Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale analogamente a quanto fatto ad inizio anno per le assegnazioni sulle frontiere del Nord Italia. I bandi saranno pubblicati dal Gestore della Rete entro il prossimo 7 aprile.

La quota del 50% di capacità di competenza italiana potrà essere utilizzata anche per importare energia elettrica in Italia proveniente dai Paesi balcanici e non solo quella prodotta e commercializzata in Grecia, nella misura complessiva che potrà essere accordata dal Gestore della rete greca.

Le regole definite dall'Autorità prevedono, inoltre, che la capacità di trasporto aggiuntiva o non utilizzata che si rendesse disponibile su base mensile, o per porzioni di mese, venga utilizzata per l'importazione di energia elettrica da destinare al mercato vincolato.