Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Definite le garanzie per l'accesso di terzi e l'uso della rete nazionale di trasporto del gas

Milano, 26 luglio 2002

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha definito il sistema di garanzie per il libero accesso degli operatori (approvvigionatori, clienti idonei, distributori locali) alla rete di trasporto del gas. La delibera, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it

Il provvedimento contiene regole immediatamente integrabili nei contratti esistenti e norme per la definizione, ad opera delle imprese di trasporto (Snam Rete Gas, Edison) del codice di rete. Le regole subito operative permettono la finalizzazione delle contrattazioni tra consumatori e fornitori di gas e l'ordinato avvio del sistema a partire dal 1 ottobre 2002, inizio del prossimo anno termico.

Le decisioni dell'Autorità hanno recepito le indicazioni emerse in più di un anno di attività di un gruppo di lavoro con tutti gli operatori interessati, e dell'esperienza maturata nell'anno termico che va a concludersi. Nella fase di primo avvio della liberalizzazione l'Autorità ritenne opportuno stabilire alcune regole minimali e lasciare libera la contrattazione autorizzando la formulazione da parte delle imprese di trasporto di condizioni provvisorie di accesso. L'Autorità si riservò l'approvazione dei singoli contratti di trasporto, ed è intervenuta a modificare alcune clausole a favore degli utilizzatori della rete.

L'Autorità ha stabilito criteri che riconoscono priorità di accesso agli approvvigionamenti legati a contratti "take or pay" limitatamente alla quantità contrattuale media giornaliera. La priorità concessa a questi contratti risponde a quanto previsto dalla direttiva europea e alle indicazioni del Documento di programmazione economico-finanziaria, ai cui indirizzi l'Autorità si deve attenere. La priorità di accesso è stata attribuita, nell'ordine, ai contratti di approvvigionamento pluriennali, annuali e di durata inferiore all'anno. In caso di congestione, quando le richieste di importazione di gas superano le capacità di trasporto dei gasdotti, è stato stabilito un metodo di assegnazione pro-quota, nel rispetto delle priorità stabilite.

Per i nuovi gasdotti di importazione e i potenziamenti di quelli esistenti, è stato deciso un criterio di priorità per chi finanzia la realizzazione degli impianti, analogo a quanto già stabilito per l'accesso agli impianti di rigassificazione. La priorità riguarda l'utilizzo dell'80% della capacità dei gasdotti per un periodo non superiore a venti anni.

Altre disposizioni riguardano l'introduzione di un punto virtuale nel sistema in cui consentire gli scambi di gas tra gli operatori, che rappresenta il presupposto per il futuro sviluppo di una borsa del gas. Sono state inoltre definite regole per il bilanciamento, che prevedono penali per gli utilizzatori della rete che immettono o prelevano quantità diverse di gas rispetto alle capacità di trasporto prenotate. Sono infine stati stabiliti precisi obblighi informativi in capo ai proprietari delle reti. In particolare dovranno essere rese pubbliche agli operatori diverse informazioni, tra le quali le capacità di trasporto disponibili, i piani di sviluppo e potenziamento della rete, di modo che utenti possano programmare anche nel medio-lungo periodo la propria attività.